Anche noi abbiamo una letteratura postcoloniale e dobbiamo leggerla

https://thesubmarine.it/wp-content/uploads/2019/06/cover-sconfini-1280x731.jpg

In questa puntata di S/Confini parliamo di letteratura postcoloniale italiana assieme ad Anna Finozzi, dottoranda nel dipartimento di Lingue Romanze e Classiche all’Università di Stoccolma.

Nell’ambito della letteratura italiana, il termine “postcoloniale” viene impiegato per la prima volta nel 2004 in due pubblicazioni di Sandra Ponzanesi e Tiziana Morosetti. Nonostante l’estremo ritardo rispetto ad altri paesi europei, lo studio e la lettura dei testi che possono ricondursi a questo corpus sembra farsi largo anche nel nostro paese, dove tuttavia si possono contare solo due dipartimenti di Cultural Studies, a Bologna e a Palermo.

Questo ha varie cause, ma irrimediabile resta l’amnesia sul pur recente colonialismo italiano. Ancora oggi infatti gli orrori del nostro passato rimangono un rimosso della storiografia. Nonostante gli studi di personalità eminenti come Angelo Del Boca, sembra ancora impossibile riuscire a sfatare il mito degli italiani brava gente.

Assieme ad Anna cerchiamo di capire quali sono le caratteristiche di questa letteratura che parla di tutt* noi. Che cosa si intende per letteratura italiana postcoloniale? Quali sono le voci principali di questa corrente? E ancora: quale funzione ha l’uso di una lingua ibrida nei testi postcoloniali?

E infine: possiamo smetterla di usare il termine esotic*, per favore?

Anna Finozzi

Ai microfoni: Natasha Fernando, Maria Mancuso, Anna Finozzi
Redazione: Natasha e Maria
Editing e post-produzione:  Natasha e Maria
Musica: Francesco Fusaro

Show notes

La figura subalterna
Il postcolonial a grandi linee
Fanon e “le maschere bianche”
Orientalismo in Italia
La vera storia di Faccetta nera
El-ghibli
Banca dati degli Scrittori Immigrati in Lingua Italiana e della Letteratura Italiana della Migrazione Mondiale
Adua, Igiaba Scego
Italian Postcolonial Literature (Caterina Romeo, 2017)

 

Se ti piace il nostro lavoro e vuoi sostenerci, abbonati alla newsletter di Hello, World!, la nostra rassegna stampa del mattino.

Se invece vuoi discutere con la redazione, ci trovi su Ogopogo, il nostro gruppo Facebook.

Related

Share via

 

Ti piace il nostro lavoro? Sostienici!

Abbonati alla newsletter

di Hello, World!

 

Ogni mattina, una rassegna di link da leggere, vedere e ascoltare, direttamente nella tua inbox.