in copertina, foto via Twitter

Questa è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

La mozione per bloccare la Tav del Movimento 5 Stelle è stata respinta da tutte le destre e anche dal Pd. Ma nonostante il risultato assolutamente prevedibile, il voto ha segnato l’apertura di una ennesima “crisi” di governo. Sembra che il governo sia a un bivio: o una svolta ancora più smaccatamente a guida leghista (quanto può esserlo più di così?) o si torna al voto. (Corriere della Sera)

Abbiamo cercato di capire quali sono le opzioni del governo e perché si dovrebbe davvero aprire una crisi nella puntata di questa settimana di TRAPPIST, online tra poche ore.

I tentativi di salvataggio della faccia del Movimento 5 Stelle sono stati diversi, e tutti di spettacolare goffagine. Mentre Di Maio ha preferito un pavido silenzio, segnaliamo le dichiarazioni di Toninelli, che “va avanti tranquillo e sereno” malgrado il governo abbia pienamente sconfessato il MIT, e di Beppe Grillo, secondo cui “Non avere i numeri per fermare la Tav non è un tradimento.” Neanche rimanere al governo con chi da sempre vuole la Tav, evidentemente. (il Messaggero / RaiNews)

L’opzione rimpasto sarebbe, almeno a parole, scartata in partenza: non interesserebbe a Salvini. Ma lo stato di crisi permanente del governo — o di nessuna crisi, in base a come volete vederlo — ci ha insegnato a valutare molto poco cosa dicono le due parti del governo in queste fasi di confronto. Empiricamente, finora queste crisi non hanno portato a nessuna conseguenza. (il Sole 24Ore)

Sono molti infatti a scommettere che, nei fatti, si stia andando verso un rimpasto, a chiamarlo come si voglia. Sono settimane che si dice che Toninelli, Trenta e Costa sarebbero nel mirino della Lega, che però non chiederà oggi a Conte di salire al Colle. Intanto, Di Maio si scioglie sempre di più sulla propria poltrona. (Next Quotidiano)

Un retroscena di Gabriella Cerami descrive Di Maio “logorato,” incerto se continuare con il governo. Intanto un gruppo di deputati e senatori grillini, guidato da Nicola Morra, spinge per mettere ai voti se continuare l’esperienza di governo (sì). (HuffPost)

Il Partito democratico, che in Senato in particolare è ancora legato a doppio filo alla leadership di Matteo Renzi, ha votato in supporto a tutte le mozioni a favore della Tav, anche quelle delle destre, ignorando la linea chiesta dalla segreteria di Zingaretti, e portata in assemblea da Zanda e Misiani, che aveva chiesto l’astensione. Chissà se prima o poi il Partito democratico tornerà a comportarsi come un partito. (la Repubblica)

* * *

Vuoi ricevere Hello, World! tutte le mattine direttamente via email? Sostieni the Submarine e abbonati alla newsletter. In cambio, oltre alla tua rassegna stampa preferita direttamente in inbox, riceverai link e contenuti extra, e la nostra eterna gratitudine.

* * *

Mondo

Siccome non c’è assolutamente nessun collegamento tra il terrorismo neo–nazista e la retorica dell’amministrazione statunitense, l’ICE — l’authority che “regola” le migrazioni negli Stati Uniti, diventata braccio armato della Casa bianca — ha lanciato sette raid in aziende che si occupano di trasformazione di prodotti agricoli in Mississippi. Sono state arrestate circa 680 persone che lavoravano senza permessi. (NPR)

La drammaticità degli arresti è stata catturata da un video diventato virale in cui una bambina di undici anni, disperata, cerca di ottenere informazioni dagli agenti che stanno caricando i prigionieri — tra cui la madre — in dei bus. Tutti i lavoratori arrestati sono stati portati in un hangar della Guardia nazionale, dove saranno interrogati individualmente. (CNN)

Trump è arrivato a El Paso per fare il proprio discorso di rito dopo la strage dei giorni scorsi, ma ha trovato ad attenderlo solo contestatori. In tantissimi ritengono le dichiarazioni del presidente direttamente legate alla strage: Trump ha usato in passato specificamente El Paso come esempio per giustificare la costruzione del muro, perché, a detta del presidente, non sarebbe una città “sicura.” (Promemoria: a El Paso sono state uccise più persone nella strage neo–nazista del 3 agosto che in tutto il 2018) (the New York Times / Twitter)

La leader della Women’s March Lyda Ness-Garcia ha dichiarato espressamente che “Trump non è benvenuto in questa comunità.” Ma le critiche alla presidenza non arrivano solo dall’opposizione e da organizzazioni politicizzate, anche il personale medico della città, che sta ancora gestendo le conseguenze della strage, ha raccolto firme per chiedere alle istituzioni di non accogliere Trump. (the Daily Beast)

Maduro ha sospeso il dialogo con l’opposizione — era previsto per oggi e domani un incontro in Barbados — in segno di protesta contro le nuove sanzioni imposte dagli Stati Uniti contro il paese. Il ministro dell’Informazione ha sottolineato come il leader dell’opposizione Guaidó abbia celebrato le aggressioni statunitensi. (Al Jazeera)

Continua il blackout delle telecomunicazioni in Kashmir — un blackout totale: neanche i siti internet dei giornali locali sono stati più aggiornati. Tahir Hussain Sofi ha raccolto le testimonianze dei kashmiri che vivono fuori dallo stato, che da giorni non possono contattare le proprie famiglie. (Al–Araby Al–Jadeed)

Il Pakistan ha intanto annunciato che sospenderà tutti gli scambi commerciali con l’India, richiamerà il proprio ambasciatore a Delhi ed espellerà l’ambasciatore indiano a Islamabad. Il governo porterà il caso davanti al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. (France 24)

L’Arabia Saudita ha impedito a settanta rifugiati palestinesi in Libano di eseguire l’hajj e recarsi alla Mecca. Il gruppo — la maggioranza anziani e due volte rifugiati, prima espulsi da Israele e poi fuggiti dalla Siria nel 2012 — è stato respinto perché i loro documenti, siriani, non sono stati riconosciuti dalle autorità saudite. (Middle East Eye)

Italia

L’“estate italiana tour” (…………) di Matteo Salvini è iniziato molto male: il ministro dell’Interno voleva concedersi un bagno di folla prima di andare a presenziare al voto sulla Tav, ma a Sabaudia non ha trovato letteralmente nessuno ad aspettarlo. (la Repubblica)

Usando un linguaggio consono alle istituzioni e assolutamente calmissimo, insomma come sempre, Salvini è tornato ad accusare la donna rom che lo avrebbe minacciato di morte, questa volta additandola come “fottutissima.”/ Che snowflake. (HuffPost)

Una guida di Luca Misculin a tutte le leggi che il decreto “sicurezza bis” potrebbe violare: dalla convenzione di Ginevra alla Costituzione stessa. (il Post)

La legge sullo sport approvata negli scorsi giorni ha causato una reazione furibonda da parte del CIO, il Comitato Olimpico Internazionale, che ha minacciato addirittura di espellere l’Italia — e dunque minacciando di bandirla dalle olimpiadi del 2020 e revocare l’assegnazione di Milano-Cortina. Il CIO, in particolare, sosterrebbe che il CONI, il Comitato Olimpico Nazionale Italiano, si troverà sotto eccessivo controllo governativo, violando così la carta olimpica.(la Repubblica)

Milano

Un ottimo documento per ricordarsi perché il Daspo urbano promosso dalla giunta è un provvedimento retrogrado di cui non si sentiva nessuna mancanza. (Off Topic Lab)

In un comunicato assurdo, Regione Lombardia si dice soddisfatta perché l’inquinamento nel bacino padano è diminuito negli ultimi quarant’anni. Peccato che cinquant’anni fa le regioni come le conosciamo oggi non esistessero, e il Nord Italia fosse pieno di industrie. È un po’ come vantarsi del fatto che negli ultimi 50 anni non c’è più stata la peste, e testimonia come la giunta regionale sia drammaticamente impreparata su un problema gravissimo. (Regione Lombardia)

Intanto, nel mondo reale, in Lombardia mancano 2500 insegnanti, e tra le province di Milano e Monza c’è una situazione potenzialmente esplosiva che riguarda l’assunzione degli insegnanti di sostegno. (Il Giorno)

Cult

Brutte notizie: Bernie Sanders è stato ospite del podcast di Joe Rogan. Buone notizie: se Bernie Sanders fosse eletto presidente ci direbbe la verità sugli alieni, o per lo meno così promette. (Vice)

Tra gli annunci di Disney per il proprio nuovo servizio di streaming ci era sfuggito quello del reboot di Mamma ho perso l’aereo. Ma a giudicare da questo tweet Macaulay Culkin non sarà coinvolto :( (UPROXX)

Siete donne a cui piacciono i videogiochi? La subreddit /r/GirlGamers e l’annesso server Discord sono oasi dove trovare altre donne con cui giocare e con cui sfogarsi su quanto sia faticoso essere una donna online. (the Outline)

* * *

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

Se ti piace il nostro lavoro e vuoi sostenerci, abbonati alla newsletter di Hello, World!, la nostra rassegna stampa del mattino.

Se invece vuoi discutere con la redazione, ci trovi su Ogopogo, il nostro gruppo Facebook.

Share via

 

Ti piace il nostro lavoro? Sostienici!

Abbonati alla newsletter

di Hello, World!

 

Ogni mattina, una rassegna di link da leggere, vedere e ascoltare, direttamente nella tua inbox.