25 uomini bianchi potrebbero togliere il diritto d’aborto a tutte le donne negli Stati Uniti

https://thesubmarine.it/wp-content/uploads/2019/05/D6kuIL2X4AEwFS3.jpeg

Questa è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Il senato dell’Alabama ha approvato una legge che effettivamente mette al bando l’aborto. La legge vieta la procedura in qualsiasi stadio della gravidanza, senza eccezioni per le vittime di stupro o di incesto, e la rende un reato per i medici che la praticano, che rischiano fino a 99 anni di carcere. Se la governatrice Davis firmerà la legge, la battaglia si sposterà nelle corti federali, dove i conservatori sperano di poter rimettere in discussione la sentenza Roe contro Wade, che mette in sicurezza il diritto d’aborto negli Stati Uniti. (the New York Times)

La legge dell’Alabama, insieme a quella della Georgia che vieta l’aborto oltre la sesta settimana, sono sfacciatamente incostituzionali, e non avrebbero avuto scampo in nessuna Corte suprema negli ultimi decenni. Ma dopo l’ingresso di Brett Kavanaugh nell’alta corte, ora una maggioranza conservatrice per limitare i diritti delle donne c’è. B Jessie Hill, in un editoriale sul Guardian, sottolinea come è assolutamente possibile che l’aborto torni illegale negli Stati Uniti. (the Guardian)

La legge approvata dal governo dell’Alabama è così radicale perché mira proprio ad andare dritta alla Corte suprema, per poi estendere la criminalizzazione dell’aborto a livello federale. Si tratta di un meccanismo di provata efficacia, come quando nel 2013 si è portato davanti alla corte il caso Contea di Shelby contro Holder, grazie al quale molti stati — tra cui l’Alabama ovviamente, ma anche il Texas, l’Ohio e altri — hanno potuto limitare l’accesso al voto delle minoranze nelle rispettive giurisdizioni. (the Washington Post, via Outline.com)

L’assalto al diritto d’aborto è coordinato tra molti governi locali statunitensi. Christina Prignano fa il punto della situazione, elencando tutti gli stati che hanno approvato leggi apertamente in contrasto con Roe contro Wade. (the Boston Globe)

La legge è stata approvata al Senato grazie al voto compatto di 25 uomini bianchi repubblicani, che da soli potrebbero avere il potere di limitare i diritti di tutte le donne degli Stati Uniti. Dei 35 seggi del Senato dello stato solo quattro sono occupati da donne, tutte parte della minoranza democratica, composta da 8 senatori. (the Guardian)

I repubblicani dell’Alabama avevano così fretta di approvare la loro legge trofeo che non volevano nemmeno passare per la votazione per appello nominale — per cui i singoli senatori vengono chiamati per nome e devono rispondere ad alta voce se approvano o meno una legge. La forzatura ha dato luogo a una delle scene più angoscianti di questi anni oscurantisti negli Stati Uniti. La senatrice democratica Figures che lancia un monito ai colleghi repubblicani: “Riuscirete certamente a vincere, ma almeno trattateci con dignità, e fate le cose nel modo giusto.” È il punto a cui si è arrivati, sottolinea Lili Loofbourow: almeno rispettate le norme mentre ci togliete i diritti. (Slate)

In una dichiarazione riguardo a un altro caso due giorni fa il giudice della Corte suprema Stephen Breyer aveva sottolineato come la rivalutazione di Roe contro Wade fosse assolutamente possibile. (Mother Jones, 13/05/2019)

L’approvazione al Senato ha causato l’alzata di scudi da parte di associazioni, attivisti, e politici democratici, che hanno promesso di difendere i diritti delle donne. Ma questa volta la battaglia sarà veramente difficile da vincere. (New York Magazine)

* * *

Vuoi ricevere Hello, World! tutte le mattine direttamente via email? Sostieni the Submarine e abbonati alla newsletter. In cambio, oltre alla tua rassegna stampa preferita direttamente in inbox, riceverai link e contenuti extra, e la nostra eterna gratitudine.

* * *

Mondo

Un video diffuso sui social network mostra un poliziotto del Texas sparare e uccidere una donna di colore mentre lei urla “Sono incinta.” Il poliziotto avrebbe aperto il fuoco nel corso di una discussione con la donna, quando lei avrebbe cercato di usare il suo taser contro di lui. (Al Jazeera)

La CNN ha ottenuto alcune foto da una fonte anonima che mostrano le condizioni in cui sono costretti i migranti fermati dalla polizia del Border Patrol a McAllen, in Texas. Le foto mostrano bambini che dormono per terra, all’aperto, solo con una coperta ad avvolgerli, e ritraggono una struttura esterna improvvisata dove le persone vengono ammassate in attesa di essere interrogate dagli agenti. (CNN)

Al termine di una conversazione tra Mike Pompeo e Vladimir Putin, Stati Uniti e Russia si sono detti d’accordo riguardo ai piani per il futuro della Siria, un campo di battaglia dove i due paesi sono più evidentemente contrapposti. Si è parlato di costituire un comitato che possa produrre una bozza di costituzione per la Siria del dopoguerra, un primo passo necessario per affrontare la sua composizione e struttura. (Al–Araby Al–Jadeed)

La stampa statunitense, e di riflesso gran parte di quella occidentale, sta ripetendo da giorni che l’Iran costituirebbe ogni giorno di più una minaccia per gli Stati Uniti. Ma le dichiarazioni riportate sono sempre anonime, mai sostanziate nei fatti, e esperti e analisti che invece sono disposti a mettere il nome a fianco alle proprie dichiarazioni sostengono siano largamente infondate. (Middle East Eye)

Il consiglio militare e i leader delle proteste del Sudan hanno trovato l’accordo per la durata del periodo di transizione per un’amministrazione completamente guidata dai civili: tre anni. Resta ancora da sciogliere il nodo più complesso, la composizione tra civili e militari del consiglio di transizione. (France24)

Angela Merkel ha celebrato il settantesimo anniversario della Legge fondamentale, la costituzione della Germania Ovest, ad un evento di Deutschlandstiftung Integration a cui erano invitati dozzine di giovani immigrati. Merkel ha sottolineato i valori dell’egualitarismo e della libertà inclusi nel testo della costituzione. (DW)

Italia

La Corte Europea dei Diritti dell’Uomo ha sancito che nessun rifugiato può essere rimpatriato, neanche per motivi di sicurezza, se nel paese d’origine rischia la tortura o altri trattamenti inumani vietati dalla Convenzione di Ginevra. Sarebbe bello vivere in un mondo in cui non ci fosse bisogno di specificarlo. (Rai News)

La sentenza (leggi qui il testo completo in italiano), pronunciata in seguito al ricorso di tre cittadini (un ivoriano, un congolese e un ceceno) in Belgio e Repubblica Ceca, stabilisce che la decisione di revocare lo status di rifugiato da parte dei singoli stati non influisce sullo status riconosciuto in base alla Convenzione di Ginevra. La Corte Europea mette quindi in crisi uno dei capisaldi del decreto sicurezza. (Corriere della Sera)

Per alimentare il litigio continuo all’interno del governo bisogna spararne ogni giorno una diversa: ieri Salvini e Di Maio hanno battibeccato sulla possibilità di sforare il limite del 3% nel rapporto deficit/PIL. Secondo Salvini è “una necessità,” secondo Di Maio “è da irresponsabili.” (il Sole 24 Ore)

Il sottosegretario leghista Giorgetti assicura che i rapporti tra i due alleati sono davvero tesi, e adombra quello che pensano già tutti: “Se il livello di litigiosità resta questo dopo il 26 maggio è evidente che non si potrebbe andare avanti.” (la Repubblica)

Ma finalmente sappiamo perché Salvini è diventato Salvini: grazie alla prima pagina del libro-intervista pubblicato dall’editore neofascista Altaforte, che da ieri circola su internet. È un capolavoro della letteratura sotto tutti i punti di vista, dall’inizio — che ci informa del fatto che Salvini sia l’uomo più desiderato d’Italia — alla fine, con la terribile ingiustizia subita del furto del pupazzetto di zorro all’asilo.

Intanto, nel mondo reale, la Camera ha perso di nuovo l’occasione di abbassare l’Iva sugli assorbenti — che, ricordiamo, in Italia sono tassati al pari di beni di lusso, e in qualche caso anche di più. La maggioranza ha bocciato un emendamento dell’opposizione al decreto Semplificazione Fiscale, giudicando la riduzione dell’Iva “troppo onerosa.” (Adnkronos)

Una delle aziende impiegate nella ricostruzione del Ponte Morandi è stata interdetta dai lavori dalla Direzione investigativa antimafia, perché “permeabile ed esposta al pericolo di infiltrazione della criminalità organizzata di tipo mafioso.” (Primocanale)

Intanto, il Commissario nazionale anti-corruzione Raffaele Cantone ha ribadito le proprie preoccupazioni per il decreto “sblocca cantieri,” che contiene “norme pericolose.” (Sky TG 24)

Cult

La contea di San Francisco ha vietato l’uso di tecnologie di riconoscimento facciale da parte delle agenzie governative, nel tentativo di contrastare la crescente sorveglianza di massa. L’uso del riconoscimento facciale da parte delle forze dell’ordine, diffuso in tutta la Cina, sta diventando sempre più popolare anche negli Stati Uniti. (Vox)

Delusi dalle ultime puntate di Game of Thrones, speravate di trovare rifugio negli ultimi due romanzi della serie di Martin? Non provateci a sperare, l’autore è ancora in alto mare, e il sesto volume non è ancora finito. (io9)

Tra i libri che invece sono veri e usciranno quest’anno o il prossimo, segnaliamo questa selezione di romanzi e novelle di fantascienza e fantasy con protagoniste donne queer. (Tor.com)

* * *

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

Se ti piace il nostro lavoro e vuoi sostenerci, abbonati alla newsletter di Hello, World!, la nostra rassegna stampa del mattino.

Se invece vuoi discutere con la redazione, ci trovi su Ogopogo, il nostro gruppo Facebook.

Related

Share via

 

Ti piace il nostro lavoro? Sostienici!

Abbonati alla newsletter

di Hello, World!

 

Ogni mattina, una rassegna di link da leggere, vedere e ascoltare, direttamente nella tua inbox.