Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Trump ha incontrato alla Casa bianca i generali dell’esercito e ha avvertito la Russia che “una decisione è imminente,” entro 24-48 ore, dopo il sospetto attacco chimico del regime siriano su Douma. La Russia ha risposto che ci sarebbero “gravi ripercussioni.” (the Guardian)

Sono volati gli stracci anche alla riunione del Consiglio di Sicurezza dell’Onu di ieri, dove l’ambasciatrice statunitense Nikki Haley ha detto che “le mani della Russia sono coperte del sangue dei bambini siriani.” (CNN)

È una risposta muscolare da parte dagli Stati Uniti: ma è la stessa che l’amministrazione Trump aveva preso dopo lo scorso attacco chimico sul paese, e che si era tradotto in un singolo attacco abbastanza a caso. (Vox)

Trump ha detto che “nessuna opzione è fuori dal tavolo.” Okay, ma quali sono le opzioni sul tavolo? (BBC News / video)

L’attacco di ieri a una base aerea del regime sembra essere stato di responsabilità israeliana. Tra i morti ci sono quattro consiglieri militari iraniani, il che riporta all’evidenza il conflitto Iran-Israele covato all’ombra della guerra civile siriana. (the New York Times)

A questo punto del conflitto un intervento statunitense non può più cambiare molto. Quello che deve preoccuparci, però, è il prossimo fronte della guerra, nella provincia di Idlib, una delle ultimissime roccaforti dei ribelli siriani. Lo spiega Robert F. Worth a Slate.

Secondo John McCain l’attacco chimico è stato possibile proprio a causa dell’annuncio da parte di Trump che gli Stati Uniti si sarebbero ritirati dalla regione: Assad e Putin sarebbero certi, sceneggiate a parte, di avere mano libera. (the Washington Post)

* * *

Ti piace Hello, World? Offrici un caffè o una birra.

* * *

Mondo

L’FBI ha perquisito gli uffici dell’avvocato personale di Trump, Michael Cohen, nell’ambito delle indagini di Robert Mueller sull’ingerenza russa nelle elezioni del 2016. (Reuters)

Secondo le prime indiscrezioni Cohen sarebbe indagato per frode fiscale e violazioni delle leggi sul finanziamento elettorale. (the Washington Post)

Trump questa volta ha un sacco paura, e per la prima volta i posti di Mueller e Rosenstein sono davvero a rischio. (the New York Times)

Non è chiaro se la perquisizione sia collegata alla notizia che Mueller starebbe investigando su un pagamento ricevuto da Trump da parte del miliardario ucraino Victor Pinchuk, che ha pagato all’ora presidente 150 mila dollari per una comparsata in videoconferenza di 20 minuti. (the New York Times)

Ad una conferenza stampa a Ramallah è stato condiviso un video che mostra un estratto dell’interrogatorio di Ahed Tamimi, la sedicenne palestinese arrestata lo scorso inverno. Il video mostra come le autorità abbiano bullizzato e molestato la giovane attivista. (Al Jazeera)

Secondo gli osservatori internazionali dell’Osce, le elezioni ungheresi sono state caratterizzate da una “pervasiva sovrapposizione tra le risorse del partito di governo e quelle dello stato,” impedendo alle opposizioni di competere su basi eque. (OSCE)

Fatou Bensouda, pubblico ministero della Corte penale internazionale, ha chiesto giurisdizione sul caso della deportazione dei rohingya dal Myanmar al Bangladesh, per accertare se si sia trattato di un crimine contro l’umanità. (Reuters)

Con Lula fuori gioco, la nuova destra brasiliana si appresta a diventare la forza decisiva alle prossime elezioni del paese. (Dissent)

Internet

Prima di testimoniare pubblicamente di fronte a due commissioni del Senato statunitense — oggi e domani — Mark Zuckerberg a Washington ha già incontrato privatamente diversi parlamentari. (the New York Times)

La linea di Zuckerberg è chiara, anche perché il testo completo della sua testimonianza è già stato depositato — lo trovate qui. Non c’è molto di diverso da quanto il CEO di Facebook ha sempre ripetuto finora: la solita retorica naive sul “connettere le persone,” l’ammissione di responsabilità e le scuse per ciò che è andato storto, l’impegno a migliorare la tecnologia del social network per impedire che succeda di nuovo.

C’è da aspettarsi comunque che i membri delle commissioni non siano morbidi con lui: per questo, più che una questione di regolamentazioni — che il Congresso è ancora lontano dal varare — si tratta di una questione di reputazione, scrive Kurt Wagner su Recode.

L’audizione di oggi comincia alle 14.15, ora di Washington, cioè alle 20.15 da noi. Potrete vederla in streaming qui.

La più grande pagina Facebook non ufficiale di Black Lives Matter era gestita da un bianco australiano, che a quanto pare si è anche intascato 100 mila dollari di donazioni. (CNN)

Italia

La terra è tornata a tremare nel maceratese poco dopo le 5 del mattino, con una scossa di magnitudo 4.7 seguita da oltre 10 repliche. Si è registrati danni, ma nessun ferito. (ANSA)

Un’autobomba a Limbadi (Vibo Valentia) ha ucciso Matteo Vinci, candidato alle ultime elezioni comunali. Si indaga per ’ndrangheta. (la Repubblica)

Tra Salvini e Di Maio, dopo settimane di annusamenti reciproci, il dialogo sembra essersi azzerato. Non è chiaro con quali proposte torneranno a presentarsi al Quirinale. (il manifesto)

Davide Falcioni, giornalista di Fanpage, è stato condannato a 4 mesi dal Tribunale di Torino. Motivazione? Non doveva seguire i manifestanti No Tav durante un’azione di protesta del 2012 — quando fecero irruzione nella sede di un’azienda — come avrebbe fatto qualsiasi giornalista, ma “aspettare fuori.” (Fanpage)

La Federazione nazionale della stampa italiana ha commentato la sentenza definendola “un’ingiustizia e uno schiaffo al diritto di cronaca.” (FNSI)

100 roghi di rifiuti in 100 giorni

Ieri qualcuno ha appiccato un incendio a un cumulo di rifiuti e ad una discarica situati rispettivamente a Reggio Calabria e in provincia. (Stretto Web)

A Canicattì (Agrigento) si è verificato l’ennesimo incendio di cassonetti urbani stracolmi di immondizia. (Sicilia Reporter)

A Cernusco sul naviglio (Milano) è bruciato un cumulo di rifiuti ammucchiati a ridosso di una scuola elementare. (La Martesana)

Ad oggi, i roghi di rifiuti verificatisi a partire da inizio 2018 sono circa un centinaio, la media annuale è ormai di un incendio al giorno, mentre ad aprile se ne contano circa due al giorno. Stiamo raccogliendo tutte le segnalazioni qui.

Questioni di genere

Un tribunale di San Francisco ha messo fuori legge una delle giustificazioni più diffuse per continuare a pagare le donne meno degli uomini: che fossero pagate meno nel proprio lavoro precedente. (Quartz at Work)

Cult

Turkrap e dintorni: dalla caduta del muro a oggi, breve storia della scena hip hop tedesca e del suo rapporto con le comunità immigrate in Germania. (Not)

È ora di dire che Apu dei Simpson è un personaggio interamente basato sul pregiudizio razziale? (BBC News)

La serie ha provato a rispondere alle crescenti critiche sulla rappresentazione delle minoranze, giustificandosi dietro “il cambiamento delle sensibilità.” Che potremmo chiamare, in un altro modo, il progresso. (Digg)

La troupe di Game of Thrones ha appena concluso uno shoot di 55 giorni per registrare una sola, gigantesca battaglia. Presto la serie HBO sarà finita, e noi non vediamo l’ora. (Quartzy)

Piano B: Se Magic Leap non riuscirà a produrre i propri occhiali per la realtà aumentata, almeno potrà diventare un ottimo patent troll. (MIT Technology Review)

Ambiente

Quanto è inquinata l’aria di Roma? Ne parla Carla Ancona, epidemiologa ambientale presso il Dipartimento di Epidemiologia del SSR del Lazio. (Salvaiciclisti)

Intensificazione dell’agricoltura e della silvicoltura, i cambiamenti climatici, l’estrazione mineraria e l’inquinamento sono le cause della crescente perdita di biodiversità in Europa. (CMCC)

Animali

Un capodoglio è stato ritrovato morto sul litorale spagnolo per aver ingoiato 29 kg di plastica. (the Independent)

Fondo del barile

Don Romano Gambalunga, “esperto di santità,” ha aperto alla possibilità di santificare Fabrizio Frizzi. (il Fatto Quotidiano)

***

Gif di This Might Get

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

Unisciti a Ogopogo, il nostro gruppo su Facebook, per discutere con la redazione.
No more articles
Share via