“Sono tornato a marzo dalla Patagonia dove io e Silvan Schüpbach abbiamo scalato il Cerro Riso Patron, in Cile. È stata una spedizione molto particolare perché siamo andati in uno dei posti più remoti della regione.”

Vivendo in un paese densamente popolato è difficile per noi immaginare di mettere piede in un luogo mai raggiunto da essere umano e quali sensazioni si provino. La Patagonia è uno di quei luoghi, come ci ha raccontato Matteo Della Bordella, alpinista e arrampicatore nato a Varese nel 1984, ospite speciale della 5a edizione del Milano Montagna Festival & Fuori Festival di quest’anno.

Matteo ha iniziato a scalare a 12 anni e nella sua carriera conta tra le imprese più spettacolari della disciplina. È entrato molto giovane a far parte dei Ragni di Lecco, un’associazione alpinistica di antica tradizione, fondata nel 1946, di cui è presidente da due anni; i Ragni sono famosi per le spedizioni che organizzano in tutto il mondo, specialmente in Patagonia, da dove Matteo è tornato da poco .

“Ho iniziato a scalare a 12 anni insieme a mio padre, ho iniziato ad appassionarmi negli anni, con una crescita graduale fino alle spedizioni da quando sono entrato nei Ragni di Lecco.”

Il rapporto con la montagna è cambiato molto con il tempo?

Sì, quando ho iniziato io era ancora un’attività legata all’alpinismo e potenzialmente pericolosa. L’arrampicata sportiva c’era dagli anni ’80 ma era meno conosciuta, era una cerchia ristretta. Io quando ho cominciato ero legato a una visione classica della montagna, con i suoi pericoli, diversa da quella sportiva. Poi con gli anni è cambiata ancora questa cosa: una decina di anni fa seppure io avevo iniziato a fare arrampicata sportiva, facevo veramente fatica a trovare coetanei con cui scalare, invece negli ultimi anni c’è stata esplosione del fenomeno arrampicata: ci sono tante palestre e molti appassionati che magari con la montagna non hanno molto a che fare. Questo si è riflesso su tutto l’ambiente della montagna: ci sono più appassionati, sta crescendo il pubblico dell’arrampicata come della montagna.

Raccontaci l’ultima spedizione che hai fatto.

Sono tornato a marzo dalla Patagonia dove io e Silvan Schüpbach abbiamo scalato il Cerro Riso Patron, in Cile. È stata una spedizione molto particolare perché siamo andati in uno dei posti più remoti della regione. Il Riso Patron ha due cime di cui una era ancora inviolata e si trova sul versante cileno. Siamo arrivati all’ultimo paese civilizzato e da lì siamo partiti: abbiamo fatto 100 km in kayak per arrivare sulla costa da cui partiva l’avvicinamento per la montagna — che sono stati altri 15 chilometri — prima di iniziare la salita vera e propria per la cima. Quindi una avventura che va al di là della parte alpinistica. La parete era misto ghiaccio e roccia e non essendo mai stata scalata potevamo scegliere di salire dove volevamo. Abbiamo scalato la parete di mille metri in un giorno, abbiamo bivaccato in cima e poi siamo rientrati.

matteo-della-bordella_baffin_21

Avete nuove spedizioni in programma per il 2019?

Adesso ci sono Luca Moroni e David Bacci in Nepal, per scalare lo Jannu (7450 metri), di cui la cima est è inviolata. Intanto ci stiamo preparando alla nuova stagione patagonica: siamo in tanti ragni, suddivisi in gruppi, con tanti obiettivi che speriamo di portare a casa.

Per sentire i racconti di queste e di altre avventure potrete incontrare Matteo al Milano Montagna Festival tra il 22 e il 25 ottobre.


Milano Montagna Festival powered by Vibram è la manifestazione annuale che promuove  la cultura della montagna a 360° attraverso sport, esperienze, storie, innovazione,  action sport, contest, design, film e mostre. Per un programma completo visita il sito del festival

Se ti piace il nostro lavoro e vuoi sostenerci, abbonati alla newsletter di Hello, World!, la nostra rassegna stampa del mattino.

Se invece vuoi discutere con la redazione, ci trovi su Ogopogo, il nostro gruppo Facebook.

Share via

 

Ti piace il nostro lavoro? Sostienici!

Abbonati alla newsletter

di Hello, World!

 

Ogni mattina, una rassegna di link da leggere, vedere e ascoltare, direttamente nella tua inbox.