in copertina, grab via C–SPAN

Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Trump ha firmato un ordine esecutivo per porre fine alla separazione delle famiglie sul confine degli Stati Uniti. La soluzione? Mettere in gabbia le famiglie intere, senza separare i bambini dai genitori. Sì. (the New York Times)

Ma come — non era tutta colpa del Congresso, e solo il Congresso poteva risolvere l’impasse su questa crisi? La soluzione più rapida, semplicemente, sarebbe stata quella di sospendere la criminalizzazione dei migranti avviata dall’amministrazione. Ma la Casa bianca ha scelto di tenere le persone in gabbia. (CNN)

Il tentativo di spin dell’amministrazione Trump non deve distrarci dal fatto che la gestione scandalosa dei bambini migranti è ancora in atto. Questo reportage di Matt Smith e Aura Bogado descrive la normalità al Shiloh Treatment Center di Houston dove i bambini ricevono forzosamente calmanti per iniezione. Dei 3,4 miliardi spesi dal governo statunitense negli ultimi quattro anni per la detenzione dei bambini, metà sono stati impiegati in centri con storie regolari di abuso. (Reveal)

Il programma nasce nel 2003 ma cresce esponenzialmente dal 2014, ed era precedentemente destinato ai bambini che attraversavano il confine da soli — una norma dei fenomeni migratori, che segnala perfettamente la disperazione delle famiglie, come segnalato su scala globale dal report UNHCR di ieri. (the Texas Tribune)

L’attuazione dell’ordine esecutivo di Trump, a scanso di riforme politiche lampo, dovrà per forza passare da un tribunale. Le separazioni avvenivano perché la polizia federale non ha l’autorità di trattenere bambini per più di 20 giorni. Per estensione, non separando le famiglie, ora le autorità non potrebbero incarcerare anche i genitori oltre la terza settimana. Lo scopo dell’ordine però sembra essere l’opposto: estendere le capacità di incarcerazione indefinita anche per i bambini. (Vox)

Questa è la scelta che l’amministrazione porrà di fronte alla corte: incarcerazione a tempo indeterminato anche per i bambini migranti, o le attuali separazioni, con i minori tenuti in prigionia in “rifugi” con le sbarre. (Slate)

Tutto questo per l’assunto razzista e fattualmente scorretto che i migranti con processi penali, anche per immigrazione clandestina, non si presentino quando convocati in tribunale, e causino ulteriore criminalità. Ovviamente, i dati dicono il contrario. (TRAC Immigration)

* * *

Sostieni the Submarine, abbonati alla newsletter di Hello, World!.

* * *

Mondo

Il parlamento ungherese ha approvato la legge “Stop Soros” proposta dal governo. La legge liberticida criminalizza avvocati e attivisti che assistono i richiedenti asilo. (BBC News)

Dall’altra parte del mondo, il governo Moon ha risposto alle proteste razziste dei cittadini sudcoreani dell’isola di Jeju, dove il paese tratteneva gran parte dei propri richiedenti asilo, rilasciando visti di lavoro a tutti i rifugiati e annunciando un piano per permettere il graduale spostamento libero dei migranti nel resto del paese — iniziando con famiglie e donne incinte. (the Hankyoreh)

Continuano gli arresti di attiviste femministe in Arabia Saudita. Secondo Human Rights Watch si tratta di un attacco sistematico contro il movimento per i diritti per le donne nel paese. (Middle East Eye)

La coalizione saudita è riuscita a conquistare l’aeroporto yemenita di Hodeidah, ma i ribelli houthi non hanno ancora nessuna intenzione di arrendersi, mentre il nuovo nodo cruciale della guerra si sposta verso il porto della città, da cui passa la maggior parte degli aiuti umanitari. (Al Jazeera)

Mossack Fonseca, lo studio legale di Panama al centro dello scandalo dei Panama Papers, non era in grado di rintracciare i proprietari di più del 70% delle società off-shore che amministrava nelle Isole Vergini Britanniche. Lo rivelano nuovi documenti ottenuti da Suddeutsche Zeitung e relativi al periodo in cui i documenti del leak principale non erano ancora stati pubblicati. (BBC News)

Nel Partito Popolare spagnolo è iniziata la corsa per prendere il posto di Mariano Rajoy. (the Local Es)

La destra tedesca ostile ad Angela Merkel accusa la cancelliera di aver “comprato” una revisione delle politiche di asilo europee con l’accordo sul budget dell’Eurozona raggiunto con Macron, anche se quest’ultimo è ancora non è ben chiaro cosa sia. (DW)

Merkel intanto, nel tentativo disperato di raggiungere una soluzione sulla gestione dei rifugiati che accontenti il ministro dell’Interno Seehofer, in questi giorni sarà in visita in Giordania e in Libano — i due paesi con il più alto numero di rifugiati in rapporto alla popolazione al mondo. Domenica invece terrà un nuovo mini-summit europeo in vista di quello ufficiale in programma il 28-29 giugno. (DW / euronews)

Lettura lunga: il reporter del Guardian Gary Younge tira le somme di un anno passato a coprire l’escalation di accoltellamenti a Londra. (the Guardian)

Un dietro le quinte dal G7 di due settimane fa: Trump avrebbe lanciato delle caramelle nella direzione di Merkel, dicendole “Non dire che non ti do mai niente.” (the Hill)

Internet

Instagram si prepara all’assalto di YouTube con una nuova app che presenterà video verticali lunghi fino a un’ora. (the Verge)

Anche in Algeria si sta svolgendo l’equivalente della nostra maturità, e per evitare trucchi e scappatoie il governo ha deciso di bloccare internet per tutta la durata degli esami. (BBC News)

La Commissione Affari Legali del Parlamento europeo ha approvato la nuova direttiva europea sul copyright, che contiene due disposizioni — la cosiddetta Link Tax e gli Upload filters — che potrebbero rendere inutilizzabile internet così come lo conosciamo. Il prossimo passo è il voto in aula il prossimo 4 luglio. (Motherboard)

Italia

Il ministro dell’Interno — o capo del governo? — Salvini, in un incontro con il governo austriaco, ha continuato a rafforzare l’asse europeo sovranista sui migranti. L’obiettivo sempre più esplicito è quello di arrivare alla chiusura delle frontiere europee. (HuffPost)

Salvini è stato ospite di Bruno Vespa a Porta a Porta e si è lasciato andare al solito paroliberismo. Una sintesi essenziale: Conte non deve andare a Bruxelles domenica se “il compitino” è già fatto da Francia e Germania; il popolo italiano non è in vendita; Macron è un chiacchierone; i morti in mare pesano sulle coscienze di scafisti e buonisti; la Spagna dovrà accogliere “i prossimi quattro barconi.” (la Repubblica)

Per fortuna ci consola il ministro Toninelli, che rispondendo alle domande alla Camera sul caso Aquarius ha detto che “non vi è stato alcun atto formale di chiusura dei porti italiani.” (AGI)

Meglio ancora di Toninelli? Il sottosegretario alle infrastrutture Armando Siri, che fino a ieri mattina non sapeva che Toninelli fosse il ministro alle infrastrutture. (VICE)

Mentre fa la voce grossa con migranti, rom, omosessuali e altre pericolosissime minacce alla stabilità democratica, il governo mostra la sua faccia di destra tradizionale anche in materia economica, dove Salvini (sì, sempre Salvini, fa anche il ministro dell’Economia) ha proposto sostanzialmente un nuovo condono fiscale. (Sky Tg24)

Molto più in sordina, il ministro dell’Economia Tria (quello vero) ha tratteggiato invece una politica economica in sostanziale continuità con il passato. (Corriere della Sera)

Il Lazio è la prima regione a varare provvedimenti legislativi sui fattorini, proibendo finalmente il lavoro a cottimo. Rimane comunque molta strada da fare — ad esempio per la tutela del diritto di sciopero. (la Repubblica Roma)

Mafia

È stato sequestrato un “prestigioso” ristorante in cima a un grattacielo milanese, vicino al Portello, perché infiltrato dalle cosche calabresi. (Corriere Milano)

Milano

Non solo a Roma: anche a Milano gli autobus prendono fuoco. (Corriere Milano)

L’invito al pranzo antirazzista rivolto a Salvini da Gabriella Nobile, mamma di una ragazza di colore, sta diventando un caso mediatico. (la Repubblica Milano)

Cult

La scelta del primo scritto di maturità conferma la centralità sempre più largamente riconosciuta di Bassani nella letteratura italiana del Novecento. (Rivista Studio)

Differenze culturali: dopo le partite giocate da Giappone e Senegal lo stadio è sempre pulito, dopo le partite giocate dagli Stati Uniti lo stadio è pieno di spazzatura. (SB Nation)

Qualsiasi contenuto riguardante John Oliver è stato accuratamente rimosso da Weibo, il principale social network cinese, dopo uno sketch satirico rivolto contro Xi Jinping nell’ultima puntata del suo show. (the Guardian)

“Lo Yoga è bellissimo, perché è antico e moderno allo stesso tempo,” ha detto il primo ministro indiano Narendra Modi celebrando la Giornata internazionale dello Yoga. (the Hindu)

Cucina

L’80% della vaniglia mondiale si coltiva su quest’isola. (Atlas Obscura)

Musica

Lo ha ucciso Drake? È tutto marketing? Lo hanno ucciso GLI ILLUMINATI? Tutte le teorie del complotto sulla morte di XXXTentacion. (Noisey)

* * *

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

Unisciti a Ogopogo, il nostro gruppo su Facebook, per discutere con la redazione.
No more articles
Share via