fbpx
 

Il business dell’esclusione: il razzismo in Italia comincia dal sistema d’accoglienza

https://thesubmarine.it/wp-content/uploads/2020/06/47447958_1028183444051137_5505768406952968192_o-1280x859.jpg

Qual è stato l’impatto del coronavirus sul sistema d’accoglienza? E cosa succede invece a chi ne viene escluso e finisce rinchiuso nei CPR? Ne abbiamo parlato con Eleonora Camilli e con l’assemblea NO CPR FVG

Che cosa succede una volta che i migranti raggiungono il territorio italiano? Qual è stato l’impatto del coronavirus sull’intero sistema d’accoglienza e come ci si sta preparando alla possibile seconda ondata in autunno? Eleonora Camilli, giornalista di Redattore Sociale, ci porta passo a passo lungo il percorso che una persona che mette piede nel nostro Paese deve intraprendere per poterci rimanere. 

Nella seconda parte della puntata parliamo di chi viene escluso dal sistema d’accoglienza e finisce nei CPR, centri di permanenza per il rimpatrio: delle vere e proprie prigioni, dove chi è rinchiuso non ha commesso nessun reato. L’Assemblea NO CPR, già ospite della puntata 17, ci parla della realtà all’interno del CPR di Gradisca d’Isonzo e della morte a gennaio di Vakhtang Enukidze. Una delle tante morti che avrebbero dovuto scatenare indignazione e rabbia, ma che è passata in sordina come tante ingiustizie e violenze che ogni giorno le minoranze subiscono in Italia.

Ai microfoni: Natasha Fernando, Maria Mancuso, Eleonora Camilli, Assemblea NO CPR FVG
Redazione: Natasha e Maria
Editing e post produzione: Maria
Musica: Francesco Fusaro

Note dell’episodio

Il sistema di accoglienza dei migranti in Italia, spiegato per bene
Il decreto Salvini ha favorito il “business dell’accoglienza”
Eleonora Camilli, Redattore Sociale: “Le 6 bufale della nuova psicosi immigrazione”
In un anno, i decreti Salvini hanno distrutto l’accoglienza in Italia
Piccola guida ai lager contemporanei 
Di CIE si muore 
Senza scampo
Presidio di fronte al CPR – CARA di Gradisca di Isonzo

Related

Resta nel nostro radar.

Segui the Submarine su Instagram e Twitter,
iscriviti al nostro canale Telegram
o alla nostra newsletter settimanale gratuita.

Share via