in copertina, foto via Twitter

Questa è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Ieri è stata la giornata dei due concerti contrapposti al confine tra il Venezuela e la Colombia: il primo, organizzato dal miliardario Richard Branson a supporto dell’opposizione di Guaido — che si è fatto vedere sul palco a un certo punto — è stato una sorta di “Live Aid” con la partecipazione di più di 30 artisti latino-americani e circa 100 mila spettatori. (ABC News)

Se volete rivedere tutta la manifestazione, qui c’è la diretta di Global News. (YouTube)

Durante lo svolgimento del concerto, i provider di internet del paese avrebbero bloccato lo streaming per impedirne la diffusione. (Efecto Cocuyo)

Più modesto e decisamente meno coperto dai media internazionali, l’evento a favore di Maduro è un festival di tre giorni sotto lo slogan “Giù le mani dal Venezuela.” (France 24)

Intanto, nella cittadina di Kumarakapay, vicino al confine con il Brasile, l’esercito ha risposto con la violenza a una manifestazione, e almeno due contestatori avrebbero perso la vita, e una dozzina sarebbero rimasti feriti. (the New York Times)

Ma non è solo il confine brasiliano ad essere al centro delle tensioni: il governo ha ordinato ieri la chiusura anche di quello con la Colombia, da cui dovrebbero passare gli aiuti umanitari statunitensi. L’ultimatum proclamato da Guaido teoricamente scade oggi. (teleSUR)

* * *

Vuoi ricevere Hello, World! tutte le mattine direttamente via email? Sostieni the Submarine e abbonati alla newsletter. In cambio, oltre alla tua rassegna stampa preferita direttamente in inbox, riceverai link e contenuti extra, e la nostra eterna gratitudine.

* * *

Mondo

L’esercito israeliano ha di nuovo risposto con forza eccessiva alle proteste sul confine della Striscia di Gaza, ferendo 40 persone e uccidendo un ragazzino di quindici anni. Secondo una portavoce dell’esercito le operazioni “antisommossa” si sono svolte “secondo gli standard operativi.” Da un certo punto di vista, è impossibile darle torto: dallo scorso marzo l’esercito ha ucciso più di 220 palestinesi. (Reuters)

La consegna del report dell’indagine di Mueller è vicina, ma non vicinissima — sicuramente non sarà la settimana prossima. E non è ancora chiaro se il pubblico potrà leggere il documento, o se sarà riservata solo ai parlamentari. (CNBC)

Intanto, come aveva preannunciato durante lo Stato dell’Unione, Trump si prepara a minare le fondamenta del diritto d’aborto negli Stati Uniti, introducendo nuove regole per l’accesso ai fondi federali per Planned Parenthood. Secondo le nuove regole, per accedere ai fondi le cliniche dovranno essere “fisicamente e finanziariamente separate” dai centri che praticano l’aborto — impedendo alle cliniche di condividere staff con i centri per l’aborto e anche solo di menzionare la possibilità a donne che vanno per chiedere consigli. (the Hill)

Almeno 50 lavoratori di una piantagione di tè in India sono morti intossicati da un liquore distillato illegalmente, nello stato nord-orientale dell’Assam. (the Straits Times)

Dopo una settimana di rinvio, sono cominciate le operazioni di voto in Nigeria: paura per la sicurezza soprattutto nel nord del paese, dove è più forte la presenza di Boko Haram. (Al Jazeera)

Per cercare di porre un freno alle proteste che da mesi scuotono il paese, il presidente sudanese Omar al-Bashir ha ordinato l’imposizione di uno stato di emergenza annuale, dissolvendo il governo federale e nominando generali dell’esercito al posto dei governatori statali. Nate dall’aumento del prezzo dei generi alimentari, le proteste si sono estese fino a chiedere l’estromissione di Bashir — che è al governo dal 1989. (the New York Times)

Un altro parlamentare laburista ha lasciato il partito criticando la gestione di Jeremy Corbyn, accusandolo di aver “creato una cultura di estremismo e intolleranza.” Ma il parlamentare Dudley North non entrerà nel gruppo degli indipendenti fondato la scorsa settimana. (BBC News)

La Cina nel corso dello scorso anno ha impedito a 17,5 milioni di persone di comprare un biglietto d’aereo perché il loro “punteggio sociale” — calcolato in base al rispetto della legge e al consumo di prodotti cinesi — era troppo basso. (the Independent)

Il rapper R Kelly, da anni al centro di accuse di molestie sessuali, si è costituito alla polizia di Chicago. Su di lui gravano dieci capi d’accusa per abuso sessuale aggravato: in tre casi su quattro si tratta di vittime minorenni. (Chicago Sun Times)

Internet

Alcune email private tra alcuni dirigenti di Facebook — provenienti dalle carte di una causa legale in corso — sono state pubblicate online, rivelando ulteriori dettagli sulla spericolata gestione della privacy degli utenti rispetto alla possibilità di accesso ai dati delle app di terze parti. (the Guardian)

Tu dai il permesso a un’app di utilizzare i tuoi dati. E poi quell’app manda i tuoi dati a Facebook, senza informarti e senza darti un modo per impedirlo. Alcune delle app scoperte da Sam Schechner inviavano anche informazioni estremamente private, come dati sul battito cardiaco e sull’ovulazione. (the Wall Street Journal, via Outline.com)

Italia

Dietro un accordo di compravendita di carburante — tre milioni di tonnellate di gasolio — si nasconde il sostegno economico di Putin alla Lega sovranista di Matteo Salvini. Lo rivela un’inchiesta sull’Espresso di domani, che anticipa uno dei capitoli del Libro nero della Lega di Giovanni Tizian e Stefano Vergine, in uscita il prossimo 28 febbraio. (l’Espresso)

Il tribunale di Essen ha emanato l’ordine di arresto per l’ex ad della Thyssen Krupp Harald Espenhahn e dell’ex consigliere Gerald Priegnitz, condannati lo scorso 13 maggio 2016 dalla Cassazione per omicidio colposo plurimo. I due sono considerati responsabili del rogo nello stabilimento Thyssen di Torino del dicembre 2007, in cui morirono sette operai. (Corriere della Sera)

“Non siamo cavie”: in più di 40 manifestazioni in tutto il paese gli studenti delle scuole superiori sono tornati a protestare contro la nuova Maturità, cambiata in corso dell’anno. (la Repubblica)

Quagliarello ha presentato una proposta di legge per eliminare le adozioni da parte di coppie omogenitoriali. La proposta del senatore si concentra sulla rimozione di una riga della legge sulle Unioni Civili. Ma secondo Alessandro Bovo le adozioni gay non sarebbero a rischio — solo la GPA. In ogni caso, la proposta presenta evidenti aspetti incostituzionali. (Gay.it)

Domani si vota per le regionali in Sardegna, e anche se il centrodestra sembra in vantaggio Salvini teme un contraccolpo per l’esito, ancora in alto mare, della trattativa sul prezzo del latte: la soluzione promessa in 24 o 48 ore ovviamente non è arrivata. (il manifesto)

L’agenzia di rating Fitch ha confermato il giudizio sull’affidabilità creditizia italiana: BBB con outlook negativo, e siamo messi talmente male che il governo ha festeggiato. (Rai News)

Matteo Renzi, e i suoi cortigiani Martina e Giachetti, sembrano assolutamente decisi a far implodere il Partito democratico pur di non lasciarlo in mano a Zingaretti. È l’unica conclusione che si può trarre dalla manifestazione politica muscolare e patetica al Lingotto di Torino. (HuffPost)

Si è tolto la vita Alberto Rizzoli, tra gli eredi dell’editore Angelo Rizzoli. Aveva abbandonato l’editore per disaccordo con il fratello a fine anni Settanta. (Agi)

Cult

Come si vince un Oscar? Fare un bel film ovviamente non basta. (Vox)

A proposito, Slavoj Žižek ha qualcosa da ridire sul perché ci piace Roma di Alfonso Cuarón. (Internazionale)

C’è molta attesa per le nomination di Black Panther: è la prima volta che un film di supereroi concorre al premio più ambito della serata (miglior film), ma non sarebbe la prima volta che un film della Marvel si aggiudica un Oscar. (Fumettologica)

Spazio

La sonda spaziale giapponese Hayabusa2 è finalmente atterrata sull’asteroide Ryugu. Le informazioni raccolte dalla sonda potrebbero aiutarci a capire meglio la formazione del sistema solare — e forse anche l’inizio della vita sulla Terra. (CBC)

Con il successo del viaggio test di tre persone a bordo del razzo “spaziale” di Virgin Galactic l’era del turismo nello Spazio si avvicina. (Quartz)

* * *

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

Se ti piace il nostro lavoro e vuoi sostenerci, abbonati alla newsletter di Hello, World!, la nostra rassegna stampa del mattino.

Se invece vuoi discutere con la redazione, ci trovi su Ogopogo, il nostro gruppo Facebook.

Share via

 

Ti piace il nostro lavoro? Sostienici!

Abbonati alla newsletter

di Hello, World!

 

Ogni mattina, una rassegna di link da leggere, vedere e ascoltare, direttamente nella tua inbox.