in copertina, foto via Facebook

Questa è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

A quanto pare, il presidente del Consiglio Conte ha sbottato contro Salvini durante il Consiglio dei Ministri, dopo che il vicepremier è andato ad annunciare lo stralcio del “Salva Roma” dal dl “Crescita” prima ancora che se ne discutesse. “Il Cdm è un organo collegiale, non siamo qui a fare i tuoi passacarte. Devi portare rispetto a me e a ciascuno dei ministri che siedono intorno a questo tavolo.” (Adnkronos)

Fatto sta, però, che il bambino capriccioso è riuscito a ottenere almeno in parte quello che voleva: dopo quattro ore di Cdm, oltre la mezzanotte, i commi della norma più invisi alla Lega sono stati stralciati. Salvini ha espresso soddisfazione, mentre per il Movimento 5 Stelle “è un buon punto di partenza.” I pentastellati sperano che il dibattito parlamentare riporti il decreto alle intenzioni originarie. (Sky TG 24)

Il riferimento alla possibilità di ulteriori modifiche in sede parlamentare è adombrata dallo stesso Conte, che in un pacato post su Facebook al termine della riunione (“oggi è stata una giornata proficua”) ha scelto di concentrarsi sui lati positivi del decreto appena approvato, accennando solo di volata al “percorso normativo a sostegno dei comuni, a partire da Roma.” (Facebook)

E in parlamento qualcuno certamente riporterà i punti stralciati come emendamento, perché sul Salva Roma la Lega, in realtà, è molto isolata — la norma è sostenuta da voti che attraversano tutto l’arco politico, da Meloni (FdI) a De Petris (LeU). Si tratta, peraltro, di una norma di ristrutturazione del debito che non pesa sui cittadini e che non aggraverebbe il peso di Roma sulla fiscalità generale. (il manifesto)

La tensione all’interno del governo, però, non sembra essere mai stata così alta: secondo indiscrezioni raccolte da Repubblica, Salvini avrebbe scritto ai suoi che il 27 maggio si stacca la spina al governo: “Non possiamo andare avanti con questi qua. Il 27 maggio, comunque vada, mettiamo fine a questa storia.” (Next Quotidiano)

Intanto, per compensare il terreno perso nel governo, il Movimento 5 Stelle prova a inasprire i toni sul caso Siri: sul blog del partito sono apparse “quattro domande alla Lega” per un chiarimento “necessario e non più rimandabile.” (HuffPost / il Blog delle Stelle)

L’altro caso mediatico della giornata è stato l’episodio di un accoltellamento tra due persone senza fissa dimora, avvenuto sempre a Roma lo scorso sabato 20 aprile. Salvini ha fatto dell’episodio un esempio, usando il dettaglio che l’uomo aggredito portasse al collo un crocifisso, in una lettera ai prefetti e questori, in cui continua a suonare il proprio fischietto neonazista: “I veri pericoli per la sicurezza vengono dal terrorismo islamico, non dai rossi o i neri che sono nostalgici.” Ma anche su questo fronte il Movimento 5 Stelle è agitato, e pretende dal ministro ancora più securitarismo. Secondo Di Maio “bisogna fare di più sui rimpatri, che sono fermi al palo.” (HuffPost)

Peraltro è stata la stessa Questura di Roma a smentire che alla base della rissa ci siano state motivazioni “religiose,” parlando al contrario di una lite scatenata da “futili motivi.” (Fanpage)

* * *

Vuoi ricevere Hello, World! tutte le mattine direttamente via email? Sostieni the Submarine e abbonati alla newsletter. In cambio, oltre alla tua rassegna stampa preferita direttamente in inbox, riceverai link e contenuti extra, e la nostra eterna gratitudine.

* * *

Mondo

Gli attentati in Sri Lanka sono stati rivendicati dall’Isis, attraverso un comunicato e un video che mostra alcuni dei sospetti attentatori. Non c’è prova che il gruppo terrorista abbia dato più che un appoggio esterno, e resta da capire come sia stato possibile organizzare un attacco coordinato di tali dimensioni. (the New York Times)

L’Arabia Saudita ha eseguito la condanna a morte di 37 persone in un solo giorno — tutte accusate di terrorismo, ma almeno 14 di loro avevano preso parte alle manifestazioni antigovernative tra il 2011 e il 2012. Uno era stato condannato per un crimine commesso a 18 anni. (Amnesty International)

Con l’88,83% a favore e un quorum del 44,33%, l’Egitto ha approvato il referendum con cui si estendono i poteri, il numero di mandati, e la durata del mandato di al–Sisi. Inoltre, viene codificato l’uso dell’esercito come braccio armato del governo contro la società civile. La votazione, lunga tre giorni, si è tenuta sotto pressioni fortissime da parte di politici e militari. (Al–Araby Al–Jadeed)

L’IRS, l’agenzia statunitense deputata alla riscossione delle tasse, ha di nuovo ignorato la richiesta da parte del Congresso di consegnare la dichiarazione dei redditi di Trump. Il segretario al Tesoro Mnuchin si è imposto come scadenza il 6 maggio per prendere una decisione finale, ma sembra certo che respingerà la richiesta congressuale. (Politico)

Trump è da giorni scosso da una rabbia sempre più violenta — per le indagini che a suo parere dovrebbero terminare, per la poca collaborazione dello staff alla Casa bianca, ma anche per cose importanti, come il proprio numero di follower su Twitter, di cui si è lamentato in persona con il fondatore del servizio Jack Dorsey. (CNN / Bloomberg / the Washington Post, via Outline.com)

Gif di Cappa Video Productions

La tensione è altissima in vista di due udienze presso la Corte suprema in cui verrà dibattuta la legalità di licenziare una persona in base al suo orientamento sessuale. Secondo il gruppo conservatore che ha spinto perché uno dei casi fosse ricevuto dalla alta Corte le leggi sui diritti civili che proteggono dalla discriminazione per il proprio sesso non coprono la discriminazione per “identità di genere” — ovvero, il gruppo pretende che discriminare le persone LGBTQ debba essere legale. (NBC News)

La risoluzione delle Nazioni Unite sullo stupro come crimine di guerra è stata drasticamente ammorbidita per accontentare gli Stati Uniti, che avevano minacciato di porre il veto contro il documento. Gli Stati Uniti hanno ottenuto che il testo non facesse riferimento a servizi per la salute riproduttiva e non chiedesse la formazione di un gruppo di lavoro che monitori la violenza sessuale. (the Guardian)

Le autorità tunisine hanno fermato 20 cittadini europei, tra cui 13 di nazionalità francese, che cercavano di portare armi in Libia. Secondo fonti anonime del governo tunisino — ufficialmente smentite — si tratterebbe di membri dei servizi segreti francesi, a rafforzare il sospetto di un appoggio ufficioso di Parigi all’offensiva di Haftar. (Al Jazeera)

I leader del “movimento degli ombrelli” di Hong Kong sono stati condannati a sedici mesi di prigione. A inizio mese il giudice aveva stabilito che il codice legale di Hong Kong riconosceva la nozione di disobbedienza civile, ma “non può essere usato come difesa.” (South China Morning Post)

Italia

Dopo il Consiglio dei Ministri, si è svolto in piena notte l’incontro tra i sindacati della scuola e il governo: è stato raggiunto un accordo che prevede più risorse per il rinnovo contrattuale e “soluzioni per il precariato.” I sindacati hanno deciso quindi di revocare lo sciopero inizialmente convocato per il prossimo 17 maggio. (ANSA)

A quanto pare è un impiegato comunale di Roma a informare i neofascisti di CasaPound quando si liberano alloggi popolari da occupare, mentre nello stabile occupato di via Napoleone III abitano almeno tre dipendenti pubblici. (la Repubblica Roma)

Per difendere Radio Radicale è scesa in campo anche l’AgCom, che ha chiesto al governo di prorogare l’attuale convenzione in attesa di definire le procedure di gara per una nuova assegnazione. (Primaonline)

Cult

Il mostro del prossimo film di Guillermo del Toro sarà… Leonardo Di Caprio, che probabilmente metterà la faccia a Nightmare Alley, il remake del regista di un classico noir degli anni Quaranta. (Variety)

Vi ricordate lo smartphone con lo schermo pieghevole di Samsung, che doveva uscire negli Stati Uniti questo venerdì? Non uscirà questo week end, perché si rompe a piegarlo. (the Wall Street Journal)

Su Twitch non ci sono solo dirette di sparatutto e giochi di strategia in tempo reale, ma anche persone che leggono libri “facendo le voci,” persone che giocano con i LEGO, persone che disegnano: è “Twitch per gli introversi,” e magari c’è qualcosa anche per voi. (Gizmodo)

Gif di Sheepfilms

Guarda il trailer di Knock Down the House, il documentario di Netflix sulle campagne elettorali di Alexandria Ocasio-Cortez, Amy Vilela, Cori Bush, e Paula Jean Swearengin che ha vinto il premio del pubblico al Sundance. (YouTube)

Spazio

La sonda InSight della NASA potrebbe aver rilevato per la prima volta un terremoto su Marte. (the Guardian)

* * *

Gif di Martha of Miami

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

Se ti piace il nostro lavoro e vuoi sostenerci, abbonati alla newsletter di Hello, World!, la nostra rassegna stampa del mattino.

Se invece vuoi discutere con la redazione, ci trovi su Ogopogo, il nostro gruppo Facebook.

Share via

 

Ti piace il nostro lavoro? Sostienici!

Abbonati alla newsletter

di Hello, World!

 

Ogni mattina, una rassegna di link da leggere, vedere e ascoltare, direttamente nella tua inbox.