Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

È caos per i lavori alla manovra, che dovrebbe, per soddisfare le promesse di campagna elettorale dei partiti di governo, contenere le prime misure sia per la flat tax che per il “reddito di cittadinanza.” Il ministro Tria ha aperto alla possibilità di aumentare l’Iva e togliere il bonus degli 80 euro per finanziare almeno in parte le due misure. (la Repubblica)

Di Maio, parafrasando i grandi pensatori conservatori Berlusconi e Renzi, ha garantito che gli 80 euro rimarranno: “noi non metteremo le mani in tasca agli italiani.” (la Repubblica tv)

Ma ci si può fidare della garanzia di un ministro che in un’intervista televisiva garantisce le coperture per le promesse elettorali, dal costo stimato di un centinaio di miliardi, rivendicando il taglio dei vitalizi? Dai vitalizi si recuperano — lo stima il governo stesso — solo 40 milioni. (Next Quotidiano)

Probabilmente no, e infatti il viceministro all’Economia, il leghista Garavaglia, prepara il fondo per quello che sarà lo spin di propaganda più rischioso che i due partiti abbiano mai provato: “È molto meglio avere una riduzione strutturale delle tasse piuttosto che un bonus che resta sempre appeso. Non si tolgono gli 80 euro, vengono messi come riduzione fiscale anziché come esborso.” (la Repubblica)

Alla notizia che il governo sta progettando di togliere circa 1000 euro all’anno ai lavoratori meno pagati per finanziare misure che favoriranno i più benestanti, Matteo Renzi è contento perché vede i vicepremier costretti a difendere una cosa che aveva fatto lui. 🙄

Sulla manovra però si ferma la magia dei proclami. In Italia c’è un tesoro perduto tra i 130 e i 270 miliardi l’anno: è l’evasione fiscale. Ma è molto più semplice lavorare su un taglio a tutte le agevolazioni fiscali di settore e sopportare le proteste. Ancora meglio se si tratta di un taglio lineare, una soluzione che sarebbe presa di peso dal repertorio del ex ministro Tremonti. Il “governo del cambiamento.” (la Stampa)

Lo stop al bonus degli 80 euro non sarebbe solo: l’aumento dell’Iva costerebbe alle famiglie circa altri mille euro all’anno. Lo dicono i dati elaborati dal Codacons, che proiettano una contrazione dei consumi per 25 miliardi di euro. Si tratta di una strategia di provato fallimento: l’Iva è già stata aumentata nel 2011 e nel 2013, ma, ricorda il presidente del Codacons Rienzi: “Il gettito per le casse dello Stato è risultato tuttavia inferiore alle aspettative, perché i consumatori hanno reagito al rincaro dei prezzi riducendo la spesa.” (Comunicato stampa Codacons)

* * *

Vuoi ricevere Hello, World! tutte le mattine direttamente via email? Sostieni the Submarine e abbonati alla newsletter. In cambio, oltre alla tua rassegna stampa preferita direttamente in inbox, riceverai link e contenuti extra, e la nostra eterna gratitudine.

* * *

Mondo

Dopo nove giorni, le proteste studentesche in Bangladesh — scatenate dalla morte di due studenti in un incidente stradale — si sono calmate. Ma i manifestanti ora temono le rappresaglie del governo: il ministro degli affari interni ha detto che saranno identificati tutti coloro che hanno contribuito a “incitare alla violenza,” a partire dai post sui social network. “Nessuno sarà risparmiato.” (the Guardian)

Un raid aereo della coalizione saudita in Yemen ha ucciso almeno 29 bambini, colpendo uno scuolabus nella provincia di Saada. L’annuncio è stato dato dalla Croce rossa internazionale. (Al Jazeera)

Ogni tanto, qualche mezza buona notizia: il numero degli attacchi terroristici in Nord Africa e Medio Oriente nel 2017 è stato del 40% inferiore rispetto all’anno precedente. (Quartz)

Un giudice di Washington ha minacciato di perseguire il procuratore generale Sessions e il segretario alla Homeland security Nielsen per oltraggio alla corte se due richiedenti asilo, una madre e una figlia, non verranno riportate negli Stati Uniti. La donna e la bambina sono state deportate forzosamente prima della loro deposizione per la richiesta d’asilo, malgrado l’avvocato fornito loro dal governo avesse assicurato alla donna che erano al sicuro. (NPR)

Sono stati trovati tre giorni fa 11 bambini imprigionati in una struttura nel New Mexico più povero. L’accampamento era gestito da due uomini, ora agli arresti. Oggi è emerso che gli uomini stavano addestrando uno dei bambini perché portasse a termine una sparatoria in una scuola. (NBC News)

Gli inquirenti sono arrivati al complesso seguendo le tracce di Siraj Wahhaj, sospettato di aver rapito suo figlio Abdul-ghani, di 3 anni. Wahhaj è a sua volta figlio dell’imam di New York. Nell’accampamento sono stati ritrovati i resti di un bambino, che gli altri ragazzi rapiti hanno identificato come Abdul-ghani. (Associated Press)

Jason Kessler, l’organizzatore della manifestazione dei suprematisti bianchi “Unite the Right,” ha ottenuto i permessi per la seconda edizione dell’evento, che si terrà domenica a Washington. Sono attese circa 400 persone. (BBC News)

Il ministro degli esteri nordcoreano, in visita in Iran, ha detto che il paese manterrà la propria conoscenza dell’energia nucleare anche rispettando gli accordi sulla denuclearizzazione, come misura di sicurezza. (NK News)

Silenziosamente, il governo portoricano ha aggiornato le proprie stime sulle morti causate dall’uragano Maria, allineandosi alla realtà. La correzione porta la stima del governo da 64 morti a 1427, ed è compresa in un piano di ricostruzione con cui il governo chiederà al Congresso 139 miliardi di dollari in fondi straordinari. (the New York Times)

Più di 1600 persone, per la maggior parte campeggiatori in vacanza, sono state evacuate dal sud della Francia, nella regione di Gard, colpita da gravi alluvioni. (France24)

Oggi Ryanair dovrà affrontare un nuovo sciopero coordinato dei piloti in 5 paesi europei (Irlanda, Svezia, Belgio, Olanda e Germania.) I piloti chiedono migliori condizioni contrattuali e retribuzioni più elevate. (Rai News)

Internet

Dopo la rimozione delle trasmissioni di Alex Jones dai podcast di iTunes e YouTube, l’app di Infowars è diventata la terza app di “notizie” più scaricata degli Stati Uniti. Eppure per ora Google e Apple, responsabili di iTunes e YouTube, non l’hanno ancora cancellata. (BuzzFeed News)

Se l’app non ha infranto i regolamenti dei rispettivi App Store, a cosa servono quelle regole? È un problema simile a quello di Twitter, che nel tentativo assurdo di farsi garante della libertà di parola di fatto si trova schierato con il peggio dell’umanità. Il social network, scrive Kara Swisher per il New York Times, ha una sola speranza di salvarsi: e non sono le regole, sono i valori.

Italia

Sono stati due tredicenni a sparare con una scacciacani contro un ragazzo gambiano lo scorso 2 agosto, vicino a Pistoia. Anche per loro gli inquirenti escludono qualsiasi motivazione “razzista” — ma il punto ovviamente non è la consapevolezza politica di due ragazzini, ma ciò che può spingerli a pensare che sparare contro un nero sia una cosa OK. (la Repubblica Firenze)

Continua la confusione del governo sulla questione vaccini: mentre l’associazione dei presidi resta ferma nella propria opposizione al solo utilizzo dell’autocertificazione, la ministra della Salute Grillo ha annunciato una proposta di legge orientata su un principio che sembra uscito dai manuali di neolingua democristiana: “l’obbligo flessibile.” (Rai News)

Questioni di genere

La corte suprema della Costa Rica ha dichiarato incostituzionale la legge che vieta il matrimonio fra persone dello stesso sesso, dando 18 mesi di tempo ai legislatori per abolirla. Ma sono molti i membri del Parlamento di fede evangelica, che si oppongono alla rimozione del bando. (BBC News)

Il senato argentino ha respinto una legge che avrebbe legalizzato l’interruzione volontaria di gravidanza, nonostante il forte supporto popolare alla proposta. Attualmente l’aborto è legale in Argentina solo in caso di stupro o di pericolo di vita per la donna. (the Guardian)

Cult

Come si scopre nuova musica nell’epoca degli algoritmi? The Outline l’ha chiesto a sei persone che lo fanno di mestiere.

I grandi palazzi adibiti a case popolari di Hong Kong sono diventati uno dei fondali preferiti dei turisti per farsi foto su Instagram e i residenti non sono particolarmente contenti della cosa. (the New York Times)

Il caso è sintomo di un problema diffuso: facciamo tutti le stesse quattro foto, su Instagram. (Quartzy)

In questa puntata di The Stream, Femi Kuti parla della sua vita, della sua musica e del suo ultimo album. (Al Jazeera)

Rob McElhenney e Charlie Day di It’s Always Sunny in Philadelphia scriveranno una nuova serie televisiva per il servizio di streaming che Apple lancerà l’anno prossimo. (Uproxx)

Spazio

Come procedono i piani dell’amministrazione Trump per la creazione di una forza militare spaziale? A quanto pare, bene: Mike Pence ha presentato il progetto che prevede la sua formazione entro il 2020. (the New York Times)

Ma che aspetto potrebbe avere una guerra nello spazio? VICE l’ha chiesto a un esperto di giurisprudenza spaziale.

Ambiente

La Nuova Zelanda si aggiunge alla lista dei paesi che intendono bandire i sacchetti di plastica. (the Guardian)

Il 2018 è ufficialmente il quarto anno più caldo di sempre. Più caldi di quest’anno sono stati solo il 2016, il 2017, e il 2015. E questa non è semplicemente “la nuova normalità”: le temperature stanno ancora salendo. (the New York Times)

* * *

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

— FIN —