fbpx
 

Un sistema economico basato sull’inquinamento

https://thesubmarine.it/wp-content/uploads/2020/06/trappist-070-cover-1280x672.jpg

Perdite di gasolio in Siberia, falde acquifere inquinate in Lombardia, futuro delle fonti di energia rinnovabili a rischio: nella prima giornata mondiale dell’ambiente dopo la pandemia, il destino del pianeta non è mai stato così incerto

Oggi è la giornata mondiale dell’ambiente. Come sta messo il nostro pianeta? Non benissimo: dopo la pandemia il rischio concreto è un ritorno ai combustibili fossili, a causa del crollo dei prezzi del petrolio.

Partiremo da Norilsk, una città siberiana in cui il 29 maggio una cisterna di gasolio ha riversato una quantità enorme di combustibile nell’ambiente artico che circonda la città, andando ad aggravare una situazione già tragica. Norilsk è infatti la capitale mondiale del nichel e la città più inquinata, probabilmente, dell’intero pianeta.

Un report di Legambiente mette in luce le emergenze di inquinamento idrico che attanagliano il nostro paese. Ogni regione italiana può vantare un ricco campionario di situazioni indicate come emergenziali – ma che in realtà si trascinano da decenni, come la Caffaro di Brescia o il polo di Marghera.

In Lombardia, com’è noto, la situazione è particolarmente grave per quanto riguarda l’inquinamento atmosferico. Nonostante il bonus bici possa contribuire a una mobilità più sostenibile, per risolvere i problemi della regione serve un approccio di ampio respiro che le autorità non sembrano essere in grado di garantire.

In particolare è importante focalizzare la radice del problema. Nonostante i tentativi di industrie e governi di scaricare le responsabilità della salvaguardia dell’ambiente sui singoli cittadini, è ancora oggi la filiera produttiva ad essere la principale responsabile dell’inquinamento nel mondo. Qualsiasi risposta risolutiva della crisi ambientale dovrà passare necessariamente dal ripensamento di questo sistema economico, basato sul profitto e sul capitale privato.

Show notes

In questa puntata sono con voi: Stefano Colombo @stefthesub e Alessandro Massone @amassone. Per non perderti nemmeno un episodio di TRAPPIST, abbonati su Spotify e Apple Podcasts.

Resta nel nostro radar.

Segui the Submarine su Instagram e Twitter,
iscriviti al nostro canale Telegram
o alla nostra newsletter settimanale gratuita.

Share via