in copertina, foto via Twitter

Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Anche il secondo venerdì di proteste palestinesi in vista della commemorazione della Nakba è finito nel sangue. L’esercito israeliano ha ucciso 8 persone e ferito circa altre 1000 rispondendo alle minacce poste da protestanti disarmati e bandiere agitate. Secondo la portavoce del OHCHR Elizabeth Throssell “ci sono indicazioni che Israele abbia usato forza eccessiva” la settimana scorsa. (Al Jazeera)

Le manifestazioni, tenute in cinque punti lungo il confine con la striscia di Gaza, hanno raccolto circa 10 mila presenze. Tra i morti anche un ragazzino quindicenne, Hussein Mohammed Madi, ucciso con un colpo di proiettile a espansione. (Middle East Eye)

I manifestanti bruciavano pneumatici per coprire la visuale dei tiratori israeliani. La diretta della giornata di ieri sul Jerusalem Post.

Tra i feriti c’è anche il giornalista Yasser Murtaja, colpito all’addome dai cecchini nonostante indossasse la pettorina con la scritta “PRESS.” (Middle East Monitor)

Le manifestazioni, che continuano a essere pacifiche, non si fermano nonostante la carneficina — le condizioni di vita nella striscia di Gaza sono ormai così dure, con l’economia al minimo storico, di fatto senza accesso a servizi sanitari, e disoccupazione sopra al 50%, che ai due milioni di abitanti sembra di non avere più niente da perdere. (Arab News)

La “grande Marcia del ritorno” rappresenta uno storico cambio di strategia per la causa palestinese. Progressivamente isolati dalle diplomazie internazionali, i palestinesi hanno ritrovato unità con una formula di protesta pacifica che obbliga il mondo a parlare di loro. (Internazionale, 5/04)

* * *

Vuoi ricevere Hello, World! tutte le mattine direttamente via email? Sostieni the Submarine e abbonati alla newsletter. In cambio, oltre alla tua rassegna stampa preferita direttamente in inbox, riceverai link e contenuti extra, e la nostra eterna gratitudine.

* * *

Mondo

È iniziato l’assalto delle forze di Assad contro Douma, l’ultima roccaforte dei ribelli nella Ghouta orientale. Secondo l’Osservatorio Siriano per i Diritti Umani, il bilancio delle vittime civili sarebbe già alto. (DW)

Dopo il miglioramento delle condizioni di salute della figlia Yulia Skripal, anche Sergei non è più in condizioni critiche. (Sky News)

Le tensioni tra Russia e Occidente crescono, mentre gli Stati Uniti preparano sanzioni contro altri 24 oligarchi, tra cui anche il genero di Putin. (Quartz)

Intanto, secondo una fonte russa le autorità britanniche e statunitensi sarebbero in possesso di documenti che fanno luce sulla fabbricazione di armi chimiche, tra cui il novichok, nel laboratorio militare di Shikhany. (the Guardian)

L’ex–presidente brasiliano Lula non si è consegnato alla polizia dopo la sentenza della corte che gli impone di rimanere in carcere — la pena assegnata è di 12 anni — nonostante manchino mesi, se non anni, alla conclusione dei lavori per il processo d’appello. (BBC News)

Viktor Orban ha chiuso la campagna elettorale battendo sui suoi temi forti: le “forze straniere” che vogliono danneggiare l’Ungheria, ovvero i leader dell’Unione europea che insieme a Soros puntano ad abolire i confini. Alle elezioni di domani, il partito di Orban è dato largamente per favorito. (Politico)

La diplomatica statunitense di origine ebraica — arrivata negli Stati Uniti quando il Terzo Reich conquistò la Cecoslovacchia — Madeleine Albright firma un editoriale per il New York Times in cui avverte: mai come ora, dopo la fine della seconda guerra mondiale, il fascismo è stato un pericolo reale. Negli Stati Uniti, e non solo. (the New York Times)

Lo sciopero dei docenti in Oklahoma continuerà per una seconda settimana consecutiva: le offerte avanzate dallo stato sono state valutate gravemente insufficienti. (ThinkProgress)

Internet

Lo storico sito statunitense di inserzionistica Backpage è stato messo sotto sequestro nel contesto di un’indagine dell’FBI su casi di sfruttamento sessuale. (Gizmodo)

Facebook è stato travolto ieri da un altro piccolo scandalo quando molteplici fonti hanno confermato che Zuckerberg e altri amministratori dell’azienda stavano cancellando propri vecchi messaggi da Facebook Messenger. Un comportamento assolutamente non sospetto. (TechCrunch)

Cancellare propri messaggi dagli Inbox di chi li ha ricevuti, tra l’altro, è una funzione che Messenger proprio non ha, almeno per ora. Nel tentativo di mettere una pezza, Facebook ha annunciato che la funzionalità verrà rilasciata presto su tutti gli account. (Quartz)

Italia

Sulla Repubblica di oggi Annalisa Cuzzocrea intervista Luigi Di Maio, che conferma la propria linea di apertura al Pd: “Sotterriamo l’ascia di guerra, è il momento della responsabilità.” (con paywall)

Dietro questa (ri)apertura si cela il disorientamento del M5S, spiazzato dalla ritrovata unione del centrodestra. Torna ad essere probabile lo scenario di un ritorno al voto. (HuffPost)

Un nuovo rapporto dell’Ispra fotografa il dissesto idrogeologico che affligge Roma, dove soltanto nei primi mesi del 2018 si sono aperte 43 voragini stradali. (la Stampa)

Milano

Un volontario dei vigili del fuoco è morto tentando di spegnere un incendio scoppiato ieri sera in una fabbrica di detersivi a San Donato Milanese. (la Repubblica Milano)

Cose da non importare dagli Stati Uniti: le confraternite universitarie. In Bocconi pare che qualcuno lo stia facendo. (Corriere della sera)

Oggi apre in anteprima il primo frutteto condiviso in città — si potranno vedere gli alberi in fiore, la frutta ancora non è matura. (Milano Today)

Cult

Park Ju-young intervista Song Ju-hee, l’improvvisata contadina 29enne della provincia di Gangwon che è diventata una sensazione su Instagram. (the Korea Herald)

Ma perché l’uomo di Neanderthal aveva il naso così grosso? Per resistere ai climi freddi. (la Repubblica)

Elon Musk è tornato ad avvertire sul pericolo posto dalle super intelligenze artificiali, che potrebbero diventare “dittatori immortali.” (Inverse)

I rifacimenti contemporanei di Tomb Raider e Indiana Jones ancora non riescono a superare il “colonialismo casual,” a cui devono la loro stessa esistenza. (Hyperallergic)

Salute

Un modo per combattere l’obesità? Supertassare le bevande zuccherate e gasate. O per lo meno, così la pensa il governo britannico. (AFP)

Giornalismi

Ehi, ma cosa ci fanno le Dolomiti in questo documentario della BBC sui pastori nepalesi? (la Stampa)

Animali

Stiamo per cambiarvi il mondo: la Fratercula ha il becco fosforescente, e prima dello studio di questi scienziati nessuno lo sapeva. (CBC)

***

Gif dell’Official London Theatre

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

— FIN —