Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Donald Trump ha formalmente annunciato che gli Stati Uniti usciranno dall’accordo con l’Iran firmato da Barack Obama. L’accordo prevedeva la sospensione della produzione di armi nucleari da parte del paese, obiettivo che secondo Trump non ha mantenuto. (Ma non ha nemmeno una prova a riguardo.) (the New York Times)

Dal 2015, al contrario, l’agenzia internazionale per l’energia atomica ha confermato 11 volte che l’Iran fosse in regola con l’accordo. L’ultimo controllo risale appena allo scorso febbraio. (BuzzFeed News)

A prescindere dai nuovi scenari che apre nella regione — tra cui c’è un possibile attacco dell’Iran a Israele — l’annuncio dimostra che gli Stati Uniti non sono più affidabili nel rispettare i propri impegni internazionali, scrivono Kevin Liptak e Nicole Gaouette. (CNN)

Quanto è grave la rottura da parte di Trump? Abbastanza grave da far scrivere a Barack Obama un lungo post su Facebook in cui spiega perché si tratti di un gravissimo errore. (Facebook)

Tra i punti sollevati da Obama anche l’imminente incontro con Kim Jong-un, che secondo l’ambasciatore cinese negli Stati Uniti Liu Xiaoming “sta seguendo la vicenda.” L’uscita dall’accordo è, secondo il diplomatico, “un cattivo esempio” in vista del summit. (Bloomberg)

Nel frattempo il presidente iraniano Hassan Rouhani ha risposto che per ora non intende abbandonare l’accordo — stretto anche con alcuni paesi europei, Russia e Cina. Nelle prossime settimane la diplomazia iraniana si coordinerà con gli altri paesi firmatari, ma se non ci fosse il contesto per mantenere i benefit concordati nel 2015, ritornerà ad arricchire uranio oltre ai limiti concordati, dovesse essercene bisogno. (the Washington Post)

Ma il clima in Iran è tutto tranne che rilassato in questo momento. Un gruppo di parlamentari ha stampato su un foglio di carta la bandiera statunitense e gli ha dato fuoco — insieme al testo dell’accordo — durante la sessione di oggi.

Mondo

Un nuovo attacco aereo contro una base militare iraniana in Siria avrebbe ucciso nove miliziani iraniani. Secondo il governo di Damasco, la responsabilità è da attribuire a Israele. (the Times of Israel)

Malesia. La coalizione di governo di Najib Razak ha vinto le elezioni, ma con una maggioranza molto inferiore rispetto al governo uscente. (Reuters)

Un nuovo focolaio di ebola è scoppiato nella Repubblica Democratica del Congo, ma i casi per ora sono circoscritti. (WHO)

I leader di Corea del Sud, Giappone e Cina si sono incontrati per un summit trilaterale a Tokyo. Al centro del tavolo, la questione nordcoreana e l’impegno per la denuclearizzazione della penisola. (Yonhap)

Lee Jung-ha è andato in Gyodong, una piccola isola di 47 chilometri quadrati vicina al confine con la Corea del Nord, per raccogliere la testimonianza dei suoi abitanti, di fatto completamente isolati dal resto del paese da 70 anni. (the Hankyoreh)

A supportare Nikol Pashinyan, il leader dell’opposizione armena ora nominato primo ministro, c’è anche il cantante dei System of a Down, Serj Tankian. (BBC News)

Internet

Tra le novità presentate al convegno per sviluppatori di Google c’è anche una nuova versione di Google News, con una homepage curata su misura per l’utente da un’intelligenza artificiale. Di sicuro andrà tutto bene. (the Verge)

Per ridurre la possibilità di un’interferenza con il voto, Facebook non accetterà campagne promozionali straniere dirette agli utenti irlandesi in vista del referendum sull’aborto, che si terrà il 25 maggio. (DW)

Italia

Non vi sarà sfuggito che ieri mattina a Roma è andato a fuoco un autobus dell’Atac in pieno centro, in via del Tritone. Nessun ferito tra i passeggeri, che sono scesi in tempo, ma ha riportato delle ustioni una passante. (Repubblica Roma)

È il decimo autobus che prende fuoco nella Capitale soltanto dall’inizio dell’anno. Il problema è dovuto principalmente all’invecchiamento dei mezzi, che causa un aumento diretto della probabilità di incendio. (City Railways)

Si terrà oggi la prima udienza del processo a Luca Traini, l’autore della sparatoria razzista dello scorso febbraio. Undici soggetti si costituiranno parte civile, tra cui — oltre ai feriti — il Comune di Macerata e il Pd. (il Resto del Carlino)

Due giorni fa è stato diffuso il video del primo interrogatorio a Traini, che appena tre giorni dopo la tentata strage si mostrava sicuro di sé, lucidissimo, ammiccante e per nulla pentito. (la Repubblica / video)

Scade alle 17 l’ultimatum di Mattarella ai partiti per la formazione di un governo, dopodiché il presidente assegnerà il proprio incarico per un “governo neutrale.” Ma c’è ancora tempo per convincere Berlusconi a farsi andare bene un appoggio esterno a una maggioranza Cinque Stelle-Lega. (la Stampa)


Gif degli archivi Warner

Roghi di rifiuti

A fine aprile segnalavamo che secondo le nostre previsioni statistiche a maggio potrebbero verificarsi oltre 100 episodi di roghi di rifiuti.
A distanza di una settimana se ne sono verificati almeno 22, dunque la previsione — purtroppo — potrebbe essere azzeccata.
Abbiamo aggiornato la nostra lista.

Da inizio anno si contano oltre 160 roghi di rifiuti. Si verificano ormai quasi tre episodi al giorno e la frequenza continua ad aumentare.

Mafia

Qualcuno ha dato fuoco all’auto di Giovanni Cipparrone, consigliere comunale di Cosenza. (Qui Cosenza)

La troupe del programma di Rai 2 Nemo ha seguito l’arresto dei due Casamonica ritenuti responsabili del pestaggio in un bar a Pasqua, ed è stata aggredita. (Rainews)

Quarant’anni dopo l’omicidio di Peppino Impastato, le cinque indagini e la condanna in primo grado del boss Tano Badalamenti non sono bastate a stabilire la verità sull’accaduto, offuscata dai continui depistaggi. (il Fatto Quotidiano)

Cult

Intervista al collettivo Clusterduck, che ha organizzato #MEMEPROPAGANDA, una mostra virtuale e collettiva con l’obiettivo di sottrarre il meme alla propaganda di idee reazionarie. (Motherboard)

Oh Joy Sex Toy ha lanciato un kickstarter per stampare il proprio manuale a fumetti di educazione sessuale all’uso dei sex toy. Fateci un salto. (via Boing Boing)

Nel paese di Wales, in Alaska, il lavoro del Kingikmiut Nanuuq Patrol, la polizia degli orsi polari gestita dal comune e dal WWF, è tenere al sicuro sia umani che orsi polari. (Hakai Magazine)

Terry Gilliam è stato colpito da un ictus. Il regista è fuori pericolo, ma non potrà essere presente a Cannes per la proiezione del suo L’uomo che uccise Don Chisciotte, già in forse. (ANSA)

Ambiente

Vi ricordate la polemica sui sacchetti di plastica biodegradabili? Secondo i dati di Ismea, pur di evitare di spendere 2 centesimi di sacchetto, la gente sta rinunciando alla frutta sfusa per comprare quella già confezionata, la cui plastica però non è biodegradabile. Nel far questo ogni consumatore spende in media il 43% in più per ogni acquisto. 👌

La California Energy Commission dovrebbe approvare entro il 2019 il Building Energy Code che impone l’installazione di pannelli fotovoltaici su tutte le nuove case. L’obiettivo è costruire solo edifici a somma energetica zero (NZEB).

Brutte sorprese. Le emissioni carboniche del settore del turismo sono 4 volte superiori a quanto stimato in precedenza. (Carbon Brief)

Shenzhen è la prima città cinese ad aver convertito il 100% dei suoi autobus al motore elettrico, 16.359 per l’esattezza. (Citylab)

***

Gif via Dust

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

— FIN —