Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Nella notte tra mercoledì e giovedì è stata assassinata Marielle Franco, consigliera comunale di Rio de Janeiro, attivista socialista e LGBT proveniente da una delle favelas più povere della città.

La polizia ha immediatamente inquadrato il caso come omicidio premeditato. Franco aveva dedicato molta della propria attività politica a combattere violenza, corruzione e assassini di cui era responsabile la polizia di Rio. (the Washington Post)

Nel corso della giornata di ieri in tutto il Brasile si sono tenute manifestazioni per ricordare Franco. La folla fuori dagli uffici municipali di Rio de Janeiro ha strepitato “Non un passo indietro,” mentre attendeva che iniziasse la cerimonia in onore della politica. (the Guardian)

Quando Franco e il suo autista Anderson Pedro Gomes sono stati assassinati la consigliera comunale stava tornando da un evento sulla necessità di rafforzare il ruolo delle donne nere nella società brasiliana. (Bustle)

Sono in molti a sospettare che il mandante sia all’interno del governo. Franco negli ultimi mesi era stata in prima linea contro l’intervento delle forze militari brasiliane, iperviolente, al fianco della polizia di Rio. (the Rio Times)

Amnesty ha pubblicato un post sottolineando la necessità di indagini approfondite sull’omicidio. (Amnesty International)

Mondo

Secondo fonti del Washington Post, Trump avrebbe deciso che è il momento di licenziare anche il proprio consigliere in materia di sicurezza nazionale H.R. McMaster. (the Washington Post)

Nel frattempo alla Casa bianca si progetta di combattere l’uso degli oppioidi negli Stati Uniti con la pena di morte per gli spacciatori. (Politico)

Il procuratore speciale Mueller ha presentato richiesta con mandato alla Trump Organization di consegnare documenti dell’azienda — compresi alcuni legati agli affari del gruppo in Russia. (the New York Times)


Gif di Bubble Punk

La Russia è stata colpita da una raffica di sanzioni da Stati Uniti, Regno Unito, Francia, e Germania. (the Daily Beast)

Ignorando le storie dell’orrore sui casi di violenza e corruzione di cui è responsabile la guardia costiera libica, l’Unione Europea ha deciso di attivare un’operazione di addestramento per altre 300–500 persone. (Middle East Eye)

Sarebbero in corso da mesi discussioni segrete tra ufficiali sauditi e ribelli Houthi per trovare una soluzione alla guerra in Yemen, che da tre anni ha lasciato 22 milioni di persone in disperata necessità di assistenza umanitaria. (Al Jazeera)

Il ministro degli esteri nordcoreano Ri Yong-ho si è recato ieri in Svezia, dove resterà anche oggi, probabilmente per discutere della possibilità che sia il paese scandinavo a ospitare il summit tra Corea del Nord e Stati Uniti. (the New York Times)

Secondo l’attivista per la denuclearizzazione mondiale Akira Kawasaki il summit tra Stati Uniti e Corea del Nord è una tappa importantissima sul lungo sentiero verso l’abbandono totale delle armi atomiche. L’intervista di Lim Jae-woo. (Hankyoreh)

Tutto l’Egitto è tappezzato di manifesti che invitano a recarsi al voto — anche se di fatto alle elezioni di fine marzo il candidato è solo uno, al–Sisi. Si vota dal 26 al 28. (Arab News)

Il governo di Gibilterra ha minacciato di congelare i diritti dei cittadini europei e spagnoli che vivono nell’enclave se Madrid dovesse esercitare il proprio diritto di veto per escluderla dagli accordi della Brexit. (the Guardian)

Il crollo di un ponte pedonale vicino all’università di Miami ha causato almeno 4 morti e 10 feriti. Il ponte era stato costruito con una tecnica “accelerata” per ridurre i disagi al traffico. (BBC News)

Nelle ultime 48 ore sono circa 30 mila i civili fuggiti da Afrin, dove continuano incessanti i bombardamenti e i colpi di artiglieria dell’esercito turco. L’obiettivo di Ankara è prendere la città per fame. (il manifesto)

In migliaia sono fuggiti anche da Ghouta est, nel primo esodo di massa dall’enclave ribelle assediata dall’esercito di Assad, e sul punto di capitolare. (Reuters)

Vi presentiamo Ksenia Sobchak, candidata alle presidenziali russe con un partito appena fondato, il “Partito del Cambiamento.” Sarà una dei sette sfidanti di Vladimir Putin alle elezioni di questa domenica, ma secondo alcuni analisti si tratta di un fantoccio finto-liberale guidato dal Cremlino. (Al Jazeera)

* * *

Vuoi ricevere Hello, World! tutte le mattine direttamente via email? Sostieni the Submarine e abbonati alla newsletter, per 3€ al mese o 20€ all’anno. In cambio, oltre alla tua rassegna stampa preferita direttamente in inbox, riceverai link e contenuti extra, e la nostra eterna gratitudine.

* * *

Italia

Procedono spedite le consultazioni tra i partiti per le presidenze di Camera e Senato, che è probabile andranno rispettivamente al M5S e alla Lega; il Pd potrebbe aggiudicarsi le vicepresidenze. (la Repubblica)

Il Partito democratico è ancora allo sbando, e secondo indiscrezioni sarebbero in molti al Nazareno ad aver cambiato idea sulla “linea dura” di Renzi, per evitare un’alleanza tra i 5 Stelle e la Lega finalizzata unicamente al ritorno alle urne. (Corriere della Sera)

A Genova l’ossessione del il “decoro” urbano avallata dal decreto Minniti viene declinata con particolare solerzia dalla giunta di centrodestra, tra “dissuasori di seduta” per impedire il “bivacco” nel centro storico, e schedatura dei mendicanti. (Fanpage)

Il 16 marzo di quarant’anni fa avveniva la strage di via Fani e il rapimento di Aldo Moro ad opera delle Brigate Rosse. Su Doppiozero, Marco Belpoliti discute con il fotografo Ferdinando Scianna delle tre foto iconiche scattate dai brigatisti al presidente della Dc durante il sequestro. (Doppiozero)

Oggi come allora si apriva una fase politica delicata per l’Italia. Per questo, ricordare Moro quarant’anni dopo può ancora insegnarci qualcosa sulla politica — a patto di ricordarlo non soltanto per il “caso” che ha segnato la fine della sua vita,scrive Marco Damilano sull’Espresso.

Su Raiplay, l’annuncio del rapimento al Tg1 condotto da Bruno Vespa.

Da via Fani, la diretta della cerimonia di commemorazione con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e la presidente della Camera Laura Boldrini. (Corriere della Sera / Facebook)

Roghi di rifiuti

Negli ultimi tre giorni si sono verificati altri quattro roghi in discariche.

Nella notte tra il 12 e il 13 marzo ignoti hanno scavalcato la recinzione di un centro raccolta rifiuti di Foggia e incendiato alcuni cassonetti della carta e della plastica. (Foggia Today)

Il 13 marzo a Pavia un camion che trasportava rifiuti ha preso fuoco. I pompieri sono riusciti a domare le fiamme prima che bruciassero l’automezzo. (La Provincia Pavese)

A distanza di dieci giorni, ieri al quartiere portuense di Roma si è verificato un altro episodio di cassonetti urbani dati alle fiamme. (Roma Today)

Le autorità hanno sequestrato una discarica di Como dopo aver sorpreso i proprietari a stoccare diverse migliaia di metri cubi di rifiuti in più rispetto a quanto consentito dalla legge. (Il Giorno)

Ieri a Lodrone (Trento) un incendio in un’isola dei rifiuti ha distrutto un cassone e danneggiato le strutture circostanti. Per la Polizia Locale però l’origine del rogo è colposa. (Il quotidiano delle Giudicarie)

Da inizio 2018 i roghi avvenuti in discariche sono circa 35, stiamo cercando di tenerne traccia in Hello, World.

Milano

Per la prima volta Forza Nuova entra nelle istituzioni della città — non con i voti, ma con il passaggio alla formazione neofascista della consigliera del Municipio 5 Roberta Perrone, ex capogruppo della Lega. (MilanoToday)

Cult

Il “Negro motorist Green Book” era una guida fondamentale che permetteva a persone di colore di viaggiare in maniera sicura attraverso gli Stati Uniti prima del Civil Rights Act. Il video di Vox.

L’amore a prima vista: un mito, una scemenza, o una reazione dimostrabile? Jenna Birch indaga. (Man Repeller)

Mandare auto nello spazio serve davvero a qualcosa: ad esempio a vincere tantissimi nuovi contratti con il governo statunitense. (Quartz)

Ambiente

Il governatore della California, Arnold Schwarzenegger, vuole portare in tribunale le compagnie petrolifere “per omicidio di primo grado.” (Politico)

L’accusa è che le agenzie petrolifere abbiano sovvenzionato campagne mediatiche sistematicamente rivolte a spargere disinformazione sul cambiamento climatico. (The Hill)

Il piano di Schwarzenegger è tutt’altro che un blitz a sangue caldo. L’inchiesta di Insideclimate News a proposito della campagna di disinformazione di Exxon nel 2015 ha vinto il premio Pulitzer e può essere citata come prova in tribunale. (The New Yorker – archivio)

Secondo l’European Climate Foundation con la mobilità elettrica si possono ridurre le emissioni di gas climalteranti dell’88%. (Lifegate)

Secondo Legambiente il cosiddetto “decreto rinnovabili” contiene delle assurde barriere burocratiche che sbarrano le porte all’autoproduzione e alla distribuzione locale di energia da fonti rinnovabili. Diverse associazioni ambientaliste chiedono la revisione del decreto al ministro Calenda. (Qualenergia)

Animali

Il Besiktas sarà sottoposto a un procedimento disciplinare dalla Uefa per “insufficiente organizzazione,” dopo che durante l’ultima partita contro il Bayern Monaco un gatto ha fatto invasione di campo. (BBC News)

Fondo del barile

Vanessa Haydon ha chiesto il divorzio da Donald Trump jr. Secondo Page Six tra le cause della separazione ci sono lunghe tensioni pregresse, tra cui una maledizione per la famiglia Trump: i tweet controversi. (Page Six)

***


Gif di Gentleman Jervis

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

Unisciti a Ogopogo, il nostro gruppo su Facebook, per discutere con la redazione.
No more articles
Share via