Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet.
Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Multa salata per l’agenzia di rating Moody’s: condannata a pagare 864 milioni di dollari alle autorità federali USA per i rating completamente sbagliati dei mutui subprime nel 2007-2008. (the Guardian)

La multa è frutto di un accordo dopo una lunghissima indagine da parte del Dipartimento di Giustizia e 21 stati, ed è circa un terzo dei 2 miliardi e mezzo che Moody’s ha guadagnato — ora possiamo dire illecitamente — nei quattro anni prima dell’esplosione della crisi. (Bloomberg)

Nel 2011 la commissione d’indagine sulla crisi statunitense era arrivata alla conclusione che la crisi non sarebbe avvenuta — o non così rapidamente — se le tre agenzie, Moody’s, Standard & Poor’s e Fitch, non avessero manipolato lo scambio di “bad debt.” L’anno scorso S&P raggiunse un simile accordo con il governo federale statunitense — ma per un miliardo e mezzo di dollari. (DW)

Mondo

Nel 2014 un gruppo di tre palestinesi cresciuti in germania ha lanciato una molotov improvvisata davanti a una sinagoga a Wuppertal, est Düsseldorf. Oggi, la corte ha stabilito che non si trattava di un atto antisemitico, ma di espressione politica in risposta al conflitto a Gaza. È una posizione complessa — essendo gli accusati effettivamente palestinesi — ma come si fa a non parlare di un atto non antisemitico se è stata colpita una sinagoga in Germania? L’analisi di Sarah Wildman (Vox)

“Io non ho niente a che fare con la Russia,” diceva Donald Trump 72 ore fa. “Ma se ci aiutano, perché non togliere le sanzioni che abbiamo imposto?” diceva Donald Trump 24 ore fa.

Dopo che ha apparentemente fatto tutto in suo potere per far perdere Hillary Clinton, venerdì James B. Comey, il direttore dell’FBI, ha dovuto confrontarsi con i democratici della Camera. Non è andata bene. (the New York Times)

Due giorni fa Trump ha dato un “consiglio per gli acquisti” su Twitter. Venerdì l’autorità di Etica sul governo ha dovuto spiegargli che no, il presidente non può suggerire ai cittadini di comprare prodotti di un marchio. Sad! (Reuters)

Trump ha anche annunciato fieramente che si procederà immediatamente con l’abolizione dell’Obamacare. Praticamente, cosa vuol dire? Lo spiega Bernie Sanders: la morte di 36 mila persone l’anno. (the Washington Post)

Dopo l’astensione del voto statunitense su Israele del 23 dicembre, un gruppo di senatori repubblicani inossidabili vuole tagliare i fondi alle Nazioni Unite — ma prima Antonio Guterres vuole dire la sua. (Reuters)

Il Wall Street Journal ha messo le mani su documenti riservati di SpaceX, l’azienda di Elon Musk che vuole colonizzare Marte. Si parla di ingenti perdite nel 2015, dopo l’esplosione imprevista di un razzo — e come l’azienda stia scommettendo tanto su internet satellitare. (Wall Street Journal, ma dietro paywall. Quartz ha un buon riassunto pubblico)

Italia

“In ciabatte al gelo,” un report di Sara Manisera racconta le condizioni di vita dei migranti minorenni nei centri di Reggio, Archi, Rosalì e Capitaneria. (La Stampa)

Circa la metà dei presunti jihadisti detenuti in Italia si trova nelle carceri sarde, che però non versano in buone condizioni di sicurezza. (Linkiesta)

Secondo un retroscena di Repubblica, lo scorso giugno si sarebbe svolto un cyberattacco contro l’Aeronautica, che però sarebbe stato respinto con successo. (la Repubblica)

Ambiente

Vi ricordate quando vi dicevano che in caso di mancata abrogazione al referendum del 17 aprile 2016 ci sarebbe stato il rischio dell’installazione di nuovi impianti di trivellazione nel Mediterraneo? Ecco, era vero. (Rinnovabili.it e Repubblica)

Cult

Siamo persone che si accontentano di poco, come il teaser trailer della nuova stagione di Twin Peaks.

La Lucasfilm ha confermato che non userà nessuna forma di CGI per riprodurre Carrie Fisher in futuro, un importante precedente nell’industria cinematografica. (the Verge)

Qualche prima impressione sulla nuova serie di Netflix: Una Serie di Sfortunati Eventi. (Vox)

La quotidianità nel deserto atomico del ventitreesimo secolo: aspettare la propria razione mentre viene consegnata da un drone militare di cartone, che però potrebbe portare anche bombe. (Recode)

Anche voi state combattendo il freddo abbracciando lo hygge? Ma che cos’è lo hygge? (The Outline) È una parola danese intraducibile che descrive una sensazione di calma e felicità — come stare al caldo e comodi con amici che ridono sottovoce stando anche loro caldi e comodi, bevendo cioccolata e whisky a lume di candela. Bello, no? Perfetto per queste sere con fuori meno trentamila. Ma non sarà mica anche parte di una campagna di assedio culturale di razzismo xenofobico? Oh no (Slate)

Ma insomma, come funzionano i controller del Nintendo Switch? (the Verge)

La backdoor di Whatsapp denunciata ieri dal Guardian potrebbe non essere una vulnerabilità, ma una caratteristica necessaria del meccanismo di crittografia dell’app. (Ars Technica)

Questo week end ritorna Homeland, che si prepara a commentare sull’America di Trump — con una presidente donna. (Vox)

Animali

L’internet ha chiesto, gli scienziati hanno risposto: quanti e quali animali scoreggiano? (Quartz)

Quella povera povera volpe. (BuzzFeed)

Cucina

Finiamola di prendercela con Tasty per i video della one-pot pasta: il talebanismo culinario non ha futuro. (Rivista Studio)

Fondo del barile

Perché non farsi del male oggi. Ecco la versione di “All Star” degli Smash Mouth cantata tutta sulla stessa nota. (Digg)

***

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. Grazie!

Unisciti a Ogopogo, il nostro gruppo su Facebook, per discutere con la redazione.
No more articles
Share via