Sotto sequestro

https://thesubmarine.it/wp-content/uploads/2019/08/ECB4-e1WsAAsxSW-1280x960.jpeg
in copertina, foto di @openarms_fund, via Twitter

Questa è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

I legali di Proactiva Open Arms hanno presentato un esposto in cui ipotizzano che il divieto d’ingresso nel porto di Lampedusa profili i reati di sequestro di persona, privazione della libertà personale, violenza privata, abuso di atti di ufficio, e abuso di potere. Il divieto, firmato dalla guardia costiera italiana, ha bloccato la nave a poche centinaia di metri dal porto di Lampedusa, malgrado la sospensione del decreto sicurezza bis disposta dal Tar del Lazio. (Internazionale)

La procura di Agrigento in risposta all’esposto ha aperto un fascicolo d’indagine per sequestro di persona. Il centro di ricerca e soccorso di Roma ha scritto al Viminale dicendo che “non vi sono impedimenti di sorta per l’attracco senza indugio a Lampedusa.” Anche il tribunale dei minori si sta muovendo, e ha nominato tutori per i 29 minori non accompagnati a bordo, in modo che siano fatti sbarcare al più presto. (la Repubblica)

Matteo Salvini, la cui vis retorica sembra prosciugata dalla crisi di governo più ridicola della storia della Repubblica, ha rinfacciato alla ong che l’emergenza medica a bordo sarebbe una “balla.” Salvini si riferisce alle dichiarazioni di Francesco Cascio, il responsabile del poliambulatorio di Lampedusa, secondo cui “Le 13 persone sbarcate non avevano alcuna patologia.” Cascio, che ha sostituito Pietro Bartolo a Lampedusa, ha un lungo passato di militanza nel centrodestra, che siamo sicuri non abbia in nessun modo colorato le sue dichiarazioni. (Corriere della Sera)

Di opinione diversa è lo staff Cisom, il Corpo italiano di soccorso dell’Ordine di Malta, salito a bordo della Open Arms, che commenta le situazioni durissime a bordo della nave: “I naufraghi vivono ammassati gli uni sugli altri, non c’è possibilità di deambulare, sono presenti solo due bagni chimici e spesso i naufraghi sono costretti a espletare i loro bisogni fisiologici nello stesso spazio in cui dormono e mangiano. (…) Rileviamo condizioni di salute mentale precarie, lo stato d’animo a bordo è di profondo sconforto.” Lo staff Cisom ha evidenziato la presenza di almeno 20 persone con la scabbia e “numerosi casi” di cistite semplice ed emorragica. (il manifesto)

Quanto è disperato lo staff di Salvini di mostrare in pubblico che c’è consenso attorno al proprio ostruzionismo? Il livello è pilotare i sondaggi su Facebook di Sky TG24 invitando — quattro volte in un giorno! — i sostenitori a votare a favore di Salvini e contro Trenta. (la Repubblica)

Salvini e Giorgetti, intanto, stanno facendo tutto quello che possono per salvare il governo dall’aggressione di Salvini stesso. Gli ultimi retroscena parlano di un’offerta leghista che metterebbe Di Maio alla presidenza del Consiglio e Conte in Commissione europea. Ma il M5S guarda alle offerte con sospetto: cosa garantisce a Di Maio che questa identica situazione non si ripeta tra un mese o due? (la Stampa, dietro paywall)

Per ora Di Maio non sembra interessato alle offerte leghiste, e intanto Delrio torna a proporre un “accordo scritto” — che non sia un contratto di governo! — “come tra Cdu e Spd.” (Rai News)

* * *

Vuoi ricevere Hello, World! tutte le mattine direttamente via email? Sostieni the Submarine e abbonati alla newsletter. In cambio, oltre alla tua rassegna stampa preferita direttamente in inbox, riceverai link e contenuti extra, e la nostra eterna gratitudine.

* * *

Mondo

Continua ad allargarsi la crisi in Yemen: i secessionisti del Consiglio di Transizione del Sud hanno annunciato che non solo non lasceranno le strutture governative occupate a Aden, ma che mirano a prendere il controllo delle altre province meridionali del paese. I separatisti hanno confermato la propria fedeltà a quello che hanno chiamato “fronte di resistenza del nord” contro il movimento ribello Houthi, ma non accetterà più la presenza di forze armate del governo centrale nei territori che controlla. (Al–Aradi Al–Jadeed)

Israele ha fatto parzialmente marcia indietro sulle restrizioni imposte sulle parlamentari statunitensi Tlaib e Omar, concedendo a Tlaib, e solo a Tlaib, il permesso di entrare nel paese “per ragioni umanitarie,” per permetterle di incontrare sua nonna. La parlamentare di Detroit ha giustamente rifiutato l’apertura israeliana, sottolineando che si trattava di “condizioni oppressive” che avevano lo scopo di “umiliarla.” (Middle East Eye)

Sono in corso i preparativi per far ripartire la petroliera sequestrata da Gibilterra lo scorso 4 luglio. La nave ripartirà non più battendo bandiera di Panama ma con quella iraniana, e cambierà il proprio nome da Grace 1 a Adrian Darya. (France 24)

I liberal democratici britannici dicono di essere contro la Brexit no–deal, ma non lo sono abbastanza per sostenere un governo temporaneo di Cordin per impedire l’uscita dall’Unione europea senza accordo. Il sindaco di Londra Sadiq Khan ha scritto alla leader dei liberal democratici Jo Swinson chiedendole di mettere da parte la propria opposizione a Cordin. È ormai chiaro che Johnson stia mirando a un’uscita senza accordo, scrive Khan. (the Guardian)

Sempre più cittadini statunitensi stanno facendo richiesta di passaporti, per portare sempre con sé un documento che dimostri all’ICE che non sono migranti sans papier. Le politiche di Trump non sono semplicemente oppressive nei confronti dei migranti che perseguitano: stanno plasmando la società statunitense, rendendo i cittadini sempre più spaventati del proprio governo. (CNN)

L’autopsia di Jeffrey Epstein ha confermato che il finanziere si è suicidato, respingendo quindi le molte teorie del complotto che volevano che Epstein fosse stato assassinato. La capa della medicina legale di New York, Barbara Sampson, ha escluso categoricamente che ci siano tracce di omicidio. Siamo certi che la dichiarazione metterà a tacere tutte le teorie del complotto, vero? (the New York Times)

La politica groenlandese si è divertita abbastanza con la storia secondo cui Trump si sarebbe informato per comprare l’isola, attualmente nazione indipendente parte del Regno di Danimarca. (NPR)

Italia

È morto a 77 anni Felice Gimondi, uno dei più grandi ciclisti italiani di sempre. Ha avuto un malore mentre era al mare con la famiglia, in Sicilia. (ANSA)

Milano

Milano è la città italiana in cui si legge di più. O, se volete vederla diversamente, la città in cui si comprano più libri su Amazon. Lo rivela Amazon. (Mentelocale)

Cult

Ai confini tra il pessimismo cosmico dei prepper e la meditazione di una vita semplice nella natura, il canale YouTube Primitive Technology mostra come costruirsi strumenti e ripari senza usare nessuno strumento tecnologico. Secondo Andrew Paul è come guardare video di Bob Ross… ma per l’antropocene. (the Outline)

Giovanissimi palestinesi che fanno skateboard, alla faccia dell’occupazione israeliana. (Dazed)

Culto

In un articolo su New Era, la rivista giovanile della Chiesa mormone, i leader della chiesa ricordano ai lettori che la fede proibisce “le bevande calde” — anche quando sono fredde 🤔. Per cui niente tè freddo, nemmeno tè verde, e soprattutto niente bevande che finiscano in “–ccino.” (the Washington Post)

* * *

Gif di Gifmyass

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

Se ti piace il nostro lavoro e vuoi sostenerci, abbonati alla newsletter di Hello, World!, la nostra rassegna stampa del mattino.

Se invece vuoi discutere con la redazione, ci trovi su Ogopogo, il nostro gruppo Facebook.

Related

Share via

 

Ti piace il nostro lavoro? Sostienici!

Abbonati alla newsletter

di Hello, World!

 

Ogni mattina, una rassegna di link da leggere, vedere e ascoltare, direttamente nella tua inbox.