Gianni Lemmetti ci ricorda che sono passati solo 30 anni dall’uscita di “…And Justice for All”

Il 25 agosto 1988 veniva pubblicato “…And Justice for All”, il quarto album in studio dei Metallica dopo “Kill ‘Em All”, “Ride the Lightning” e “Master Of Puppets”.

Ce lo ha ricordato l’assessore al bilancio di Roma Gianni Lemmetti che ieri, insieme al vicesindaco con delega alla crescita culturale Luca Bergamo, hanno incontrato il rappresentante speciale di Londra presso l’Unione Europea, Jeremy Browne.

All’incontro Lemmetti (quello a sinistra) si è presentato così:

“…And Justice for All” ha una particolarità che i fan dei Metallica conoscono piuttosto bene: è l’album senza basso. Sembra infatti che Jason Newsted, il bassista di allora del gruppo, non stesse troppo simpatico alla band, che in fase di mixaggio del disco abbassò volontariamente la sua parte.

Del fatto si trova testimonianza, ad esempio, nel libro di Joel McIver dal titolo “Justice for all. La verità sui Metallica”. Tra le tante dichiarazioni raccolte nel libro c’è quella di Flemming Rasmussen, il produttore del disco, che a proposito del fatto racconta:

“Il suono era completamente asciutto, completamente immediato, e senza riverbero. Scarno, duro e fragoroso”.

E quella di Ross Halfin, che poche righe più in basso aggiunge:

“Tutto sommato Jason mi piaceva molto. Praticamente erano loro tre e lui. Su Justice non c’è basso. La verità è questa: c’era una tacca e Lars ha detto: ‘Quella è una tacca di troppo’ e l’ha azzerata mentre mixavano”.


Leggi anche → Arthur Russell: perché 25 anni dopo la sua morte è ancora importante ascoltarlo

— FIN —