Cannabis legale e antifascista

https://thesubmarine.it/wp-content/uploads/2019/05/salvini-green-trigger-1280x932.jpg

Benvenut* a Trappist, l’unico podcast che ha una percentuale di THC superiore al 20%.

In questa puntata commentiamo la stretta improvvisata di Matteo Salvini contro la cannabis light, una boutade televisiva trasformatasi nel giro di un giorno in una direttiva ministeriale. Qual è il senso di una stretta contro negozi che sono stati aperti solo grazie alla legalizzazione della vendita della cannabis light solo due anni fa? E quali sono i veri confini tra “guerra alla droga” e “sicurezza”?

Nella seconda metà della puntata torniamo sul caso degli editori neofascisti al Salone del libro, un problema di vecchia data che finalmente gli intellettuali italiani sono stati costretti ad affrontare. Alla fine Altaforte non ha potuto partecipare al Salone — grazie a pressioni da parte di autori, istituzioni, politici — ma si tratta di un sintomo di un problema piú ampio, il non aver gestito correttamente il fascismo dal Secondo dopoguerra ad oggi.

Show notes

* * *

Non perdere nemmeno una puntata, abbonati su Spotify o Apple Podcasts, oppure cerca TRAPPIST nella tua app preferita!

In questa puntata sono con voi: Stefano Colombo @SteftheSub e Alessandro Massone @amassone.

Se ti piace il nostro lavoro e vuoi sostenerci, abbonati alla newsletter di Hello, World!, la nostra rassegna stampa del mattino.

Se invece vuoi discutere con la redazione, ci trovi su Ogopogo, il nostro gruppo Facebook.

Resta nel nostro radar.

Segui the Submarine su Instagram e Twitter,
iscriviti al nostro canale Telegram
o alla nostra newsletter settimanale gratuita.

Share via

 

Ti piace il nostro lavoro? Sostienici!

Abbonati alla newsletter

di Hello, World!

 

Ogni mattina, una rassegna di link da leggere, vedere e ascoltare, direttamente nella tua inbox.