Echo Awards, dopo la vittoria dei testi antisemiti di Farid Bang e Kollegah il premio è sospeso

Gli Echo Awards, in Germania, sono tra i premi più ambiti in ambito musicale e vengono consegnati tutti gli anni, dal 1992, ad artisti nazionali e internazionali.

Quest’anno la consegna degli Echo Awards, che ha visto tra i protagonisti indiscussi Ed Sheeran e Luis Fonsi – strano eh – ma anche Robin Schulz, è stata però segnata dalla controversia legata ai testi antisemiti dei rapper Kollegah e Farid Bang.

I due hanno conseguito il riconoscimento Echo Award per il “miglior album dell’anno” e “hip-hop/urban national” nonostante una traccia contenesse testi esplicitamente antisemiti. Il brano in questione si intitola O815 e presenta le seguenti frasi: “Il mio corpo è più definito di un internato ad Auschwitz” e “Faccio un altro olocausto, arrivo con le molotov”.

Come spiegato da Billboard, dopo la vittoria dei due rapper gli organizzatori hanno – fortunatamente – deciso di interrompere la consegna dei premi fino a quando non saranno rivisti i termini di accesso alla manifestazione, che non può essere vista come la passerella di personaggi che veicolano messaggi violenti, omofobi e antisemiti.

— FIN —

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi