La Lombardia è pronta per la fase 2?

La situazione nella regione continua ad essere peggiore che nel resto del paese. In questa puntata di TRAPPIST proviamo a capire meglio l’origine e l’entità del disastro che si è consumato nell’ultimo mese e mezzo, tra assurdi ospedali in Fiera, delibere più che discutibili e assessori al welfare che vivono senza rimpianti.

La situazione nella regione continua ad essere peggiore che nel resto del paese. In questa puntata di TRAPPIST proviamo a capire meglio l’origine e l’entità del disastro che si è consumato nell’ultimo mese e mezzo, tra assurdi ospedali in Fiera, delibere più che discutibili e assessori al welfare che vivono senza rimpianti.

Benvenut* a TRAPPIST, l’unico podcast che rifarebbe tutto

La fase due si avvicina — ma prima di pianificarla, bisognerebbe avere ben chiaro cos’è andato storto nella fase uno. Com’è la situazione in Lombardia e a Milano? Abbiamo provato a capire meglio l’origine e l’entità del disastro che si è consumato nell’ultimo mese e mezzo nella parte più ricca del paese, tra assurdi ospedali in Fiera, delibere più che discutibili e assessori alla Sanità — pardon, al welfare — che vivono senza rimpianti.

La situazione nella regione continua ad essere peggiore che nel resto del paese. In particolare preoccupa la provincia di Milano, che continua a mostrare una curva dei contagi che non consente di pensare ad un’eventuale riapertura del 4 maggio in completa tranquillità. Il già citato assessore al Welfare, Giulio Gallera, ha comunque rassicurato sul fatto che una zona rossa per la città “non è necessaria.”

Ieri Gallera ha anche dichiarato che “rifarebbe tutto,” a partire dal firmare la delibera Xl/3018 del 30/03/2020 con cui sono state spalancate le porte delle RSA della regione a pazienti Covid-positivi. Ha anche dichiarato, però, che le strutture erano “probabilmente inidonee” ad accogliere questo tipo di pazienti. Uno spaesamento che rappresenta molto bene l’atteggiamento della regione nella gestione dell’emergenza, che nelle ultime settimane ha provato a scaricare la colpa dell’emergenza nelle RSA sui gestori e sugli amministratori locali.

Per ricominciare servirà anche una politica di tamponi precisa e rigorosa, che finora in Lombardia è completamente mancata: la raccolta di dati precisi sul contagio sarà la chiave per non ritrovarsi un nuovo aumento repentino dei malati. Sullo sfondo, prende più consistenza una domanda ormai quantomeno legittima: e se la scelta migliore fosse commissariare la sanità lombarda?

Show notes

In questa puntata sono con voi: Stefano Colombo @stefthesub e Alessandro Massone @amassone. Per non perderti nemmeno un episodio di TRAPPIST, abbonati su Spotify e Apple Podcasts.

Se ti piace il nostro lavoro e vuoi sostenerci, abbonati alla newsletter di Hello, World!, la nostra rassegna stampa del mattino.

Se invece vuoi discutere con la redazione, ci trovi su Ogopogo, il nostro gruppo Facebook.

logo-footer
TESTATA REGISTRATA AL TRIBUNALE DI MILANO (N. 162 DEL 11/05/2017)

Resta nel nostro radar.

Segui the Submarine su Instagram e Twitter,
iscriviti al nostro canale Telegram
o alla nostra newsletter settimanale gratuita.

Share via