grab di Fredy Pacini, da Teletruria

Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

A Monte San Savino (Arezzo) il proprietario di un’azienda di pneumatici e biciclette, Fredy Pacini, ha ucciso un ventinovenne moldavo che si era introdotto nel capannone per commettere un furto. Ora è indagato per eccesso colposo di legittima difesa, mentre — come in casi simili — è partita una campagna di solidarietà nel paese toscano e sui social. (la Repubblica)

Non solo solidarietà, ma anche il solito sciacallaggio da parte della Lega di Salvini, che si è affrettato a prendere le difese dell’imprenditore — ha cercato anche di parlargli al telefono personalmente, ma Pacini evidentemente non aveva voglia di farsi usare come uno strumento di propaganda istantanea, e il ministro ha dovuto accontentarsi di parlare con il suo avvocato. (la Nazione)

La liberalizzazione della legittima difesa è da sempre uno dei principali cavalli di battaglia della Lega. La riforma, però, al momento è bloccata tra i due rami del Parlamento, e il Movimento 5 Stelle non avrebbe intenzione di farla avanzare — ma sappiamo già come va a finire l’ostruzionismo dei 5 Stelle. (la Stampa, dietro paywall)

Sul banchetto si è gettata ovviamente anche Giorgia Meloni. (Twitter)

Il livello del dibattito è sintetizzato efficacemente da questa fine argomentazione politica, frutto evidentemente di lunghe letture, studi e riflessioni filosofiche, della ministra leghista Giulia Bongiorno: “Se ho una pistola e vedo qualcuno in casa mia, sparo.” (Blasting News)

O dal delirio da giustizia-fai-da-te che campeggia sulla prima pagina di Libero, dove si festeggia un omicidio e si chiede a gran voce la legge sulla legittima difesa. (il Post)

Ricordiamolo: la legge attuale non esclude la possibilità di legittima difesa, ma stabilisce un principio di “proporzionalità” tra la difesa e l’offesa. L’iscrizione nel registro degli indagati di chi uccide un ladro o un aggressore è un atto dovuto che serve a tutelare anche lui, per accertare come sono andate veramente le cose. (Valigia Blu, 23/10)

Ma le forze politiche che fanno leva sulla paura e sognano un far west all’americana hanno preferito brindare all’omicidio senza nemmeno aspettare l’esito dell’autopsia sul corpo del 29enne. (la Nazione)

* * *

Legittima difesa contro la cattiva informazione: abbonati alla newsletter di Hello, World!

* * *

Mondo

Dato che non vuole assolutamente un altro conflitto armato nella regione, la Russia sta inviando una divisione di missili terra aria S-400 in Crimea. Non si sa mai. (NPR)

In risposta, il presidente ucraino Poroshenko ha chiesto alla NATO di inviare delle navi nel Mar d’Azov. (BBC News)

Gif di Hyper RPG.

L’esistenza dei bambini siriani rifugiati in Turchia è difficilissima. Ayse Karabat ha raccolto le testimonianze delle madri che sono fuggite dal paese distrutto dalla guerra, e che ora stanno crescendo i propri figli in situazioni disperate. (Middle East Eye)

Novembre sta finendo e il promesso summit di novembre tra Trump e Kim Jong-un non si è tenuto, ma i due paesi continuano a tentare di risolvere il proprio blocco diplomatico. (the Hankyoreh)

Il Senato statunitense è insorto contro il segretario di Stato Mike Pompeo, che in un briefing a porte chiuse ha difeso la decisione di non chiedere sanzioni contro l’Arabia Saudita, sostenendo che sull’omicidio del giornalista Jamal Khashoggi mancano “fonti dirette.” (Dell’omicidio esiste una registrazione audio.) (CNN)

Dubitando chiaramente della solidità del proprio presidente, il Senato ha votato 63 a 37 per limitare i poteri di guerra presidenziali riguardo il conflitto in Yemen. Il voto era stato proposto già lo scorso maggio, ma aveva raccolto solo 44 voti. (the New York Times)

Per la prima volta, tre poliziotti filippini sono stati condannati per uno dei tanti omicidi extra-giudiziali che hanno costellato la “guerra alla droga” del presidente Duterte — quello del diciassettenne Kian Delos Santos. (BBC News)

Ex ministra degli esteri, Salome Zurabishvili è la prima presidente donna eletta in Georgia. Il suo ruolo però è soprattutto simbolico, e dal 2024 l’elezione del presidente sarà affidata a un collegio elettorale. (DW)

Annick Girardin, la ministra francese dei territori d’oltremare, si è recata alla Reunion per incontrare i “gilet gialli” dell’isola. (le Monde)

Sì, migliaia di persone sono tornate in piazza a Skopje per una manifestazione organizzata dall’opposizione di destra, contro l’accordo con la Grecia per il cambio di nome. (Radio Free Europe)

Internet

Twitter ha finalmente aggiornato il proprio regolamento. Tra le novità, il divieto di usare il genere inesatto come forma di bullismo contro le persone transgender, il deadnaming, e l’uso di immagini dell’Olocausto come forma di minaccia. (the Verge)

Benvenut* nell’era della micromonetizzazione, dove ogni interazione social con i vostri idoli e celebrità preferite è in vendita. (the Atlantic)

gif di Caitlin Burns

Italia

La procura di Roma ha deciso di accelerare sul caso Regeni, annunciando la prossima iscrizione nel registro degli indagati di alcuni ufficiali della polizia e dei servizi segreti egiziani per il reato di sequestro di persona. Lo strappo con la magistratura del Cairo, la cui collaborazione finora si è rivelata infruttuosa, è stato giudicato inevitabile. (Corriere della Sera)

Sull’imminente decisione del governo riguardo al Global compact si misura, tra le altre cose, il valore della parola di Giuseppe Conte come leader dell’esecutivo. Solo due mesi fa, infatti, il presidente del Consiglio aveva preannunciato il sì dell’Italia nel contesto dell’Assemblea generale dell’ONU. (Next Quotidiano)

Conte, in questi due mesi, ha però cambiato campana, dichiarando che sia “giusto che decidano le Camere.” Per Salvini, abituato alla tirannia, la storia è più semplice: “Il governo non lo firmerà.” (ANSA)

La direzione nazionale del Partito democratico ha approvato il regolamento del congresso che fissa la data delle primarie al 3 marzo. Le date sono quella del 12 dicembre, scadenza per presentare le candidature, e il 2 febbraio, quando la convenzione selezionerà i tre candidati che arriveranno alle primarie. (Reuters)

Qualcuno ieri ha creato una finta pagina della Feltrinelli a Bologna per protestare contro la presentazione del nuovo libro di Marco Minniti, Sicurezza è libertà, e il risultato è stato molto bello. (la Repubblica Bologna)

Cult

Il souvenir definitivo: per qualcosa tra i 40 e i 60 mila dollari potete comprare un pezzo delle scale originali della torre Eiffel. (CNN)

Questo ospedale di San Francisco che porta il nome di Priscilla Chan e Mark Zuckerberg non è molto contento di chiamarsi così. (the Guardian)

Margaret Atwood ha annunciato che sta lavorando a un romanzo sequel di the Handmaid’s Tale, sua opera entrata nell’iconografia femminista di massa dopo il successo della serie Hulu. (Vanity Fair)

Questa è la vera guerra contro il Natale: per colpa dei dazi contro la Cina imposti da Trump, le lucine natalizie costeranno circa il 10 percento in più. (Vox)

Musica

Come promesso: nuova musica di Grimes. Il singolo, featuring Hana Pestle, mescola il carino con l’orrorifico, con chitarre prominenti e sottofondo di urla. Il pezzo racconta di un girl group “generato da un’intelligenza artificiale” a soli fini propagandistici, e si ispira indirettamente all’orchestra femminile nordcoreana Moranbong. (Stereogum)

* * *

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

Unisciti a Ogopogo, il nostro gruppo su Facebook, per discutere con la redazione.
No more articles
Share via