in copertina, foto via Twitter

Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

È stata un’altra giornata di proteste in Ungheria, a Budapest ma non solo: da giorni i cittadini ungheresi scendono in piazza per opporsi alla “legge schiavitù” approvata dalla maggioranza di Viktor Orban. (Al Jazeera)

La legge estende le ore totali di straordinari che i datori di lavoro possono chiedere ai propri dipendenti, bypassando i sindacati, da 250 a 400 ore, il che si potrebbe tradurre in una settimana lavorativa di 6 giorni, o in turni da 10 ore. In più, il pagamento degli extra potrà avvenire entro tre anni, invece che in 12 mesi. (euronews)

Le proteste sono iniziate subito dopo l’approvazione della legge da parte del parlamento, mercoledì scorso, quando qualche migliaio di persone si erano radunate spontaneamente davanti al palazzo del parlamento a Budapest. (CNN, 13/12)

La legge vorrebbe porre un rimedio alla cronica carenza di manodopera in Ungheria, che mostra chiaramente il paradosso di un paese in declino demografico che rifiuta l’immigrazione straniera, e finisce per impiegare studenti e pensionati con ritmi di lavoro da prima rivoluzione industriale. (Financial Times, 22/11)

La manifestazione di ieri — circa 15 mila persone — è rimasta pacifica finché la polizia non ha aggredito i contestatori con gas lacrimogeno. Ovviamente secondo Orban in strada sono scesi solo “criminali” pagati da Soros. (HuffPost)

Le proteste non si limitano alla “legge schiavitù,” ma esplodono dopo anni di crescente autoritarismo nel paese, dal controllo dello stato sui media alle corti amministrative che collegano direttamente amministrazione pubblica e giustizia. (DW, 12/12/18)

* * *

Vuoi ricevere Hello, World! tutte le mattine direttamente via email? Sostieni the Submarine e abbonati alla newsletter. In cambio, oltre alla tua rassegna stampa preferita direttamente in inbox, riceverai link e contenuti extra, e la nostra eterna gratitudine.

* * *

Mondo

Circa 5000 attivisti di estrema destra sono scesi in piazza a Bruxelles per protestare contro il “global compact” approvato a Marrakech la settimana scorsa, scontrandosi con la polizia nei pressi dei palazzi dell’Unione europea. L’approvazione del trattato ha spaccato il governo belga, spingendo i nazionalisti fiamminghi ad abbandonare la coalizione. (BBC News)

Jordi Turull, uno degli ex leader indipendentisti catalani in carcere in attesa di processo, è stato ricoverato nell’ospedale della prigione in cui è detenuto, dopo due settimane di sciopero della fame. (the Local Es)

È morto anche Barto Pedro Orent-Niedzielski, 35 anni, che la sera dell’attentato di Strasburgo si trovava insieme ad Antonio Megalizzi. Salgono così a 5 le vittime della sparatoria. (le Monde)

Daniel Ortega, ex leader rivoluzionario e attuale presidente del Nicaragua, sta mettendo in atto una dura stretta repressiva ai danni degli organi di informazione indipendenti e delle ONG che si battono per il rispetto dei diritti umani nel paese. (the Guardian)

Un’esplosione in un palazzo a Sapporo ha lasciato ferite 42 persone. Secondo la polizia la causa sarebbe una fuga di gas causata da 100 lattine di spray di deodorante non buttate in un’agenzia immobiliare. (the Japan Times)

Una sentenza della Corte suprema di Singapore ha concesso a una coppia omosessuale l’adozione di un figlio nato da una madre surrogata. (the Straits Times)

Molti repubblicani stanno tentennando di fronte alle nuove informazioni emerse dalle indagini sul Russiagate. Secondo una deposizione di Cohen, in particolare, Trump era molto preoccupato di come le rivelazioni delle due donne pagate da Cohen avrebbero influenzato il risultato delle elezioni. (ABC News)

Tutte le persone che avrebbero dovuto candidarsi alle primarie democratiche del 2015 stanno pensando di presentarsi per la candidatura democratica, oltre a Clinton e Sanders, entrambi tentati a riprovare la corsa. La situazione di caos è il perfetto presupposto che potrebbe portare ad una seconda vittoria di Trump nel 2020, scrive Ford O’Connell. (the Hill)

Internet

È morto a 34 anni Colin Kroll, cofondatore di Vine e dell’app di quiz HQ Trivia. Le autorità sospettano si tratti di un caso di overdose. (Quartz)

Italia

Il governatore della regione Toscana Enrico Rossi ha annunciato entro Natale una legge regionale per neutralizzare gli effetti del decreto Salvini. (il Fatto Quotidiano)

Nel corso della notte tra il 15 e il 16 dicembre un gruppo di cinque ragazzini palermintani ha assalito un giovane del Bangladesh che vendeva rose. Il giovane ha cercato di fuggire ai cinque, che l’hanno inseguito e aggredito nuovamente malgrado la presenza di testimoni. (la Repubblica Palermo)

C’è una nuova indagine sulla Lega: la Guardia di Finanza sta lavorando sulle roccaforti del Carroccio, Bergamo e Brescia, per verificare i rapporti di lavoro di una decina di dipendenti al partito, che ispezioni bancarie fanno sospettare siano stati pagati in nero. (Next Quotidiano)

Secondo fonti di Palazzo Chigi, nel vertice notturno di ieri sera il governo è riuscito a trovare tra le pieghe del bilancio i tre miliardi che servono per portare il deficit al 2,04% ed evitare così la procedura di infrazione. L’intesa a quanto pare prevede l’ecotassa solo sulle auto di lusso, un bonus fino a 6 mila euro per l’acquisto di veicoli non inquinanti, il taglio delle pensioni d’oro fino al 40%. (la Repubblica)

Sia il “reddito di cittadinanza” — che dovrebbe partire a marzo — sia la riforma delle pensioni a “quota 100” perdono per strada due miliardi. (il Sole 24 Ore)

21 sfumature di Cesare Battisti. (la Repubblica)

È una donna italiana di 37 anni la vittima dell’incidente di un pullman Flixbus diretto da Genova a Düsseldorf, che si è schiantato ieri mattina a Zurigo. A bordo c’erano 51 persone. (ANSA)

Maria Lapia, deputata del Movimento 5 Stelle, è stata aggredita violentemente da un uomo nella sua città, Nuoro. Il fatto è avvenuto sabato ma si è saputo soltanto ieri. L’aggressore è stato identificato, non è ancora chiaro se ci sia una motivazione politica. (Rai News)

Milano

Il sindaco Beppe Sala è stato duramente contestato da un gruppo di antagonisti in Piazza Angilberto II, nel quartiere Corvetto, durante il taglio del panettone con i cittadini. (Milano Today)

Secondo il Sole 24 Ore Milano è la prima città d’Italia per qualità della vita.

Cult

PewDiePie, lo youtuber più popolare al mondo, è da tempo una figura di riferimento per l’alt-right e il suprematismo bianco. Ma chi l’ha radicalizzato? (Esquire)

Il calendario di Vladimir Putin va a ruba in Giappone. (the Guardian)

Secondo HTC uno dei mercati più interessanti per lo sviluppo della realtà virtuale sono i film e i videogiochi per cristiani, da “Jesus VR” a “7 Miracles.” (the Verge)

Gif di Scorpion Dagger

Apple ha acquisito i diritti per produrre nuovi cartoni animati dei Peanuts per il proprio imminente servizio di streaming. Oltre a una nuova serie animata e speciali, il contratto prevede la produzione di una serie di corti educativi su scienza e tecnologia con protagonista “Snoopy astronauta.” (the Hollywood Reporter)

Natale

Il prezzo degli alberi di Natale negli Stati Uniti è in continuo aumento, perché ce ne sono sempre meno. (Quartz)

Fondo del barile

Chi l’avrebbe mai detto: il documentario di Renzi su Firenze, andato in onda ieri sera su Nove, non l’ha visto praticamente nessuno. (Corriere della Sera)

* * *

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

Se ti piace il nostro lavoro e vuoi sostenerci, abbonati alla newsletter di Hello, World!, la nostra rassegna stampa del mattino.

Se invece vuoi discutere con la redazione, ci trovi su Ogopogo, il nostro gruppo Facebook.

Share via

 

Ti piace il nostro lavoro? Sostienici!

Abbonati alla newsletter

di Hello, World!

 

Ogni mattina, una rassegna di link da leggere, vedere e ascoltare, direttamente nella tua inbox.