in copertina: Matteo Salvini, via Facebook

Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

A una fiaccolata in memoria di Desirée, la ragazza violentata e uccisa pochi giorni fa a San Lorenzo, si è registrata qualche tensione ieri, quando da una parte dei manifestanti sono partiti cori razzisti. (Rai News)

Per darvi un’idea del clima: pur di fare propaganda sulla morte di una sedicenne, il responsabile della comunicazione di Salvini ha rilanciato un finto account “antifascista” su Facebook, che ha pubblicato un post in cui “giustificava” gli assassini di Desirée. (VICE)

Intanto sono saliti a tre gli uomini fermati per l’omicidio, accusati di violenza sessuale di gruppo, omicidio e spaccio. Gli inquirenti stanno cercando una quarta persona, mentre si indaga per ricostruire esattamente la dinamica dei fatti — c’è anche l’ipotesi di reato di omissione di soccorso per le altre persone presenti all’interno dello stabile abbandonato al momento della morte della ragazza. (Corriere della Sera Roma)

Nel quartiere sono già attive “ronde” di persone che dichiarano alla stampa in tutta tranquillità “non siamo razzisti finché non ci rompono le scatole.” E per sabato ha annunciato un corteo anche Forza Nuova, che la presidente del Municipio II ha chiesto di non autorizzare. (ANSA / Roma Today)

Alle 18 di oggi si terrà invece il presidio della rete San Lorenzo Solidale, contro la violenza sulle donne e contro il razzismo. (Womenews)

“L’Italia è uno dei paesi dove la violenza contro le donne è più diffusa, la violenza non ha nazionalità, gli stupri non hanno nazionalità. Salvini vuole strumentalizzare la morte di questa ragazza nella sua battaglia contro gli immigrati, promette di schierare più polizia. Ma la polizia non serve, ci sono stati altri episodi drammatici nonostante la presenza delle forze dell’ordine. Chiediamo più centri antiviolenza, più stato sociale, più sostegno alle donne.” Annalisa Camilli ha raccolto le testimonianze di alcuni dei manifestanti che hanno contestato Salvini ieri. (Internazionale)

Dopo la morte di Desirée il quartiere San Lorenzo è al centro dell’attenzione politica e mediatica, ma in questi anni non è stato fatto niente per risolvere le situazioni più critiche legate alla diffusione della droga, nonostante le numerose segnalazioni e i ripetuti sgomberi, che evidentemente non hanno nessun effetto risolutivo. (la Repubblica, dietro paywall)

Mentre la propaganda di destra continua a parlare di “invasione” e a sfruttare la cronaca nera per esacerbare il già diffuso razzismo contro gli immigrati africani, i dati continuano a dipingere una realtà diversa: l’ultimo dossier statistico Idos dimostra che nell’ultimo anno gli stranieri in Italia sono diminuiti, e tra questi i musulmani sono solo il 32%. (la Repubblica)

* * *

Vuoi ricevere Hello, World! tutte le mattine direttamente via email? Sostieni the Submarine e abbonati subito alla newsletter.

* * *

Mondo

Le prime indagini sui pacchi bomba inviati a importanti figure della politica americana rivelano che i modelli di ordigni sono prodotti partendo da progetti e istruzioni che si trovano comunemente su internet. (Reuters)

L’FBI ha perquisito un centro di smistamento postale vicino a Miami, da cui potrebbe essere partito almeno uno dei pacchi. Tra gli ultimi destinatari ci sono l’ex vicepresidente Joe Biden, ma anche Robert De Niro. (BBC News)

Trump avrebbe intenzione di chiudere il confine con il Messico, per impedire l’ingresso ai migranti della carovana di circa 7mila persone attualmente in viaggio dal centro America — inclusi quelli che hanno intenzione di fare domanda d’asilo. Al confine saranno inviati anche un migliaio di soldati. (the New York Times)

Lo staff di Trump, dietro le quinte, sa che l’allarmismo del presidente sulla carovana è completamente infondato, ma ha deciso di stare al gioco. I repubblicani sanno di poter trasformare questa notizia in un motivo per far tornare a votare una base che negli ultimi due anni si è notevolmente disgregata. Secondo un funzionario, per il GOP la notizia è, virgolettiamo, “l’opposto della kriptonite.” (the Daily Beast)

Nessuno intanto riesce a convincere Trump a non usare il proprio telefono cellulare per fare chiamate di stato —ma la rete telefonica mobile è estremamente facile da intercettare, e infatti sembra che spie russe e cinesi ascoltino tutte le conversazioni del presidente. (the New York Times)

Il procuratore generale saudita ha suggerito che l’omicidio di Jamal Khashoggi possa essere stato premeditato (ma dai), contraddicendo la versione ufficiale del regime finora. Intanto, il figlio maggiore del giornalista ha lasciato l’Arabia Saudita. (the Guardian)

La Central European University — l’università fondata a Budapest da George Soros — alla fine cederà alle pressioni del governo di estrema destra di Orban, e ieri ha annunciato che trasferirà la propria sede a Vienna. (the New York Times)

Dopo i risultati deludenti in Baviera, la coalizione di Angela Merkel si prepara a un nuovo contraccolpo elettorale, questa volta nello stato di Assia, roccaforte dei conservatori negli ultimi 20 anni.

La corte suprema spagnola ha ordinato il processo per 18 degli ex leader separatisti, incluso l’ex vicepresidente della generalità Oriol Junqueras. Il processo, che dovrebbe iniziare nel 2019, rischia di acuire le tensioni tra Barcellona e Madrid. (the Local Es)

L’Etiopia ha nominato la propria prima presidente, Sahle-Work Zewde. Il ruolo della capa di Stato è principalmente cerimoniale — è difficile leggere la nomina, se si tratti di un segno positivo per il paese o un semplice contentino: il presidente precedente, Mulatu Teshome Wirtu, si è dimesso per protesta di fronte al governo quando dopo le scorse elezioni nessun membro dell’opposizione ha ottenuto un posto in parlamento. Non è chiaro se il governo di Desalegn si muoverà ora per un’espansione della democrazia nel paese. (Quartz)

Alla vigilia delle elezioni brasiliane, non tutto sembra perduto: un sondaggio pubblicato giovedì testimonia soltanto 5 punti di distacco tra il favorito Jair Bolsonaro e lo sfidante Haddad. Sarà decisiva la percentuale degli indecisi, data attorno al 17%. (teleSUR)

Internet

Sono almeno tre i manager di Google di cui l’azienda ha cercato di nascondere il licenziamento per aggressioni sessuali. Una menzione speciale merita Andy Rubin, creatore originale di Android, il cui licenziamento è stato mascherato da dimissioni amichevoli, compreso il pagamento di un pacchetto di separazione da 90 milioni di dollari. L’inchiesta di Daisuke Wakabayashi e Katie Benner. (the New York Times)

L’amministratore delegato di Google Sundar Pichai ha scritto un memo ai propri dipendenti — uno di quei memo che vengono immediatamente inviati alla stampa, e sono scritti sapendo che saranno immediatamente inviati alla stampa — in cui rivela che sono almeno 48 i dipendenti dell’azienda che sono stati licenziati per aggressioni sessuali, 13 dei quali in posizioni manageriali. Pichai ha annunciato nuove misure di condotta per l’azienda, ma ha negato il pagamento di qualsiasi pacchetto di separazione. (Reuters)

Il governo britannico ha finalmente multato Facebook per la cattiva gestione dei dati dei propri utenti nello scandalo Cambridge Analytica. La multa è addirittura di 500 mila sterline, ben lo 0,0015% delle rendite annuali dell’azienda. 🙄 (the Guardian)

Italia

Il governatore della Banca centrale europea Mario Draghi ha mandato dei messaggi molto espliciti al governo italiano, paragonando l’instabilità del nostro paese alla Brexit e chiarendo come la Bce non possa farsi carico dei nostri problemi di bilancio. (la Stampa)

Ma il governo sembra intenzionato a fare spallucce. Intervistato da Sky, il ministro per gli affari europei Paolo Savona ha detto che la manovra sarà rimandata “tale e quale” a Bruxelles. (HuffPost)

Ancora incendi nelle discariche italiane: questa volta alla piastra ecologica di San Rocco, nella periferia di Cremona, dove i pompieri hanno impiegato due ore per domare le fiamme. (la Repubblica)

Il decreto Genova intanto si è fermato di nuovo. I dubbi sulle coperture restano, con l’OK “con riserve” della commissione Bilancio — il voto alla Camera è stato fatto slittare alla settimana prossima, e poi toccherà al Senato. (HuffPost)

È morto a Torino un migrante che si è lanciato da un treno in corsa pur di sfuggire alla Polfer. Era semplicemente senza biglietto. La notizia arriva insieme alla denuncia di un esponente Pd, che riporta un commento disgustoso di una dipendente di Fs: “Meglio lui che un’altra persona.” (la Repubblica Torino)

Milano

L’associazione musulmani di Bergamo ha vinto l’asta della Regione sulla cappella dentro gli Ospedali Riuniti. L’associazione è così riuscita ad aggirare la norma del Pirellone contro le moschee, perché la struttura della Chiesa dei frati è già destinata al culto. (la Repubblica Milano)

Il primo festival di musica rock cinese in Italia — stando a quel che sostiene Enrico Ruggeri — sarà il 4 novembre ai Magazzini Generali di Milano, e si chiamerà “Mandorla” (oh no) (ANSA)

Ricordatevi che oggi c’è sciopero dei mezzi — e pensateci due volte prima di prendervela con chi sciopera. (Corriere della Sera Milano)

In compenso, da oggi potete tornare a usare il vostro diesel euro 4. (il Giorno)

Gif di Kiszkiloszki

Cult

Rassegnatevi: la realtà virtuale non andrà da nessuna parte. (the Outline)

Cose di cui, se ci pensate bene, si può sentire una giustificata nostalgia: il Concorde, l’unico aereo passeggeri supersonico del mondo, fuori servizio da ormai quindici anni. (the New Yorker)

Essere influencer… ad Halloween. (Vox)

Beh, com’è attraversare il ponte sul mare più lungo del mondo? (the Guardian)

Scienza

Negli scorsi giorni un pilota aereo della NASA ha scoperto nella banchisa antartica un iceberg di forma quasi perfettamente rettangolare, e le foto sono diventate virali. A quanto pare, però, potrebbe non essere un fenomeno raro. (Space)

Musica

Sinead O’ Connor si è convertita all’Islam: ora si chiama Shuhada’ Davitt. (BBC News)

Offerte di lavoro

Sono disponibili posti per autisti di camion pieni di marijuana lungo il confine a sud–ovest degli Stati Uniti. Avete sempre sognato di guidare camion pieni di marijuana? Questa è la vostra occasione. (Quartz)

* * *

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

— FIN —