in copertina, foto via Twitter

Questa è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Un attacco armato contro due moschee a Christchurch, la terza città più grande della Nuova Zelanda, ha causato diversi morti — il bilancio è ancora provvisorio e sembra destinato a salire. Almeno uno dei quattro attentatori è stato arrestato: si tratta di un cittadino australiano, e le autorità non hanno dubbi sulla matrice di estrema destra dell’attacco. La diretta del Guardian.

Il New Zealand Herald parla di 49 morti e 4 persone arrestate, 3 uomini e una donna. L’attentato è avvenuto nel giorno della preghiera, mentre le moschee erano affollate. (the New Zealand Herald)

La prima ministra Jacinda Ardern ha commentato: “È uno dei giorni più bui nella storia della Nuova Zelanda.” (News.com.au)

Anche il primo ministro australiano Scott Morrison ha espresso orrore per l’attacco, che definisce senza mezzi termini “terrorismo estremista di destra.”

D’altra parte sarebbe difficile definirlo in altro modo: a quanto pare, l’attacco è stato preannunciato con una sorta di “manifesto” razzista su 8chan — in cui i musulmani vengono definiti “invasori” e si parla di “genocidio bianco” — e trasmesso in diretta su Facebook per 17 minuti. Prima che le piattaforme potessero fare qualsiasi cosa, foto e video della sparatoria sono state condivise sui vari social network. (the Daily Beast)

Nel “manifesto” — il cui collegamento con l’autore materiale della strage deve essere comunque ancora confermato dalle autorità — vengono citati come “ispirazione” Donald Trump e l’opinionista di destra Candace Owens. Nel video della diretta, prima di cominciare la sparatoria, l’attentatore avrebbe invitato i propri spettatori a iscriversi al canale di PewDiePie, lo youtuber più volte accusato di ammiccare all’estrema destra suprematista. (Paste Magazine)

Sui caricatori gli attentatori avevano scritto nomi di altri terroristi e stragisti di estrema destra. Tra gli altri c’è anche Luca Traini, il fascista che l’anno scorso tentò la strage a Macerata. (Agi)

Uno studio della Anti–Defamation League aveva misurato l’anno scorso come i suprematisti bianchi fossero responsabili del maggior numero di omicidi da parte di estremisti nel 2017, denunciando come l’elezione di Trump fosse stato un momento di svolta nell’insorgere di violenza da parte di fondamentalisti neonazisti e neofascisti. (the Atlantic)

Nel 2018 negli Stati Uniti la violenza neofascista è stata responsabile del 98% degli omicidi da parte di estremisti negli Stati Uniti. (Daily Democrat)

* * *

Vuoi ricevere Hello, World! tutte le mattine direttamente via email? Sostieni the Submarine e abbonati alla newsletter. In cambio, oltre alla tua rassegna stampa preferita direttamente in inbox, riceverai link e contenuti extra, e la nostra eterna gratitudine.

* * *

Mondo

Una dozzina di repubblicani hanno votato la mozione democratica al Senato per bloccare la dichiarazione di emergenza nazionale di Trump — che il presidente degli Stati Uniti aveva annunciato proprio per bypassare il Congresso e spostare fondi per la costruzione del muro. Ora Trump sarà costretto ad esercitare il proprio potere di veto. (the New York Times)

Chi sono i senatori che invece sono rimasti fedeli a Trump? Ad esempio i senatori che correranno alle elezioni del 2020: tutti tranne uno hanno preferito evitare l’ira di Trump. (Politico)

Il parlamento britannico ha votato con una larga maggioranza la richiesta di rimandare la Brexit. E ovviamente la prima cosa che Theresa May ha messo in calendario è un’altra votazione — la terza! — del suo accordo per la Brexit. Martedì si rivota di nuovo per la stessa cosa, sperando che questa volta sia diversa. (the Guardian)

Se settimana prossima la Camera dei comuni dovesse rifiutare l’accordo di May, inizieranno le procedure in Europa per organizzare il voto per concedere l’estensione al Regno Unito — e il presidente Tusk sta già spingendo perché sia un’estensione molto lunga, di almeno un anno dicono alcuni commentatori, per dare tempo al Regno Unito di eleggere Corbyn di uscire dall’impasse politico. (BBC News)

L’Interpol ha pubblicato un avviso di ricerca rosso per 20 sospetti coinvolti nell’omicidio del giornalista Jamal Khashoggi. Tra i ricercati ci sono anche Saud al-Qahtani, uno dei consiglieri più vicini a Mohammed bin Salman, e Ahmed al-Assiri, l’ex capo dell’esercito saudita. (Middle East Eye)

Nella notte Israele è tornato a bombardare la Striscia di Gaza, per la prima volta dal 2014, in seguito al lancio di due esplosivi vicino a Tel Aviv. Per ora non ci sono dati sulle vittime del bombardamento, ma l’azione militare fa temere una ulteriore escalation del conflitto israelo palestinese. (Al Jazeera)

Internet

Facebook è finalmente nel mirino del sistema criminale statunitense per i propri accordi di “data sharing” con terze parti. (the New York Times)

Indagini o meno, resta il problema che una parte gigantesca dell’economia di internet ora dipende da Facebook. Tantissime aziende hanno perso migliaia di dollari di vendite durante il black-out dell’altro ieri, e Facebook non ha dato loro — e nemmeno al pubblico — nessuna spiegazione del mancato servizio. (the Verge)

Italia

Oggi è il giorno del grande sciopero globale per chiedere un’azione politica contro il cambiamento climatico: cerca l’evento più vicino a te nella lista completa delle manifestazioni in programma. (Fridays For Future)

A Milano il corteo cittadino partirà alle 18 da largo Cairoli, ma sono previste iniziative nell’arco di tutta la giornata — a partire dalla manifestazione studentesca al mattino. (Fridays For Future – Milano / Facebook)

Alla fine Tajani ha chiesto scusa, più o meno, per i propri elogi di Mussolini, definendosi “convinto anti-fascista” lol. (la Repubblica)

La pila 8 del ponte Morandi non sarà demolita con microcariche. La decisione è stata ufficializzata ieri dopo che la presenza di amianto nella struttura aveva bloccato i lavori, che dovranno proseguire con lo smontaggio meccanico. Non sono ancora state ancora ufficializzate modifiche alla tempistica della ricostruzione. (il Secolo XIX)

Il governo è di nuovo spaccato, questa volta sull’accordo commerciale con la Cina, secondo Salvini “bisogna anche capire se gli investimenti cinesi non sono colonizzazione.” (Corriere della Sera)

Conte e la ministra della Difesa Trenta si sono incontrati per discutere di “vari aggiornamenti riguardanti i temi della difesa,” ovvero: sì, il governo pagherà gli F35 agli Stati Uniti, che piaccia o meno al Movimento 5 Stelle. (Adnkronos)

Cult

Il compositore e programmatore Canton Becker ha usato il primo miliardo di cifre del pi greco per generare proceduralmente una composizione lunga 999999 ore — sono 114 anni. Non l’abbiamo ancora sentita tutta ma non ci sembra male. (Shepard’s Pi)

Gif di Maximillian Piras

Nel sistema scolastico statunitense, quasi completamente inglobato dalla suite per l’ufficio di Google, Google Docs è diventato la piattaforma di sexting più diffusa. (the Atlantic)

Guarda subito Zombies, un cortometraggio di 15 minuti diretto dall’artista congolese Baloji per le proprie tracce “Spotlight” e “Glossine,” da 137 Avenue Kaniama. Il cortometraggio racconta in maniera stilizzata come le nostre “dipendenze passive,” come le descrive l’autore, per i mezzi di comunicazione ci starebbero zombificando. (NOWNESS)

* * *

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

Se ti piace il nostro lavoro e vuoi sostenerci, abbonati alla newsletter di Hello, World!, la nostra rassegna stampa del mattino.

Se invece vuoi discutere con la redazione, ci trovi su Ogopogo, il nostro gruppo Facebook.

Share via

 

Ti piace il nostro lavoro? Sostienici!

Abbonati alla newsletter

di Hello, World!

 

Ogni mattina, una rassegna di link da leggere, vedere e ascoltare, direttamente nella tua inbox.