Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Novità: da oggi se vedete online una fake news potete segnalarla alla psicopolizia postale. Che con l’uso di (citiamo) “tecniche e software specifici” — immaginiamo talismani e olio di serpente — ricostruirà quali siano le notizie fake e quelle ufficialmente vere. (Agi)

Il sito della polizia non descrive in nessuno modo cosa siano secondo loro le “fake news,” e come intende verificarle. Se il problema della propaganda d’odio online è vero, certo non è questa la soluzione. La decisione di inquadrare il reato in un contesto così fumoso indica la volontà programmatica di fare a propria volta abuso dei meccanismi di disinformazione endemici all’internet di oggi, costruendo una specie di Ministero della Verità. (Poynter)

Se i paragoni con Orwell vi sembrano scontati e magari un po’ forzati, c’è chi fa di peggio: Mark Zuckerberg ha annunciato nuovi cambiamenti al News Feed, sì, di nuovo. Siccome il problema è soprattutto che gli utenti non sanno distinguere tra notizie affidabili e notizie deformate da un taglio propagandistico, Facebook vuole risolvere il problema assegnando un “valore di affidabilità” ai giornali. Come intende calcolarlo? Facendo sondaggi sugli utenti, quelli che non distinguono tra notizie vere e propaganda. (Gizmodo)

Ovviamente, l’unico modo per risolvere la crisi è riconoscere che il problema non è necessariamente la disinformazione, ma l’odio propagandato attraverso notizie deformate. Facebook prima o poi dovrà affrontare il discorso da un punto di vista politico, perché le “fake news” problematiche sono tutte campagne di propaganda con un orientamento molto preciso. (the Intercept)

Ma a voi è mai capitato di diffondere propaganda di bot russi? Controllate la posta elettronica, Twitter potrebbe avervi mandato una mail in cui vi spiega cosa avete sbagliato nella vita (a parte essere su Twitter.) (Quartz)

Mondo

Alla fine è successo: in perfetto orario per il primo anniversario della presidenza Trump il governo federale statunitense sospende ogni attività. La tensione era così alta al Senato ieri che a stento si è trovato l’accordo sugli orari per votare. (Politico)

I repubblicani accusano i democratici di essere responsabili dello shutdown, ma il GOP ha maggioranza numerica in entrambe le camere. Semplicemente, questo è il risultato di un partito straziato dalle pressioni sempre più forte di un’ala estremista che si è aggregata al presidente, e che rende il partito sistemicamente incapace di governare. (the Washington Post)

Molti parlamentari repubblicani hanno cercato di far attaccare il nome “Schumer Shutdown” all’evento — Chuck Schumer è il leader della minoranza al Senato — ma secondo Lindsey Graham, senatore repubblicano della South Carolina, la colpa è interamente di Trump. (Think Progress)

Poco prima della chiusura del governo il dipartimento della salute statunitense ha fatto in tempo a sospendere gli obblighi a offrire servizi di Genitorialità pianificata anche negli stati contrari a norme di decenza come l’aborto. Nel frattempo, non è chiaro se il presidente sa come nascono i bambini. (Reuters)

L’opinione pubblica thailandese torna ad essere agitata, tre anni e mezzo dopo il colpo di stato militare del 2014. La collezione esotica di orologi extralusso di Prawit Wongsuwan, uno dei generali al governo, è diventata simbolo della corruzione nel paese. (Associated Press)

La Germania ha annunciato che sospenderà l’esportazione di armi verso tutti i paesi attivi nel conflitto in Yemen. Tra il 2016 e il 2017, le vendite di armi a Egitto e Arabia Saudita erano quintuplicate. (DW)

Latifa Ibn Ziaten, franco-marocchina, madre di un soldato dell’esercito francese ucciso nel 2012 da Mohamed Merah, l’attentatore di Tolosa, è tra i nominati al premio Nobel per la Pace, per il suo impegno contro la radicalizzazione. (France24)

Sono iniziati gli scavi preliminari per la costruzione del Canale Istanbul, un progetto da 17 miliardi che unirà il Mar di Marmara al Mar Nero, con l’obiettivo di ridurre il traffico nel Bosforo. (Al Monitor)

Nove siriani sono stati trovati morti congelati mentre cercavano di attraversare il confine col Libano, quando una tempesta ha colpito le montagne lungo l’attraversata di Masnaa. L’esercito del Libano ha dichiarato di aver trovato altre sei persone gravi e averle portate in ospedale, sono morte tutte. (Middle East Eye)

La prima delegazione di artisti dalla Corea del Nord non è arrivata in Corea del Sud. (the Korea Herald)

Italia

Liliana Segre, 87 anni, sopravvissuta ad Auschwitz, è stata nominata senatrice a vita dal Presidente della Repubblica. (il Post)

I peggiori simboli che troveremo sulla scheda elettorale il prossimo 4 marzo, commentati da chi se ne intende. (VICE)

Milano

Sarà l’architetto Stefano Boeri il nuovo presidente della Triennale di Milano. (Rivista Studio)

Ieri i metalmeccanici sono scesi in piazza, con i principali sindacati uniti, per chiedere più sicurezza sul lavoro, dopo la morte di tre operai pochi giorni fa. (Video / MilanoToday)

Questioni di genere

Nel corso dell’anno passato, la Women’s March ha dimostrato di essere un soggetto politico indispensabile: la manifestazione, organizzata il giorno successivo all’insediamento di Trump, non si è esaurita in un giorno solo, ma si è evoluta in un movimento stabile che ha dato nuova linfa alla lotta per la parità di genere negli Stati Uniti e in tutto il mondo. (Vox)

Ha trovato spazio per guadagnare consensi perfino il movimento femminista pro-life e anti-abortista (sì). (the Washington Post)

Tra oggi e domani, in occasione del primo anniversario, si terranno manifestazioni in varie città del mondo — anche a Milano, in Piazza della Scala alle 17. (Pressenza, comunicato stampa)

”La donna è il pavimento, l’uomo è il muro.” Giulia Siviero racconta un’ordinaria e allucinante conferenza di Costanza Miriano, nota agit-prop ultracattolica. (il Post)

Ripensare #metoo. Una lunga riflessione di Elisa Cuter su Not.

Cult

Dopo la proposta di Boris Johnson di costruire un ponte di 22 miglia sul canale della Manica, il Guardian ne approfitta per passare in rassegna i ponti più lunghi del mondo, da cui il Ministro degli Esteri potrebbe aver tratto ispirazione. (the Guardian)

Sundar Pichai, amministratore delegato di Google, ha rivendicato la scelta di licenziare James Damore, l’ex dipendente che aveva diffuso un documento pesantemente misogino, e che da allora non smette di strepitare sulla “discriminazione” a danno dei bianchi conservatori. (TechCrunch)

Michelangelo non era un bambino prodigio. Ma allora come ha fatto a diventare così bravo? (JSTOR Daily)

Sì, l’armadio capsula può funzionare. (Man Repeller)

Ambiente

Buone notizie! Il Parlamento europeo ha votato per aumentare il target 2030 dell’efficienza energetica al 35 per cento. (Lifegate)

Nonostante le rinnovabili siano in forte crescita, la Germania non raggiungerà il suo target di riduzione delle emissioni al 2020. Per le sue centrali a carbone, ma anche per il settore del trasporto, dove le case automobilistiche la fanno da padroni.(Qualenergia)

Musica

Tom Petty è morto per un’overdose accidentale di farmaci antidolorifici, dice l’autopsia. (the Guardian)

Fondo del barile

Fate come lui. (il Sussidiario.net)

***

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

— FIN —