in copertina foto via Matteo Salvini, su Twitter

Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Nel giorno della grande manifestazione di solidarietà per Mimmo Lucano, Salvini ha condiviso sui propri canali social il video di un “cittadino indignato,” risalente al 2016, pieno di accuse e insinuazioni contro il sindaco. Ma il protagonista non è un cittadino qualunque: è Pietro Zucco, ex vicesindaco, candidato di Noi con Salvini, arrestato nel 2011 con l’accusa di essere un prestanome della ’ndrangheta. (VICE)

(Immaginate di essere in un paese normale, in cui il ministro dell’Interno rilancia il video di un prestanome dell’organizzazione criminale più potente del paese.)

(Immaginate di essere in un paese normale, in cui il sindaco di una città importante come Venezia dice di aver assunto dei vigili “allenati” per poter prendere “i nigeriani in fuga.” (la Stampa)

Ovviamente non è la prima e non sarà l’ultima notizia falsa rilanciata dal ministro: pochi giorni fa è stata la volta del “medico di Trento che ha segnalato ai carabinieri un marocchino irregolare.” (Valigia Blu)

Ieri intanto Salvini e Marine Le Pen si sono incontrati a Roma nella sede del sindacato UGL per rinsaldare l’asse sovranista in vista delle elezioni europee, tra attacchi contro le autorità dell’Unione e battutine omofobe contro Saviano e Macron. (Quotidiano.net)

Se vi volete male, potete rivedere qui il video della conferenza stampa. (Matteo Salvini / Facebook)

Il gioco di alleanze all’interno del fronte sovranista non è un rebus facile da risolvere: il blocco è diviso tra la tentazione di creare un “terzo polo” unitario, con un proprio candidato unico, e la necessità di spostare a destra il PPE, dove si trova ancora un alleato importante come Orban. (il Sole 24 Ore)

Secondo i due leader, questo nascente “Fronte della libertà” sarà la “bestia nera” dei partiti storici. Nera, sicuramente. (la Stampa)

Intanto, nel mondo reale, il Fondo monetario internazionale ha rivisto al ribasso le stime di crescita del Pil italiano rispetto ad aprile. A pesare sulla decisione, l’aumento dello spread e l’incertezza politica che potrebbe scoraggiare gli investimenti. (la Repubblica)

Ma niente paura: secondo Salvini, lo spread è tutto un complotto internazionale di quelli “come George Soros.” (Next Quotidiano)

* * *

I soldi di Soros non ci bastano: aiuta the Submarine a rimanere aperto abbonandoti alla newsletter di Hello, World!

* * *

Mondo

Quando il governo siriano ha ripreso il controllo delle zone in mano ai ribelli, negli scorsi mesi, ha sempre costretto le associazioni umanitarie a sospendere il proprio supporto, garantendo che ora i cittadini fossero sotto la cura del governo centrale. Ma non è stato fatto niente, e ora decine di migliaia di siriani si trovano senza accesso a cibo, protezione e assistenza sanitaria. (Arab News)

Negli ultimi tre giorni 31 imbarcazioni in difficoltà con a bordo 615 migranti diretti verso la Spagna sono state “salvate” dalla guardia costiera marocchina, che riporterà i migranti in Marocco. (Middle East Eye)

Secondo un retroscena della tv israeliana Hadashot Netanyahu avrebbe istruito i membri del gabinetto di “prepararsi alla guerra contro Hamas,” nel caso le proteste sulla Striscia di Gaza non si fermassero nelle prossime settimane. (Al–Araby Al–Jadeed)

Malgrado la politica e le autorità bulgare stiano ancora “investigando,” il vicepresidente della Commissione Europea Timmermans ha riconosciuto che l’omicidio della giornalista Marinova è certamente collegato alle inchieste che aveva realizzato sull’abuso di fondi europei da parte di aziende locali. (Financial Times)

Tutti e tre i posti della presidenza tripartita della Bosnia–Erzegovina sono andati a partiti nazionalisti. Presiederanno la carica il filorusso Milorad Dodik, insieme al bosniaco Sefik Dzaferovic e al croato Zeljko Momsic — l’unico vincitore che possiamo considerare più o meno moderato. (DW)

Continua l’incredibile indagine di bellingcat sull’avvelenamento degli Skripal a Salisbury: dopo l’identificazione del primo sospetto, è arrivata l’identificazione anche del secondo — che non è un tale “Alexander Petrov,” come si era presentato, ma Alexander Yevgenyevich Mishkin, un medico militare impiegato nei servizi segreti russi. Il report completo sarà pubblicato oggi alle 13. (bellingcat)

Il segretario di Stato statunitense Mike Pompeo ha confermato che il prossimo incontro tra Kim e Trump è “abbastanza vicino.” Magari questa volta al summit si farà anche qualcosa. (ABC News)

Secondo Hwang Joon-bum e Kim Ji-eun dell’Hankyoreh Stati Uniti e Corea del Nord sembrano essere finalmente pronti a un dialogo costruttivo sulla denuclearizzazione della penisola. (Hankyoreh)

Trump ha approfittato della cerimonia di giuramento di Brett Kavanaugh per scusarsi “a nome della nazione” nei confronti del giudice, che, secondo Trump, sarebbe stato provato innocente. (Politico)

L’uragano Michael è di nuovo sulla rotta per colpire le coste della Florida, e arriverà tra 24–36 ore. Con venti che soffiano a 120 chilometri orari, l’uragano potrebbe avere conseguenze mortali quando raggiungerà aree abitate. (NPR)

Annunci

Il 17 ottobre torna Chiamando Eva, il nostro podcast su femminismo e questioni di genere. Sarà un’edizione tutta nuova e vi consigliamo di non perderla: seguitelo su Facebook, Twitter, Instagram, e recuperate tutte le puntate arretrate su Spreaker.

Internet

Facebook ha lanciato un nuovo elettrodomestico che combina uno smart speaker con uno schermo e una fotocamera per fare videochiamate dalla propria cucina o dal proprio salotto. Ma chi si fiderà mai di avere un microfono e una telecamera sempre accesi e sempre connessi, dopo gli infiniti scandali sulla mancata cura dei dati dei propri utenti da parte dell’azienda? (BuzzFeed News)

L’agenzia nazionale anticrimine britannica ha dato l’allarme riguardo la diffusione di piattaforme dove è possibile acquistare immagini e accesso a eventi live di violenze sui minori in paesi in via di sviluppo — Filippine, Kenya, Cambogia, Vietnam e Thailandia. (the Guardian)

Sappiamo che siete distrutti, ne sentirete la mancanza, non saprete come fare senza, ma dovete accettare che per i prossimi 10 mesi Google+ sarà chiuso per i clienti privati. (the Verge)

La decisione è arrivata dopo la notizia, rivelata dal Wall Street Journal, di una falla nella sicurezza del social network, che avrebbe esposto i dati personali di centinaia di migliaia di utenti — senza che l’azienda abbia detto niente. (the Wall Street Journal)

Italia

Si è riunito ieri sera il vertice della Cgil, dove Susanna Camusso avrebbe indicato Maurizio Landini come candidato alla sua successione. La riunione di segreteria è stata lunga e difficoltosa, e sembra lasciare aperto il confronto tra Landini e Vincezo Colla, indicato dal sindacato dei pensionati. (la Repubblica)

Questioni di genere

Il movimento #MeToo sta iniziando a trovare forza anche in India. L’accusa dell’attrice di Bollywood Tanushree Dutta nei confronti del collega Nana Patekar sembra aver infuso di coraggio altre donne, per denunciare finalmente chi le ha assalite. (Khaleej Times)

Cult

Dopo l’endorsement della cantante a due candidati democratici, Trump ha detto che la musica di Taylor Swift gli piace “il 25% di meno.” (BBC News)

Anche i nazisti che vedevano in Swift una “divinità ariana” ci sono rimasti molto male. (Think Progress)

Dai profumi potenziati da pietre sacrali alle manicure terapeutiche, come ci si trucca seguendo riti pagani. (Dazed)

Erano almeno 1000 i contestatori che si sono riuniti al Museo della Storia naturale di New York per manifestare in occasione dell’Anti–Columbus Day 💪 (Hyperallergic)

Scienza

La sonda spaziale Voyager 2 è la seconda sonda umana a varcare i confini dello Spazio interstellare. (Gizmodo)

Ambiente

Com’è stata la reazione della politica al report dell’IPCC sul disastro climatico che ci attende? Se guardiamo agli Stati Uniti, c’è da mettersi le mani nei capelli: l’amministrazione Trump è passata alla fase 5 del negazionismo climatico, la rassegnazione. (the Guardian)

Belle iniziative di sensibilizzazione: in Danimarca alcuni prodotti di consumo cominceranno a riportare sull’etichetta il proprio impatto sul clima. (the Local Dk)

* * *

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

— FIN —