fbpx
 

Il Corpo del Capitano: l’esegesi grottesca e distopica di un mito populista

https://i2.wp.com/thesubmarine.it/wp-content/uploads/2021/01/VAM0260oriz.jpg?fit=1200%2C900&ssl=1

Atlas è il nostro nuovo spazio dedicato all’immagine e alla fotografia contemporanee. Ogni settimana vi racconteremo un nuovo progetto – in corso, in via di pubblicazione o appena uscito – attraverso una selezione di immagini e contributi degli autori, con un occhio di riguardo a editoria indipendente e autoproduzioni.

Nel 2018 i fotografi Luca Santese e Marco P. Valli hanno documentato in chiave critico-satirica la genesi della cosiddetta Terza Repubblica. Le immagini prodotte costituiscono il progetto Realpolitik, che prende forma in una serie di pubblicazioni indipendenti e installazioni sperimentali. 

Conclusa l’esperienza del primo Governo Conte, i fotografi decidono di concentrarsi su Matteo Salvini, leader politico della Lega e del Centro-destra Italiano, soprannominato dai suoi elettori il Capitano.

Santese e Valli partecipano a decine di feste di partito, comizi e manifestazioni della Lega ponendo la loro attenzione sull’utilizzo del corpo a fini politici da parte del “Capitano.”

Il motivo di questa scelta risiede nell’avere riconosciuto un carattere innovativo nel linguaggio di propaganda salviniano. Buona parte della comunicazione politica contemporanea è costituita dall’utilizzo di immagini e Salvini produce costantemente fotografie in cui espone se stesso, la sua quotidianità e il suo corpo, rappresentandosi come “uomo del popolo”.  

Il ruolo che era storicamente affidato ai fotografi di mestiere viene scavalcato dal politico che, in questo modo, si autorappresenta. 

La rappresentazione avviene principalmente attraverso i canali social che, seguiti da milioni di follower, costituiscono un organo di stampa privilegiato, con cui Salvini informa direttamente i suoi seguaci, esautorando definitivamente giornali e televisioni dal loro ruolo di intermediari tra politico ed elettorato.

Anzi: nella comunicazione salviniana diventa decisiva la capacità di fagocitare e utilizzare a proprio vantaggio ogni tipologia di comunicazione esterna, compresi critiche e attacchi.

Gli stessi Santese e Valli sono stati direttamente coinvolti in questo meccanismo. Una loro fotografia di Salvini, parte di Boys Boys Boys, primo volume del progetto Realpolitik, è stata scelta dal settimanale americano Time come copertina dell’edizione Europea. Sotto il titolo dell’articolo The new face of Europe figurava in bianco e nero il volto in primissimo primo piano del leader, sorridente, illuminato con una luce dal basso. Tutti fattori che hanno contribuito ad offrire agli europei un’immagine del politico italiano tutt’altro che rassicurante e grottesca. 

Salvini, soprassedendo a questa tipologia di rappresentazione e all’articolo che ne criticava l’operato, decise di postare questa immagine sui propri canali social ed utilizzarla sulla comunicazione stampata di alcune successive manifestazioni nazionali allo scopo di legittimare ulteriormente la propria figura politica.

In risposta a quella che appare una strategia comunicativa inattaccabile, lo sforzo di Santese e Valli con questo lavoro è quello di tentare di riappropriarsi del ruolo che storicamente appartiene al fotografo. 

Il Corpo del Capitano – edito da Cesura Publish a ottobre 2020, casa editrice indipendente del collettivo fotografico Cesura – indaga la figura di Salvini e la restituisce in un viaggio per immagini che attraversa gli ultimi due anni di attività politica – e privata – del leader, analizzandone in particolare il linguaggio del corpo, portato all’estremo da atmosfere cupe, grottesche, distopiche. 

La dissacrazione avviene proprio attraverso l’auto-consacrazione e celebrazione del mito populista, generando – oltre umorismo e ironia – una sorta di terrore freddo e consapevole, molto vicino alla sensazione da ultima pagina di un romanzo orwelliano.

Il Corpo del Capitano è disponibile in libreria e all’interno dello shop di Cesura Publish.

BIO

Luca Santese e Marco P. Valli, entrambi membri del collettivo fotografico Cesura, dal 2018 documentano in chiave critico-satirica lo scenario politico italiano. In concomitanza con i loro progetti personali, insieme realizzano Il Corpo del Capitano, il nuovo libro edito da Cesura Publish riguardante le tecniche di propaganda salviniana.

 

Il Corpo del Capitano: l’esegesi grottesca e distopica di un mito populista
logo-footer
TESTATA REGISTRATA AL TRIBUNALE DI MILANO (N. 162 DEL 11/05/2017).
DIRETTORE RESPONSABILE: ALESSANDRO BRAGA
© Undermedia S.r.l.s. 2021. Tutti i testi e le immagini presenti su questo sito web, dove non diversamente indicato, sono coperti da copyright, e ne è vietata la riproduzione anche parziale senza esplicita autorizzazione.
Il Corpo del Capitano: l’esegesi grottesca e distopica di un mito populista

Resta nel nostro radar.

Segui the Submarine su Instagram e Twitter,
iscriviti al nostro canale Telegram
o alla nostra newsletter settimanale gratuita.

Copy link