foto via Twitter, @matteosalvinimi

Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

A Genova la campagna elettorale si è chiusa in fiamme, con scontri della polizia contro i militanti antifascisti che protestavano per l’ennesimo comizio anticostituzionale di CasaPound. (la Repubblica Genova)

Flat tax, Spelacchio, “er Moviola:” i politici non hanno mai parlato peggio in campagna elettorale, in un pasticcio di anglicismi e dialetti. (l’Espresso)

Se continua a agitarsi lo sprettro dell’ingovernabilità, il problema resta sempre lo stesso: che legge elettorale si può scrivere per risolvere l’empasse? (la Stampa)

Renzi ha chiuso la campagna elettorale nella sua Firenze, dove ha rivendicato di “aver fatto ripartire l’Italia,” e ha ricordato i pericoli costituiti dalla “coalizione della rabbia” e dal “salto nel buio” del Movimento 5 Stelle. (la Repubblica)

A Milano, LeU con Laura Boldrini ha chiuso la campagna elettorale in periferia, al circolo Arci Corvetto, dove a un certo punto ha fatto irruzione il generale Pappalardo. (la Repubblica / video)

Per i nostalgici della Prima repubblica: sul Sole 24 Ore sono raccolti i risultati di tutte le elezioni dal 1948 a oggi, in un’unica infografica interattiva.

Gaia Berruto ha raccolto per Wired le foto più simboliche della campagna elettorale, da rosario di Salvini al replicante di Silvio Berlusconi. (Wired)

Mondo

La situazione a Ghouta Est è disastrosa. I 30 giorni di cessate il fuoco delle Nazioni Unite sono stati completamente ignorati, e le pause umanitarie quotidiane di 5 ore, proposte dalla Russia per creare corridoi umanitari non hanno ancora fatto arrivare un singolo convoglio nella zona. Dall’inizio dei bombardamenti, 13 giorni fa, sono state uccise 674 persone. (Al Jazeera)

Robert Mueller sta indagando per capire se gli interessi commerciali di Jared Kushner abbiano influenzato le politiche della Casa bianca, in particolare nei confronti di Qatar e Arabia Saudita. (CNBC)

Per assistere i senzatetto di fronte all’ondata di gelo che sta travolgendo il Regno Unito, tutte le moschee del paese resteranno aperte fino alla fine del freddo per offrire a chi non ha una casa riparo e un piatto caldo. (Al Jazeera)

La polizia dell’Honduras ha arrestato il sospetto mandante dell’omicidio dell’attivista ambientalista Berta Caceres. È Roberto David Castillo, presidente esecutivo dell’azienda che stava costruendo la diga contro cui Caceres protestava. (BBC)

In Catalogna la situazione politica è ancora più incerta che mai: giovedì Puigdemont ha definitivamente rinunciato alla presidenza, ma ha indicato al proprio posto Jordi Sanchez, che al momento è agli arresti. Il movimento indipendentista rischia di spaccarsi. (DW)

Gli insegnanti della West Virginia finalmente potrebbero vedere un aumento. Come l’hanno ottenuto? Facendo sciopero davvero: le scuole dello stato sono chiuse ormai da una settimana. (Charleston Gazette–Mail)

Come ti finanzio la campagna elettorale (in Texas) con donazioni di sperma di cervo. (Dallas News)

Italia

Omar Rashid è candidato alla Camera in Toscana per la lista Insieme, nella coalizione di centrosinistra. Di origini irachene per parte di padre, è stato ovviamente subissato di insulti razzisti (e non è neppure musulmano, ma buddista). (Next Quotidiano)

È morto ieri a 107 anni il grande critico d’arte Gillo Dorfles: la Stampa ri-pubblica la sua ultima intervista, rilasciata il 2 ottobre scorso in occasione del centenario della Rivoluzione russa. “Sono stato un anti-nazista precoce. Pur amando la cultura tedesca, Hitler mi suscitava una repulsione antropologica, andai in Germania a 18 anni e lui c’era, sentii solo vibrazioni negative.”

Roghi di rifiuti

Il 27 febbraio a Gramignano (Torino) i carabinieri hanno arrestato un uomo nell’atto di dar fuoco ad un cumulo di rifiuti in un campo nomadi. (Torino Oggi)

Dopo il plastic ban della Cina, in Italia si rischia la paralisi dell’intera filiera di smaltimento. (Eco delle città)

Milano

I candidati alla presidenza della regione dei partiti di sinistra hanno aderito al manifesto per l’aria pulita in Lombardia della onlus Cittadini per l’Aria.

A proposito, a Milano, Brescia e Roma si è appena chiusa la campagna di rilevamento in crowdsourcing del biossido di azoto promossa sempre da Cittadini per l’Aria (abbiamo partecipato anche noi!). (the Submarine, 2/02)

Cult

Lego ha annunciato il lancio dei propri primi pezzi prodotti con sostanze vegetali — e ovviamente sono blocchetti per fare alberi. È il primo passo di un percorso che l’azienda vuole percorrere per raggiungere l’obiettivo di essere a impatto zero entro il 2030. (CNBC)

Al mondo ci sono un milione e mezzo in più di pinguini di quanto pensassimo — degli scienziati dell’Università di Oxford li hanno trovati usando immagini scattate dallo spazio: sono tutti in un piccolo atollo antartico chiamato Danger Island.(BBC News)

Alexa, l’assistente virtuale di Amazon, è andata offline negli Stati Uniti nel corso della giornata di ieri, causando disagi profondissimi. (TIME)

Questa tecnica di manipolazione delle immagini per ingannare gli algoritmi di riconoscimento oggetti delle intelligenze artificiali funziona anche sugli umani. (Gizmodo)

Fa freddo ma ne vale la pena, soprattutto se siete ad Amsterdam, dove si può pattinare su alcuni canali ghiacciati. (the Guardian)

Ambiente

Continuano gli sforzi di Trump per rendere trivellabili i grandi parchi nazionali. Per il Bears Ears dello Utah butta malissimo. (the New York Times)

Un nuovo documento della direzione Energia di Bruxelles suggerisce di rendere più ambiziosi i target al 2030 per le energie rinnovabili. (Qualenergia)

Quali sono i luoghi del pianeta in cui la neve sta diventando più rara? Spoiler: ad esempio l’Italia. (BBC)

A proposito, spargere il sale sulle strade innevate ha il suo impatto ambientale. Perchè invece non usare sabbia e pietrisco? (Dario Faccini su ASPO Italia)

Mentre un freddo polare si è abbattuto sull’Europa, nell’Artico e negli Stati Uniti dell’est si registrano temperature più calde del solito. Ecco perchè. (Carbon Brief)

I ristoranti di Malibu non potranno più utilizzare stoviglie e cannucce in plastica. (Los Angeles Times)

Su Repubblica ieri è stata rilanciata l’idea che le auto elettriche possano inquinare più dei veicoli a diesel:

diesel-elettro

Tuttavia, secondo Agi – che era già intervenuta l’anno scorso con un fact-checking sulle affermazioni di Marchionne – semplicemente non è vero. (Agi, 5/10/2017)

Secondo un team di ricercatori dell’univeristà di Bruxelles, anche se l’energia per alimentare un’auto elettrica fosse stata prodotta col peggior mix di fonti fossili in circolazione, immetterebbe comunque nell’atmosfera la metà della CO2 prodotta da un’auto diesel. (Tom’s Hardware, 25/10/2017)

***

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

— FIN —