in copertina, Andrea Nahles parla alla platea. Grab via Phoenix

Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

* * *

Vuoi ricevere Hello, World! tutte le mattine direttamente via email? Sostieni the Submarine e abbonati alla newsletter, per 3€ al mese o 20€ all’anno. In cambio, oltre alla tua rassegna stampa preferita direttamente in inbox, riceverai link e contenuti extra, e la nostra eterna gratitudine.

* * *

Con la leadership di Martin Schulz sempre meno solida, il voto di ieri dell’SPD per decidere se procedere con il dialogo per formare un nuovo governo di coalizione è stato sudatissimo. Fondamentale per salvare la situazione è stato l’intervento durissimo di Andrea Nahles, capa del gruppo parlamentare dell’SPD formata nella giovanile del partito vent’anni fa. (DW)

Schulz ha dichiarato che “l’Europa sta aspettando una Germania cosciente delle responsabilità che ha nei confronti dell’Europa. (NPR)

Ma per l’Europa potrebbe essere già tardi: il 2018 doveva essere un anno di riforme per la regione, non essendoci elezioni nei grandi centri di potere l’Unione — ma perdendo l’intero primo quadrimestre, e con l’autunno occupato dalla conclusione degli accordi per la Brexit, l’anno politico di Bruxelles sarà brevissimo. (the New York Times)

Da oggi iniziano le trattative minute sul come formare il governo di coalizione. Secondo un calendario proiettato da Bloomberg il governo tedesco dovrebbe essere inaugurato giusto in tempo per pasqua: l’SPD ha deciso di condurre comunque un voto postale presso tutti i tesserati a fine trattative per valutare l’accordo in definitiva. (Bloomberg)

Mondo

I talebani hanno rivendicato l’attacco all’hotel di Kabul di sabato notte. Il conto definitivo delle vittimi è salito molto dal nostro precedente aggiornamento, oltre i 30 morti. La ricostruzione di Akram Walizada e Mirwais Harooni. (Reuters)

In Myanmar quando i soldati uccidono persone non Rohingya vanno in prigione Sei soldati sono stati condannati a 10 anni di prigione per aver ucciso tre civili nello stato del Kachin. (the New York Times / Associated Press)

La comunità internazionale sta iniziando a reagire all’attacco turco all’enclave curda di Afrin in Siria. Jean–Yves Le Drian, ministro degli Esteri francese, ha richiesto un incontro di emergenza del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. Un po’ ridicola la posizione degli Stati Uniti, che hanno risposto all’attacco nei confronti di un alleato invitando la Turchia a “esercitare moderazione.” (Al Jazeera)

Chiaramente in risposta all’invito statunitense, la Turchia ha iniziato a far avanzare carri armati verso la regione. (Middle East Eye)

Il 2017 è stato un anno nero per il Messico, con un numero record di omicidi: 29168. È il massimo dal 1997 secondo il ministero dell’Interno, che segnala una forte espansione dell’attività dei cartel di nuova generazione. (the Guardian)

La segreteria telefonica della Casa bianca descrive la sospensione delle attività governative come “lo shutdown causato dai democratici,” ma i repubblicani hanno la maggioranza in entrambe le camere. 🤔 (Quartz)

Intanto, per cercare di porre fine allo shutdown, Trump continua a blaterare che serve una “opzione nucleare:” far passare la legge di bilancio di partito con solo 51 voti invece dei 60 necessari — un numero che i repubblicani possono raggiungere solo con il supporto esterno dei democratici. (Vox)

Il rappresentante repubblicano Patrick Meehan è stato rimosso dal Comitato etico della Camera dopo la rivelazione del New York Times che aveva usato migliaia di dollari in fondi statali per patteggiare una causa per molestie sessuali intentata da una sua assistente. (Reuters)

Secondo un report di Oxfam, l’82% della ricchezza prodotta l’anno scorso è andato all’1% più ricco della popolazione mondiale. (TIME)

I dati sono stati presentati, non a caso, alla vigilia del forum internazionale di Davos, che quest’anno sarà più partecipato che mai: 70 capi di stato e di Governo e 38 leader di organizzazioni internazionali. L’attenzione, prevedibilmente, sarà catalizzata da Trump. (il Sole 24 Ore)

L’apertura alla Corea del Nord sta costando alla popolarità del presidente sudcoreano Moon Jae-in, il cui tasso di approvazione è sceso di 4 punti in sette giorni. (Ma resta al 66 percento) (the Korea Herald)

Dopo un incontro piuttosto teso con re Abdullah di Giordania, Mike Pence è arrivato ieri in Israele, in visita ufficiale. (the Guardian)

Italia

Luigi Di Maio ha chiuso la tre giorni del Movimento 5 Stelle a Pescara presentando i 20 punti del programma elettorale: riduzione delle tasse, “superamento” della legge Fornero, reddito di cittadinanza. Manca, com’era già nell’aria, il referendum sull’euro. (la Repubblica)

È stato il vero primo giorno di Di Maio come candidato premier, commenta Pietro Salvatori sull’Huffington Post.

Sono state pubblicate anche le liste dei candidati, dopo il caos delle “parlamentarie”: tutti i nomi più conosciuti sono al sicuro. (il Fatto Quotidiano)

I programmi elettorali dei tre principali contendenti alle prossime elezioni hanno un tratto comune: sono orientati principalmente alla famiglia e alla piccola impresa. Grandi assenti: le politiche giovanili. (la Stampa)

Okay, ma come si fanno i sondaggi politici? (il Post)

Mafia

Antonio Ardizzone, editore-direttore del Giornale di Sicilia, ha chiesto di bloccare la trasmissione della fiction su Mario Francese, il giornalista ucciso dalla mafia il 26 gennaio 1979. (la Repubblica)

Sono state eseguite stamattina 56 ordinanze di custodia cautelare nell’Agrigentino, in un imponente blitz antimafia ai danni dei mandamenti di Santa Elisabetta e Sciacca, e di altre 16 famiglie mafiose della zona. (la Stampa)

Cult

Hyperallergic ha compilato una galleria dei cartelli e delle trovate artisticamente più interessanti delle Women’s March statunitensi. (Hyperallergic)

Durante la conferenza DLD di Monaco, il vicepresidente di Facebook Elliot Schrage ha spiegato che l’azienda non si appoggerà ad esperti esterni per risolvere il problema della diffusione di propaganda sul social network perché “il mondo è polarizzato e qualsiasi terza parte coinvolta sarebbe bollata di parzialità.” Meglio far decidere la verità con un concorso di popolarità ✅ (Axios)

Ambiente

In una fabbrica di Waterbury (Connecticut) si è verificata una perdita di 34mila litri di petrolio che sono penetrati nella falda acquifera. (NBC Connecticut)

Cape Town è afflitta da una terribile siccità che tra 90 giorni esatti rischia di provocare una situazione di carenza idrica totale. (TIME)

La petroliera iraniana Sanchi, dopo oltre una settimana in fiamme al largo di Shanghai, è affondata, portandosi dietro l’equivalente di circa un milione di barili di petrolio. (the Guardian)

* * *


Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

— FIN —