Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Dopo otto anni, è finita l’era della Troika in Grecia: l’Eurogruppo ha promosso Atene, sbloccando l’ultima tranche di prestiti e accordandosi per il taglio di una parte del debito. (la Repubblica)

L’accordo, raggiunto dopo un negoziato di otto ore, prevede un’estensione delle scadenze per il rimborso di dieci anni, dal 2023 al 2033, e lo sblocco di un nuovo pagamento di 15 miliardi di euro, compresi nel piano di salvataggio da 86 miliardi. (Reuters)

Le cifre sono state discusse fino all’ultimo minuto, nel corso di una serie di meeting trilaterali tra Euclid Tsakalotos, il ministro delle finanze greco, e le sue controparti francesi e tedesche. (Ekathimerini)

Secondo Pierre Moscovici si è trattato di “un momento eccezionale,” perché “la crisi greca finisce qui, questa notte.” Il 20 agosto il paese uscirà dal piano di salvataggio, e dovrà tornare ad affidarsi ai mercati per finanziare la propria economia. “Abbiamo tutti i pezzi per lasciare il programma con fiducia,” ha Tsakalotos. (Financial Times)

Meno sicura si è invece dichiarata Christine Lagarde, che ha espresso riserve circa la sostenibilità del debito greco, i cui pagamenti ora si estendono fino al 2060. Il Fondo monetario internazionale si esprimerà in merito la settimana prossima. (Reuters)

Ma chi ha guadagnato soprattutto da questi anni di commissariamento? La Germania, che in quanto principale creditrice di Atene ha incassato 2,9 miliardi di euro di interessi. (the Local Germany)

Note a margine: è stato arrestato Artemis Sorras, leader di una formazione ultra nazionalista, che aveva detto di avere abbastanza soldi da ripagare tutto il debito greco e aveva invitato i cittadini a non pagare le tasse. È accusato di associazione a delinquere, truffa e riciclaggio. (Ekathimerini)

* * *

Vuoi ricevere Hello, World! tutte le mattine direttamente via email? Sostieni the Submarine e abbonati alla newsletter, per 3€ al mese o 20€ all’anno. In cambio, oltre alla tua rassegna stampa preferita direttamente in inbox, riceverai link e contenuti extra, e la nostra eterna gratitudine.

* * *

Mondo

Un portavoce del Pentagono ha annunciato che gli Stati Uniti si devono preparare a ospitare almeno ventimila “bambini stranieri non accompagnati.” Saranno divisi in quattro basi militari statunitensi, il luogo ideale dove far crescere un bambino. (the New York Times)

Melania Trump è andata a visitare uno dei centri di detenzione per migranti in Texas e non poteva scegliere un cappotto peggiore. (BBC News)

Sono scoppiate proteste di massa a Pittsburgh dopo l’omicidio di un diciassettenne di colore da parte della polizia. Il poliziotto che ha sparato aveva prestato giuramento solo poche ore prima. (NBC News)

L’omicidio è stato registrato e diffuso da un testimone su Facebook. Nel video si può sentire l’autore dire “Perché stanno sparando? L’unica cosa che stavano facendo era correre, e gli stanno sparando.” Ma la legge della Pennsylvania potrebbe coprire il comportamento assassino del poliziotto — se potrà dimostrare che il diciassettenne aveva compiuto un reato. (Vox)

La comunità LGBT turca ha annunciato che nonostante la stretta liberticida del governo, e l’incognita delle elezioni di domenica, la manifestazione per il Pride di Ankara si farà. (Middle East Eye)

L’anno scorso a Istanbul era andata così:

Si terrà oggi il summit tra Coree e Croce rossa per affrontare la crisi umanitaria nel Nord della penisola e per iniziare a lavorare alla ricongiunzione delle famiglie separate durante la guerra del 1950-53. (the Korea Herald)

Natacha Butler di Al Jazeera torna a esaminare gli abusi di forza della polizia francese sul confine con l’Italia, con una testimonianza della europarlamentare dei Verdi Michèle Rivasi. (Al Jazeera, video)

E se a togliere le castagne dal fuoco all’Unione europea sulla gestione dei rifugiati fosse l’Albania? Il paese si starebbe preparando a costruire nuovi centri di identificazione per i migranti che cercano asilo in Europa. (DW)

Italia

Da buonista a rosicone, vocabolario minimo degli insulti rivolti a chiunque non sia uno sperticato sostenitore del governo Conte. (VICE)

Numeri degli sbarchi, dati sull’accoglienza, aggiornamenti sulle inchieste che coinvolgono le Ong: Valigia Blu ha raccolto in questa guida tutti i dati e le fonti che vi servono per combattere la disinformazione sull’“emergenza” migranti.

Una disinformazione alimentata da anni di propaganda, falsità e pessimo giornalismo. (La privata repubblica)

il manifesto si unisce all’iniziativa del Guardian e del Tagesspiel pubblicando oggi in edicola un inserto speciale con i nomi di 34.361 vittime accertate nel tentativo di raggiungere l’Europa attraverso il Mediterraneo. È la lista più completa documentata al momento, compilata dall’associazione olandese United for Intercultural Action. (il manifesto)

Il Consiglio superiore di sanità ha bocciato la “cannabis light”, da poco legalizzata, valutando come ancora poco studiati gli effetti del THC anche a bassissime concentrazioni. Ora la decisione di vietarne la vendita spetta alla ministra della Salute Grillo, mettendo a rischio le centinaia di negozi nati in tutta Italia in questi mesi. (la Repubblica)

Dopo l’ultima boutade di Salvini — la minaccia di togliere la scorta a Roberto Saviano — è tornato ad alzare flebilmente la voce il presidente della Camera Fico: “Chi si oppone alle mafie deve essere protetto dallo stato.” (AGI)

Intanto la premiata ditta Salvini & Toninelli minaccia di sequestrare la “nave fantasma” della Ong tedesca Lifeline, bloccata al largo della Libia con 224 migranti a bordo in attesa di un porto sicuro. Secondo il governo italiano, dovrebbero sbarcare a Malta o a Tripoli (sic). (ANSA)

Ma cosa fa Lifeline, e perché dà così fastidio? Ne abbiamo scritto ieri.

Nella notte la nave è stata impegnata in una nuova operazione di soccorso:

Milano

La Corte dei conti ha sequestrato cinque milioni di euro a Roberto Formigoni, che si è lamentato: “Senza pensione vivrò d’aria.” (Corriere Milano)

Cult

MTV produrrà una nuova serie di Daria, e dobbiamo ammettere che non vediamo l’ora. (the Verge)

Il medioevo digitale: da Daniel Lopatin a James Ferraro, Valerio Mattioli indaga due visioni sul futuro di internet e della specie umana. (il Tascabile)

Burger King ha pensato che fosse un’ottima idea di marketing offrire hamburger gratis e 3 milioni di rubli alle donne russe che fossero riuscite a farsi mettere incinta dai calciatori internazionali presenti nel paese per i mondiali. Dopo le polemiche, lo spot è stato ritirato. (Fortune)

Dalla vita romantica di Tom Cruise all’Area 51 — sì, ovviamente — Peter Sheridan vi riassume tutte le “notizie” più importanti dei tabloid statunitensi di questa settimana. (Boing Boing)

Animali

Come si tengono lontani gli elefanti dai binari dei treni? Un gruppo di scienziati indiani ha una soluzione, per evitare incidenti terribili come quello del 2013. La soluzione: gli elefanti hanno paura delle api. (National Geographic)

Il capitalismo si distrugge dal basso: questi topi nello stato indiano di Assam si sono intrufolati dentro un bancomat e hanno masticato banconote per l’equivalente di oltre 13 mila sterline. (the Guardian)

Cucina

Ieri era la giornata mondiale delle tapas: festeggiate con questi 12 piatti classici. (the Local Es)

* * *

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

— FIN —