fbpx
 

Echo Awards, dopo la vittoria dei testi antisemiti di Farid Bang e Kollegah il premio è sospeso

https://thesubmarine.it/wp-content/uploads/2018/04/echo.jpg

Gli Echo Awards, in Germania, sono tra i premi più ambiti in ambito musicale e vengono consegnati tutti gli anni, dal 1992, ad artisti nazionali e internazionali.

Quest’anno la consegna degli Echo Awards, che ha visto tra i protagonisti indiscussi Ed Sheeran e Luis Fonsi – strano eh – ma anche Robin Schulz, è stata però segnata dalla controversia legata ai testi antisemiti dei rapper Kollegah e Farid Bang.

I due hanno conseguito il riconoscimento Echo Award per il “miglior album dell’anno” e “hip-hop/urban national” nonostante una traccia contenesse testi esplicitamente antisemiti. Il brano in questione si intitola O815 e presenta le seguenti frasi: “Il mio corpo è più definito di un internato ad Auschwitz” e “Faccio un altro olocausto, arrivo con le molotov”.

Come spiegato da Billboard, dopo la vittoria dei due rapper gli organizzatori hanno – fortunatamente – deciso di interrompere la consegna dei premi fino a quando non saranno rivisti i termini di accesso alla manifestazione, che non può essere vista come la passerella di personaggi che veicolano messaggi violenti, omofobi e antisemiti.

Se ti piace il nostro lavoro e vuoi sostenerci, abbonati alla newsletter di Hello, World!, la nostra rassegna stampa del mattino.

Se invece vuoi discutere con la redazione, ci trovi su Ogopogo, il nostro gruppo Facebook.

Resta nel nostro radar.

Segui the Submarine su Instagram e Twitter,
iscriviti al nostro canale Telegram
o alla nostra newsletter settimanale gratuita.

Share via

 

Ti piace il nostro lavoro? Sostienici!

Abbonati alla newsletter

di Hello, World!

 

Ogni mattina, una rassegna di link da leggere, vedere e ascoltare, direttamente nella tua inbox.