fbpx
 

L’emergenza nazionale (alla Casa bianca)

https://thesubmarine.it/wp-content/uploads/2019/02/Dya2lBaWoAIb697.jpg

in copertina, foto via Twitter

Questa è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Negli ultimi due giorni tutta la stampa statunitense guardava all’accordo tra democratici e repubblicani — che sembrava destinato a essere firmato da Trump — come una sconfitta epocale per il presidente. Che deve essersi infastidito non poco — infatti ora sembra voglia prima firmare l’accordo per evitare lo shutdown di governo, e poi dichiarare comunque lo stato d’emergenza. (CNN)

L’annuncio è arrivato letteralmente pochi minuti dopo l’approvazione del budget bipartisan da parte delle due Camere, ed è stato accolto dai democratici — e perfino da alcuni repubblicani — come una evidente forzatura da parte della Casa bianca. (the New York Times)

Il commentatore conservatore Philip Klein sottolinea come un supporto parlamentare conservatore potrebbe condannare il partito per anni — perché è difficile essere il partito di quelli che vogliono l’alleggerimento dello Stato ed essere anche quelli dell’emergenza nazionale per costruire un muro sul confine. (Washington Examiner)

L’annuncio è stato dato dal leader della maggioranza in Senato McConnell, schierando a favore il partito e non solo la Casa bianca, ma i senatori repubblicani non sono stati esattamente consultati. (Politico)

Usare l’emergenza nazionale come strumento per finanziare il muro è una forzatura di un sistema presente appunto, per la gestione delle emergenze. Il procuratore generale californiano Xavier Becerra e il suo omologo di Washington Bob Ferguson hanno sfidato apertamente l’annuncio, dichiarando che faranno tutti i passi necessari per bloccare le operazioni di Trump. (PBS)

Il governatore di Porto Rico Rossello è stato altrettanto teatrale:

Trump vorrebbe che della costruzione del muro se ne occupasse l’esercito, ma secondo molti esperti le ragioni della Casa bianca per dichiarare emergenza nazionale non reggerebbero in tribunale. (Vox)

Secondo Eugene Robinson la dichiarazione di emergenza nazionale sottolineerà soltanto come la vera emergenza degli Stati Uniti sia altrove: per la precisione, alla Casa bianca. (the Washington Post, via Outline)

* * *

Vuoi ricevere Hello, World! tutte le mattine direttamente via email? Sostieni the Submarine e abbonati alla newsletter. In cambio, oltre alla tua rassegna stampa preferita direttamente in inbox, riceverai link e contenuti extra, e la nostra eterna gratitudine.

* * *

Mondo

Intervistato da Associated Press, Nicolas Maduro ha rivelato, tra le altre cose, che il suo ministro degli Esteri ha incontrato recentemente l’inviato speciale degli Stati Uniti per il Venezuela. Il presidente venezuelano prosegue sulla linea del dialogo, ma chiede anche che Donald Trump tolga le proprie “mani infette” dal paese. (Seattle Times)

Intanto, però, secondo il governo cubano gli Stati Uniti stanno muovendo le proprie forze speciali in vista di un’invasione del Venezuela, con il pretesto della crisi umanitaria. (Reuters)

Almeno 42 militari indiani sono morti in un attentato nel Kashmir: è l’attacco più grave degli ultimi vent’anni nella regione. (Al Jazeera)

Amazon ha ceduto:non costruirà il proprio nuovo quartier generale nel Queens, a New York. La notizia è una sconfitta per il sindaco De Blasio e il governatore Cuomo — la nuova sede del colosso era un affare da parecchi soldi e avrebbe portato circa 25 mila posti di lavoro — ma una vittoria per i cittadini e gli attivisti che si sono battuti contro la gentrificazione e gli incentivi concessi alla multinazionale. (the New York Times)

Theresa May è stata di nuovo sconfitta alla Camera dei Comuni, su una mozione di approvazione per la sua strategia negoziale sulla Brexit. Secondo la prima ministra — completamente in balia del proprio partito — la colpa è del Labour di Jeremy Corbyn, che dal canto proprio l’ha esortata per l’ennesima volta ad ammettere di aver fallito. (BBC News)

Oriol Junqueras, ex vicepresidente catalano, di fronte ai giudici si è dichiarato prigioniero politico, e ha rifiutato di rispondere alle domande dell’accusa. (El Paìs)

Il sito di giornalismo investigativo Bellingcat è riuscito a identificare anche il terzo sospetto dell’avvelenamento di Sergei e Yulia Skripal a Salisbury: si tratta di un alto ufficiale dei servizi segreti russi. (Bellingcat)

Dalla Francia alla Germania, l’antisemitismo è in forte crescita in tutta Europa. (the Guardian)

Italia

Si allarga l’inchiesta sui depistaggi che seguirono la morte di Stefano Cucchi: tra gli indagati c’è anche un colonnello dei Carabinieri, Lorenzo Sabatino, all’epoca capo del nucleo operativo di Roma. (la Repubblica)

Salvini aveva promesso di risolvere il problema “in 48 ore,” ma l’incontro al Viminale tra i pastori sardi e i rappresentanti dell’industria si sono risolti in un nulla di fatto: i pastori hanno rifiutato la proposta di far salire il prezzo del latte a 70 centesimi al litro, unita al ritiro di 67 mila quintali di forme di pecorino in eccedenza. (Rai News)

Il Movimento 5 Stelle cerca di mettere un freno al progetto di “autonomia differenziata” voluto dalla Lega — ma la battaglia è rimandata a quando il testo definitivo approderà in parlamento. (il Messaggero)

Umberto Bossi è stato ricoverato all’ospedale di Varese in seguito a un malore, a quanto pare una crisi epilettica. Non è in pericolo di vita, ma resta sotto osservazione. (ANSA)

Milano

Il Comune di Milano istituirà un registro per i richiedenti asilo che non possono iscriversi all’anagrafe per colpa del decreto Salvini. (il Giorno)

CSI Brianza: se avete la sfortuna di vivere a Muggiò (MB) e avete un cane, secondo Il Cittadino, i vigili potranno registrare il DNA del vostro animale e paragonarlo a quello delle cacche sul marciapiede per capire se è lui il colpevole. (il Cittadino di Monza e Brianza)

Cult

Prepararsi alla Hard Brexit: un tizio inglese ha comprato questo pene di balena impagliato nel XIX secolo per 6000 dollari. (Atlas Obscura)

Sì, la Casa bianca ha davvero annunciato che verrà dichiarata l’emergenza nazionale usando uno screenshot dall’app di Note dell’iPhone. (BuzzFeed News)

Il prossimo episodio della serie animata Star Wars Resistance racconterà il giorno prima degli eventi del Risveglio della Forza. (io9)

Culto

La scuola guarda al futuro: tra i corsi di aggiornamento accreditati dal Miur proposti agli insegnanti ce n’è anche uno su “Esorcismo e preghiera di liberazione.” Alla modica cifra di 400 euro, gli insegnanti potranno apprendere i fondamenti della lotta contro i demoni. (la Repubblica)

Giornalismi

OpenAI, un istituto di ricerca di San Francisco, ha sviluppato un’intelligenza artificiale capace di scrivere articoli di giornale coerenti a partire da link pubblicati su Reddit — ma ora i ricercatori hanno paura che possa essere usata per produrre fake news in massa. (BBC News)

* * *

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

Se ti piace il nostro lavoro e vuoi sostenerci, abbonati alla newsletter di Hello, World!, la nostra rassegna stampa del mattino.

Se invece vuoi discutere con la redazione, ci trovi su Ogopogo, il nostro gruppo Facebook.

Related

Resta nel nostro radar.

Segui the Submarine su Instagram e Twitter,
iscriviti al nostro canale Telegram
o alla nostra newsletter settimanale gratuita.

Share via

 

Ti piace il nostro lavoro? Sostienici!

Abbonati alla newsletter

di Hello, World!

 

Ogni mattina, una rassegna di link da leggere, vedere e ascoltare, direttamente nella tua inbox.