Le patologie sessuali femminili sono ancora un tabù

https://thesubmarine.it/wp-content/uploads/2018/03/head-cover-dfs-1280x732.jpg

Benvenut* a Chiamando Eva, una conversazione quindicinale su donne, femminismo e la vita.

Nella nona puntata di Chiamando Eva (siamo quasi a dieci! Che, voi ci credete? Noi quasi quasi no) si parla dell’importanza di fare quella fantomatica visita dal ginecologo almeno una volta all’anno, e di quelle patologie vulvo-vestibolari che sembrano strane e sconosciute ma sono in realtà comunissime.

Le vostre speaker preferite si dilettano nell’auspicare visite ginecologiche regolari, e più frequenti, e più economiche, e meno bigotte, e hanno anche dei suggerimenti sui posti più hot dove andare a farsi fare pap-test e compagnia (altro che fashion blogger).

Il rapporto sessuale non deve mai essere doloroso, e la normalizzazione di ciò porta tante donne giovani e vecchie a vivere la propria vita sessuale come un dovere poco piacevole. Patologie come vaginite, vulvodinia e vestibolite sono molto diffuse, e, nonostante siano difficili da diagnosticare, è possibile curarle, anche se ahimè spesso non vengono coperte dalla ASL, perché c’è ancora tanta strada da fare per le donne nel mondo della sanità, soprattutto quando si ha a che fare con il sesso.

***

Link utili

Centro Medico Santagostino

Vaginismo psicosomatico

Vestibolite

Vulvodinia

 

* * *

• Ai microfoni Bianca Giacobone (New York) e Francesca Motta (Milano).
• Prodotto da Francesca Motta e Bianca Giacobone
• Supporto tecnico a cura di Marco Ferrè

Segui Chiamando Eva su Facebook


Ascolta le puntate direttamente su Apple Podcasts o su smartphone Android con l’app di Spreaker.

Per ricevere tutte le notizie da The Submarine, metti Mi piace su Facebook, e iscriviti al nostro gruppo.

Se ti piace il nostro lavoro e vuoi sostenerci, abbonati alla newsletter di Hello, World!, la nostra rassegna stampa del mattino.

Se invece vuoi discutere con la redazione, ci trovi su Ogopogo, il nostro gruppo Facebook.

Share via

 

Ti piace il nostro lavoro? Sostienici!

Abbonati alla newsletter

di Hello, World!

 

Ogni mattina, una rassegna di link da leggere, vedere e ascoltare, direttamente nella tua inbox.