La plastic tax all’improvviso è il problema più grave del paese

https://thesubmarine.it/wp-content/uploads/2019/11/gualtier-plastic-1280x672.jpg

Questa è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Vi siete già iscritti al nostro canale Telegram? E alla nostra nuova newsletter settimanale gratuita?.

Nella maggioranza di governo continua il battibecco sulla plastic tax, con il governatore dell’Emilia Romagna Bonaccini (Pd) in prima linea per chiederne una modifica. Bonaccini, candidamente, non nasconde che si tratta di un calcolo puramente elettoralistico: “Il 63% dell’intero fatturato italiano della produzione di plastica è in Emilia Romagna.” (HuffPost)

Il ministro dell’economia Gualtieri si è detto “pronto a discutere” la modulazione della tassa con gli operatori del settore, ma ha ribadito l’urgenza di ridurre la circolazione di plastica monouso — “non possiamo prima applaudire i giovani che scendono in piazza per chiedere un ambiente migliore e un futuro per tutti e poi non agire di conseguenza” — e ha criticato direttamente Italia Viva: “Può essere sorprendente che chi approva una manovra poi la critichi.” (Adnkronos)

Ma Renzi vede in questa moderata apertura di Gualtieri una vittoria, una “retromarcia” sulle nuove tasse:

Anche Di Maio ha difeso la plastic tax, parlando di un “dibattito surreale”: “La plastic tax, come la chiamano, serve a questo. Serve a dare una scossa, serve a invertire la rotta. Non promuovi l’ambiente parlando, lo promuovi facendo delle scelte.” Il ministro è anche tornato a spingere su un vecchio cavallo di battaglia del Movimento 5 Stelle, forse nel tentativo di riorientare il dibattito: le aperture domenicali dei negozi. (Facebook / Fanpage)

La maggioranza non riesce a mettersi d’accordo sulle microtasse? Ecco un’idea migliore: tassare i grandi patrimoni. L’idea — che in Italia è da sempre tabù — è stata riproposta da Fratoianni (LeU), in una versione sin troppo generosa (un contributo dell’1,5% sui patrimoni superiori al milione di euro) ma che, a detta del deputato, frutterebbe allo stato ben 30 miliardi. (Dire)

Dal canto suo, ora che la manovra è arrivata in parlamento, il presidente del Consiglio Conte ha deciso di tirarsi fuori dai battibecchi interni: saranno i gruppi dei vari partiti ad affrontare il “Vietnam parlamentare” che si profila all’orizzonte. D’altronde Conte ha anche altro a cui pensare: martedì sarà alla Camera per riferire sul presunto caso di conflitto di interessi sollevato dal Financial Times. (il Messaggero / AGI)

* * *

Vuoi ricevere Hello, World! tutte le mattine direttamente via email? Sostieni the Submarine e abbonati alla newsletter. In cambio, oltre alla tua rassegna stampa preferita direttamente in inbox, riceverai link e contenuti extra, e la nostra eterna gratitudine.

* * *

Mondo

Il canale israeliano Channel 13 ha ottenuto un video, girato con un telefono, che mostra soldati dell’esercito israeliano rilasciare un cittadino palestinese, deriderlo mentre si allontana, e poi sparargli un proiettile di gomma per divertimento. Il video mostra il giovane palestinese cadere a terra e urlare dal dolore. I proiettili di gomma, usati di solito per reprimere le proteste, possono essere mortali se sparati a breve distanza. Il colpo è stato sparato da una poliziotta che, quando il caso è diventato pubblico, è stata costretta alle dimissioni — che vuol dire che potrà tornare al proprio lavoro per l’esercito. (Haaretz)

Dopo qualche giorno di relativa calma, decine di migliaia di persone sono tornate a protestare a Beirut. Tra le varie proteste si è tenuta anche una marcia femminista, che ha attraversato la città prima di unirsi alle proteste generali, urlando “la rivoluzione è femminista.” Un’attivista intervistata da Abbie Cheeseman ha dichiarato a Middle East Eye: “La lotta per i diritti LGBT, per i diritti per le donne, per i diritti per i rifugiati; è una sola lotta, unita.” (Middle East Eye)

Continuano anche le proteste in Iraq, dove gli attivisti stanno lavorando per organizzare uno sciopero generale. Intanto, i contestatori stanno cercando di tenere bloccate quante più strade possibili, con l’obiettivo di impedire ai dipendenti del governo di andare a lavorare, lasciando passare solo chi ha ruoli umanitari. Gli attivisti sottolineano che vogliono far crollare il sistema politico e sociale settario, e rifiutano i tentativi di ingerenza di stati esteri. (Al–Araby Al–Jadeed)

Trump ha colto l’occasione dell’emergenza umanitaria degli incendi in California per attaccare il governatore dello stato, il democratico Gavin Newsom. “Tutti gli anni è la stessa storia,” ha scritto Trump su Twitter, “e poi deve arrivare il governamento federale ad aiutare $$$. Basta. Governatore, faccia il suo lavoro.” Newsom ha risposto seccamente, sottolineando come Trump non creda nel cambiamento climatico. L’innalzamento delle temperature è la prima causa della maggiore diffusione di incendi in California negli ultimi anni. (BBC News)

Uno degli avvocati del whistleblower che ha fatto scoppiare lo scandalo ucraino di Trump ha dichiarato di aver offerto ai repubblicani la possibilità di inviargli domande, di cui avrebbero poi ricevuto risposta scritta. L’ispettore generale della comunità dell’intelligence, che è stato nominato da Trump, verificherebbe la sua identità, in modo da permettergli di mantenere l’anonimato. (CBS News)

Intanto, la Casa bianca sta facendo del proprio meglio per sabotare l’inchiesta sull’impeachment. Quattro funzionari della Casa bianca che dovevano essere interrogati durante la giornata di oggi non si presenteranno, e altri due mancheranno alle deposizioni nel corso delle settimana. Mercoledì era prevista l’interrogazione di Rick Perry, il segretario all’Energia, ma non si presenterà nemmeno lui. (CNN)

Il China Daily, il quotidiano internazionale del governo cinese, ha invocato una repressione “più dura” delle proteste a Hong Kong, dopo che i contestatori hanno vandalizzato gli uffici dell’agenzia stampa statale Xinhua. Secondo l’editoriale, le proteste sono destinate a fallire, “perché si scontreranno con il peso della legge.” (Al Jazeera)

Steve Easterbrook, amministratore delegato di McDonald’s è stato licenziato per avere avuto una relazione con una dipendente. La relazione — di cui non si conoscono i dettagli — è descritta come “consensuale,” ma comunque costituiva una violazione della policy dell’azienda. Easterbrook ha riconosciuto che si è trattato di un “errore.” (CNBC)

Italia

Il primo scandalo non si scorda mai: Antonello Nicosia, esponente dei Radicali e assistente parlamentare della deputata Pina Occhionero (ex Leu, ora Italia Viva), è stato arrestato all’alba con l’accusa di associazione mafiosa. Nicosia, attivista per i diritti dei carcerati, sarebbe uno dei fedelissimi del latitante Matteo Messina Denaro, che l’avrebbe soprannominato “il primo ministro.” Occhionero invece è estranea all’indagine — l’assistente avrebbe agito a sua insaputa. (la Repubblica Palermo)

La nave Alan Kurdi, con 88 naufraghi a bordo, è approdata ieri mattina a Taranto. Nello scontro con la Guardia costiera libica alcuni migranti si sono lanciati in acqua, e uno di loro non è stato ritrovato. (il Post)

Dopo l’ennesimo caso di cori razzisti contro Balotelli a Verona, il ministro dello sport Spadafora ha auspicato “iniziative concrete” contro il razzismo negli stadi. Per il presidente del Verona, però, “il razzismo qui non esiste,” mentre per il sindaco Sboarina (Lega) Balotelli avrebbe avuto delle allucinazioni acustiche. (Rai News)

È di nuovo allerta meteo in Liguria, specialmente nel Levante: sono esondati il Petronio e il Vara, causando frane e allagamenti tra Sestri Levante, Casarza Ligure e Lavagna. Molti danni anche nel Ponente — le infiltrazioni hanno reso inutilizzabili quattro sale operatorie dell’ospedale Borea di Sanremo. (il Secolo XIX)

Ambiente

Sono entrate in vigore le misure d’emergenza per contrastare l’inquinamento che sta soffocando Delhi, dove le scuole resteranno chiuse fino a domani, mentre le auto possono circolare solo in base a uno schema di targhe alterne. Stamattina, grazie al vento, la situazione è leggermente migliorata, ma l’indice della qualità dell’aria resta al livello “severo.” Aggiornamenti live su India Today.

Cult

8chan, il forum preferito da troll di estrema destra e teorici del complotto, è tornato. Il sito era andato offline lo scorso agosto per i propri legami con gli stragisti di estrema destra. Ora è tornato con un nuovo nome, 8kun — un altro titolo onorifico giapponese, come chan — e con una nuova, singola regola: si può scrivere e pubblicare quello che si vuole, fintantoché sia legale negli Stati Uniti. (Gizmodo)

Il muro con il Messico per cui gli Stati Uniti hanno già speso più di 10 miliardi di dollari? Per fortuna non è a prova di seghe elettriche e lame per metalli — dal costo tra i 10 e i 100 dollari — rendendo facilissimo superarlo. (the Washington Post)

Benjamin Sack è un artista che fa base in Virginia e che disegna città impossibili, labirintiche, costruite su effetti ottici geometrici. Sack sostiene che la sua arte sia costantemente in lotta con “la paura per gli spazi vuoti.” Ma non c’è niente di cui avere paura. (Colossal)

Benjamin Sack, “Astrum”

* * *

Gif di Sherchle

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

Se ti piace il nostro lavoro e vuoi sostenerci, abbonati alla newsletter di Hello, World!, la nostra rassegna stampa del mattino.

Se invece vuoi discutere con la redazione, ci trovi su Ogopogo, il nostro gruppo Facebook.

Related

Resta nel nostro radar.

Segui the Submarine su Instagram e Twitter,
iscriviti al nostro canale Telegram
o alla nostra newsletter settimanale gratuita.

Share via

 

Ti piace il nostro lavoro? Sostienici!

Abbonati alla newsletter

di Hello, World!

 

Ogni mattina, una rassegna di link da leggere, vedere e ascoltare, direttamente nella tua inbox.