fbpx
 

Mezza Italia sta soffocando nello smog, ma tutto quello che sappiamo fare è il blocco dei diesel

https://thesubmarine.it/wp-content/uploads/2018/05/smog-roma-1280x900.jpg

in copertina, foto CC wolfgang.mller54

Questa è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Vi siete già iscritti al nostro canale Telegram? E alla nostra nuova newsletter settimanale gratuita?

Per l’emergenza smog, oggi a Roma non potranno circolare tutti i veicoli diesel dalle 7:30 alle 10:30 e dalle 16:30 alle 20:30, all’interno dell’area della cosiddetta “Fascia Verde.” Secondo Legambiente Lazio, la decisione è stata presa “con incredibile ritardo”: nella capitale il Pm10 supera i limiti consentiti da dieci giorni. (la Repubblica)

Ovviamente la Lega, per voce del consigliere comunale Davide Bordoni, ha preferito protestare contro il blocco del traffico, dicendo che bloccare anche i veicoli Euro 6 significa fare “terrorismo ecologico.” (Roma Daily News)

A Torino e dintorni, invece, si fermeranno i veicoli diesel solo fino agli Euro 5. Da venerdì 17 probabilmente scatterà il “livello viola” dell’allerta, che estende il blocco a 13 ore, dalle 7 alle 20. La Regione e il Comune, intanto, litiga su chi dovrebbe pagare per garantire il trasporto pubblico gratuito nei giorni di maggiore emergenza. (Torino Today / la Repubblica Torino)

In Lombardia entreranno in vigore misure ancora più modeste, con il blocco dei diesel solo fino agli Euro 4 nelle province di Monza e Cremona (dove era stato revocato settimana scorsa). Lo stesso vale per Milano, dove la quantità di Pm10 nell’aria è stabilmente oltre il limite di 50 mg/m3 da una quindicina di giorni. (Fanpage)

Anche l’area di Firenze non se la passa tanto bene: da oggi scatta il blocco in 8 comuni, e resterà in vigore per 5 giorni anche se le condizioni meteo dovessero migliorare. (il Reporter)

Che cosa respirate quando uscite di casa? Il sito di Arpa Lombardia ha una mappa molto utile con cui potete conoscere giorno per giorno il livello di Pm10 e Pm2,5 medio nell’aria in tutta la Regione. Oggi il quadro è questo:

Ma bloccare le automobili serve a qualcosa? Il traffico automobilistico contribuisce in maniera rilevante alla diffusione del particolato nell’aria, ma i blocchi sono solitamente troppo timidi (perché limitati ad alcune fasce orarie o varati solo dopo diversi giorni di sforamento) e, soprattutto, non sono un modo per affrontare il problema in maniera strutturale. (il Post, dagli archivi)

Eppure, il problema si presenta praticamente sempre uguale da almeno un decennio, specialmente nei mesi invernali.

Un modello per contrastare l’inquinamento nelle città potrebbe esserci: è quello di Pechino. La capitale della Cina nel 1998 ha dichiarato “guerra all’inquinamento,” e vent’anni dopo ne sta uscendo vincitrice. Un report ONU dello scorso anno descrive come il risultato sia stato ottenuto con “un enorme investimento economico, di tempo, e di risorse politiche.” Si tratta di un caso di studio per ogni paese o città che voglia combattere l’inquinamento, spiega Joyce Msuya, vicedirettrice del programma ambientale delle Nazioni Unite, che ha ottenuto più del dimezzamento del Pm10 e la riduzione del 35% del Pm2,5. (Climate & Clean Air Coalition, qui il report completo)

* * *

Vuoi ricevere Hello, World! tutte le mattine direttamente via email? Sostieni the Submarine e abbonati alla newsletter. In cambio, oltre alla tua rassegna stampa preferita direttamente in inbox, riceverai link e contenuti extra, e la nostra eterna gratitudine.

* * *

Mondo

Le proteste in Iran sono entrate nella loro terza giornata, nonostante la repressione violenta, compreso l’uso di proiettili veri. Un video emerso durante la giornata di ieri mostra un gruppo di studenti che urla “Chierici andatevene” fuori dalle università di Esfahan e Teheran. Le proteste sono supportate anche da diverse figure della società civile, tra professori universitari, sportivi, attori e artisti. Due conduttori televisivi hanno rassegnato le proprie dimissioni in protesta delle informazioni false trasmesse in merito all’incidente del volo PS752. (Al Jazeera)

Proseguono i lavori per confermare il cessate il fuoco in Libia: nel corso della giornata di ieri Middle East Eye ha pubblicato due foto della bozza del testo dell’intesa tra le forze del governo di accordo nazionale e l’esercito nazionale libico. I negoziati sono andati avanti e prevedono la formazione di una commissione militare congiunta per mantenere il cessate il fuoco. Al–Serraj ha già firmato l’accordo, mentre Haftar si è preso fino a questa mattina per riflettere. (Twitter / Middle East Eye)

Ieri il presidente del Consiglio Conte, che ha incontrato Erdogan ad Ankara, si diceva “fiducioso” sul fatto che Haftar avrebbe firmato l’accordo stamattina.

L’omicidio di Suleimani era premeditato: un retroscena rivela che Trump avrebbe autorizzato l’attacco al capo della forza Quds già sette mesi fa, ponendo come unica condizione che si attendesse che l’Iran fosse responsabile della morte in una persona statunitense. La rivelazione distrugge la versione ufficiale dei fatti della Casa bianca, secondo cui l’operazione sarebbe stata autorizzata per impedire specifici futuri attacchi alle ambasciate statunitensi. (NBC News)

Trump stesso, tra le righe, ha ammesso che questa ricostruzione è corretta, dicendo che in ogni caso “non importa” se gli attacchi fossero imminenti o se l’amministrazione fosse unanime nella decisione — per via dell’“orribile passato” di Suleimani. (Twitter)

Ieri Trump ha passato di nuovo la giornata su Twitter, tra le altre cose retwittando questo fotomontaggio di Schumer e Pelosi:

Una gigantesca voragine stradale si è aperta nella città di Xining, nella provincia di Qinghai, in Cina, inghiottendo un autobus e diversi pedoni. Le vittime sono almeno sei. Non è la prima volta che capitano incidenti simili, a causa dello sviluppo edilizio molto rapido delle città — spesso a discapito dei materiali e delle tecniche costruttive. (BBC News)

Crisi climatica

Una nuova analisi conferma l’innalzamento delle temperature degli oceani, un segnale diretto del riscaldamento “inconfutabile e sempre più rapido” del nostro pianeta. Secondo i dati, gli ultimi cinque anni sono i cinque anni più caldi della storia per temperatura media degli oceani. Gli ultimi dieci anni, sono i dieci anni più caldi. (the Guardian)

La quantità di fumi emessi dagli incendi australiani nell’atmosfera è tale che riusciranno a fare il giro del mondo e a tornare sul paese da ovest. I fumi hanno raggiunto la parte più bassa della stratosfera, a 17,7 chilometri sopra il livello del mare, ha dichiarato la NASA. (the Age)

Italia

I senatori della maggioranza hanno abbandonato i lavori della Giunta per le autorizzazioni a procedere del Senato dopo il colpo di mano del suo presidente, Maurizio Gasparri: il voto del senatore di Forza Italia — che normalmente non dovrebbe esprimersi, in quanto “arbitro” — è stato infatti decisivo per respingere la richiesta di acquisire ulteriori documenti sullo stato di salute dei migranti tenuti in ostaggio sulla nave Gregoretti. In più, Gasparri ha convocato per domani una riunione dell’Ufficio di presidenza della Giunta, nonostante l’assenza programmata del segretario Grasso (LeU) e di Giarrusso (M5S). Secondo il senatore Crucioli (M5S), Gasparri ha “teso un trabocchetto ai colleghi.” Lui si è difeso parlando di “totale correttezza.” (il Fatto Quotidiano / Corriere della Sera video)

Sul caso la tensione resta piuttosto alta. In un’intervista al Corriere, Conte ha ribadito la propria estraneità nella decisione di trattenere i migranti a bordo della nave — mentre Gasparri, nella propria relazione, sostiene che l’autorizzazione a procedere nei confronti di Salvini debba essere respinta proprio per via del “coinvolgimento politico-governativo” dello stesso Conte. (Fanpage)

Dal conclave di Rieti — che è letteralmente un conclave: il gotha del Pd si è riunito per due giorni nell’abbazia cistercense di Contiglianoemerge la volontà di restare al governo “qualunque cosa accada in Emilia Romagna,” cercando di trarre vantaggio dall’implosione del Movimento 5 Stelle. Tra gli interventi di ieri, Dario Franceschini ha tuonato contro “l’idiozia” della “mancata discontinuità” rispetto al governo precedente. Secondo il ministro, la discontinuità “c’è su tutto,” ma ora deve iniziare una nuova fase programmatica, per diventare il partito “che non lascia da soli” e che “darà ascolto a Sardine e a Greta” (sic). (la Repubblica / HuffPost)

Sarà per questa discontinuità che le navi delle Ong Sea-Watch e Open Arms sono in mezzo al mare a sud della Sicilia, con 119 e 118 naufraghi a bordo, in attesa di un porto sicuro ormai da diversi giorni.

Sulla terraferma i migranti incarcerati nel Cpr di corso Brunelleschi, a Torino, sono di nuovo insorti, dando alle fiamme materassi e masserizie. Cinque agenti del reparto mobile della polizia sono rimasti lievemente feriti, mentre cinque persone sono state ritenute responsabili dei “disordini,” e sono state arrestate. Si tratta del secondo episodio in dieci giorni al Cpr di Torino, e casi simili si sono verificati anche a Caltanissetta, Trapani, e Bari. Secondo gli inquirenti ci sarebbe una “regia comune” dietro le proteste. (la Repubblica Torino)

Milano

Raffaele Ielpo, un operaio di 42 anni, è morto mentre lavorava nel cantiere della Metropolitana 4 in piazza Tirana. L’incidente è avvenuto intorno alle 18:35 di ieri: Ielpo sarebbe stato travolto da un grosso masso mentre prendeva le misure a un muro di un cunicolo di collegamento, a 18 metri di profondità. (la Repubblica Milano)

Tech

Il procuratore generale William Barr ha fatto pubblicamente pressione su Apple perché collabori a decriptare i contenuti dell’iPhone del responsabile della sparatoria in cui sono state uccise tre persone a Pensacola, in Florida. Come nella disputa con l’FBI tra 2015 e 2016, la richiesta del dipartimento della Giustizia è irrealizzabile senza compromettere la sicurezza delle informazioni di tutte le persone che usano prodotti Apple al mondo. (the New York Times)

Apple ha risposto a Barr negando di non aver offerto assistenza alle indagini — l’azienda ha già fornito tutte le informazioni che aveva sui propri server, come è richiesto dalla legge — ma tiene la posizione già presa quattro anni fa: compromettere la crittografia dei propri telefoni mette in pericolo tutti. (Input)

Gif di Nico Roxe

Cult

Le nomination per gli Oscar di quest’anno sono state dominate da Joker, il blockbuster di Todd Phillips, che correrà per 11 statuette. E sì, anche quest’anno non ci sono donne tra i candidati per la Miglior regia. (the Guardian)

A proposito di cinema, sarà Spike Lee a guidare la giuria del prossimo Festival di Cannes. “Sono onorato di essere la prima persona della diaspora africana negli Stati Uniti ad essere nominato presidente della giuria di Cannes, e di un festival importante,” ha detto il regista. (Deadline)

Giornalismi

In questo breve post su Medium, il collettivo Nicoletta Bourbaki ricorda che Giampaolo Pansa, scomparso due giorni fa, deve la propria fama soprattutto all’aver propagandato e sdoganato nel mainstream una lunga serie di bufale storiche sulla Resistenza. (Medium)

A proposito di giornalisti blasonati che diffondono pessime idee, qualche giorno fa Ernesto Galli della Loggia ha firmato un editoriale sul Corriere della Sera in cui, sostanzialmente, ci fa sapere che “sentirsi infastiditi dall’odore del cibo cucinato dai bengalesi, o trovare sgradevole l’idea di avere dei vicini di casa rom, non ha niente a che fare con il razzismo.” Su Valigia Blu, Matteo Pascoletti fa un’accurata disamina di questa sorta di “finto buonsenso,” che finisce proprio per normalizzare il razzismo. (Valigia Blu)

* * *

Gif di Sherchle

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

Related

Resta nel nostro radar.

Segui the Submarine su Instagram e Twitter,
iscriviti al nostro canale Telegram
o alla nostra newsletter settimanale gratuita.

Share via