in copertina, foto via Twitter

Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Sono almeno 25 le vittime del tifone Mangkhut, che ha colpito ieri il nord delle Filippine. Nella provincia agricola di Cagayan si temono pesanti danni ai raccolti, mentre la tempesta si dirige ora verso la costa cinese, minacciando Hong Kong. (BBC News)

La città ha diramato l’allarme di livello più alto — è successo solo 15 volte negli ultimi 60 anni — e si sta preparando all’impatto, previsto a breve. (CNN)

Sul percorso del tifone si trovano anche due centrali nucleari cinesi. (SCMP)

Anche l’uragano Florence, benché declassato a tempesta tropicale, si sta lasciando alle spalle una scia di distruzione: il conto delle vittime è salito almeno a 11, mentre molte aree colpite devono fare i conti con enormi allagamenti. (the Washington Post)

L’impatto è stato più debole del previsto, ma i danni all’economia locale delle due Carolina saranno pesanti. (CNBC)

La forza distruttiva di fenomeni atmosferici come Mangkhut potrebbe costringere i meteorologi a rivedere le proprie classificazioni: presto potremmo assistere a uragani di categoria 6, con venti superiori alle 200 miglia orarie, finora reputati impossibili. (the Guardian)

Anche Florence è figlio dei cambiamenti climatici, senza la cui influenza avrebbe portato il 50% di pioggia in meno, stimano i ricercatori. È difficile attribuire fenomeni così complessi a un’unica catena di causa-effetto, ma gli oceani più caldi sono il primo ingrediente per rafforzare un uragano. (CBC.ca)

Eppure i media (statunitensi e non solo) continuano a sottovalutare la portata dei cambiamenti climatici, anche quando parlano degli uragani. (San Antonio Current)

* * *

Vuoi ricevere Hello, World! tutte le mattine direttamente via email? Sostieni the Submarine e abbonati alla newsletter. In cambio, oltre alla tua rassegna stampa preferita direttamente in inbox, riceverai link e contenuti extra, e la nostra eterna gratitudine.

* * *

Mondo

Un retroscena del Wall Street Journal conferma i piani di Trump di imporre altri 200 miliardi di dollari in dazi contro la Cina. Le nuove tariffe potrebbero essere annunciate già domani. I prezzi finali di beni costruiti in Cina salirà inevitabilmente, ai danni del consumatore finale. (CNN)

Ieri dicevamo che Manafort ha accettato un accordo assolutamente non generoso da parte di Mueller — probabilmente perché poteva offrire solo conferme e non nuove informazioni. Nuovi dettagli dall’accordo testimoniano la severità della situazione, per l’ex capo del comitato elettorale di Trump: l’accordo prevede la restituzione di cinque residenze a New York, compreso un appartamento a Trump Tower, per un valore di 22 milioni di dollari. (NBC News)

Ieri Trump è tornato all’attacco contro Mueller per la prima volta dopo l’accordo di Manafort, ma non suonava convinto. (Politico)

Lo stallo politico in Iraq dà qualche timido segno di sblocco: i parlamentari sono riusciti a eleggere il presidente della Camera, primo passo verso la formazione di un governo. (Al Jazeera)

Nei villaggi palestinesi che si trovano nei territori occupati della West Bank, dalle demolizioni delle autorità israeliane non si salvano neanche le scuole. (Middle East Eye)

Che sorpresa: i due uomini sospettati dell’avvelenamento degli Skripal, quelli che su Russia Today dicevano di essere turisti, hanno dei legami con i servizi di sicurezza russi. (Bellingcat)

A proposito di avvelenamenti sospetti all’ombra del Cremlino, Pyotr Verzilov, attivista delle Pussy Riot, è andato a Berlino per farsi curare, da sintomi di cui ancora non si conoscono chiaramente le cause. Verzilov era tra gli invasori di campo della finale dei Mondiali, cosa che gli è costata 15 giorni di carcere. (BBC News)

Continua la stretta della polizia tedesca contro gli attivisti che occupavano la foresta di Hambach. Ieri 30 persone sono state arrestate, e molte altre sgomberate con la forza, per permettere alla compagnia energetica RWE di abbattere la foresta per estrarre lignite. (DW)

Italia

“Sciogliamo il Pd e rifondiamolo,” l’ha buttata lì il presidente del partito Orfini, ennesima prova di una forza politica che non sa più cosa inventarsi. (la Repubblica)

Per la terza volta in quattro giorni il presidente della Repubblica è intervenuto esplicitamente sui temi caldi del dibattito politico, questa volta assumendosi la difesa della libertà di stampa, “elemento portante e fondamentale della democrazia e non può essere oggetto di insidie volte a fiaccarne la piena autonomia e a ridurre il ruolo del giornalismo.” (HuffPost)

I pompieri hanno installato i sensori che monitoreranno la stabilità dei tronconi del ponte Morandi. Il ponte, considerato pericolante, va mantenuto sotto osservazione costante per garantire la sicurezza della zona. Al termine della procedura come omaggio alla città i lavoratori hanno fissato in cima a uno dei piloni una bandiera di Genova. (il Secolo XIX)

“Ho revocato la revoca della concessione al mio barbiere”: Toninelli non ce la fa proprio a non fare ironia sulla situazione di Genova, tanto i morti ormai sono morti. (il Messaggero)

Secondo il ministro Salvini, che se l’è presa con l’Associazione nazionale magistrati per le critiche alla sua proposta di legge sulla legittima difesa, “la difesa è sempre legittima.” Ma almeno finché la legge non passa, non è così. (ANSA)

È previsto per lunedì il volo che deporterà i primi 40 migranti tunisini dei 184 sbarcati questa settimana a Lampedusa. L’Italia ha un accordo semplificato con la Tunisia che permette procedure semplificate per il rimpatrio dei migranti che sbarcano sulle coste siciliane. (Rai News)

Milano

È stato chiuso al traffico il ponte San Michele di Calusco d’Adda, bloccando un tratto della linea ferroviaria Bergamo-Milano. Il ponte, che risale alla fine dell’Ottocento, ha bisogno di urgenti interventi di messa in sicurezza. (Milano Today)

Un nuovo assalto omofobo a Milano, alla scuola di Cultura Popolare in Via Bramantino. Qualcuno ha imbrattato i muri con scritte omofobe piene di errori ortografici, firmandosi con una svastica — e cercando di scrivere anche un “Allah” per depistare, ma scritto sbagliato. (da i sentinelli di Milano, su Facebook)

Cult

È morto pochi giorni fa Walter Mischel, professore emerito di psicologia alla Columbia University famoso soprattutto per il “test del marshmallow,” un celebre studio di psicologia comportamentale sull’autocontrollo condotto tra gli anni Sessanta e Settanta. (Ars Technica)

Che fine ha fatto Fan Bingbing? Una delle più celebri attrici cinesi è scomparsa da giugno senza lasciare traccia. (CNN)

Da leggere: Ball Lightning è il nuovo romanzo di Cixin Liu, autore cinese di fantascienza rinomato per la propria trilogia the Three–Body Problem. (the Verge)

Ambiente

L’industria europea della carne e dei derivati animali non è sostenibile e dovrebbe dimezzarsi entro il 2050, avvertono gli esperti. (the Guardian)

Animali

Come convinciamo le balene a fare sesso? Il dramma della balena franca nordatlantica, specie di cui esistono più solo 450 esemplari, che nel corso dello scorso anno non hanno figliato nemmeno una nuova balena :( (BBC Earth)

Fondo del barile

Nancy Crampton Brophy, 68 anni, autrice di romanzi rosa e di un testo intitolato “Come uccidere tuo marito,” è stata arrestata con l’accusa di aver ucciso suo marito. (the Guardian)

* * *

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

Unisciti a Ogopogo, il nostro gruppo su Facebook, per discutere con la redazione.
No more articles
Share via