I Brockhampton e l’era post mtv

Come si combinano gli anni Ottanta di Mtv con lo stile rivoluzionario di Kendrick Lamar? Ci pensa il collettivo rap texano Brockhampton con il signolo “Heat.”

La denuncia sociale nel rap americano è sempre più forte, più arrabbiata, più concentrata nell’incanalare una paranoia di classe che diventa ogni giorno più straziante — richiamando l’eco di un punk ormai zombificato.

È il piano sequenza di Kevin Abstract, regista del videoclip, a immortalare i volti di questa rabbia e a incanalarne la potenza. Il suo è un lavoro anti televisione e pro YouTube: il vlog come arma di distruzione di massa e lo sguardo in camera come fascino conformista. Un lavoro che riflette sugli spazi e sui luoghi dell’America non convenzionale, ma più reale che mai — non un caso infatti la regia di Abstract per American Boyband, uno sguardo al tour dei Brockhampton attraverso il paese.

Se ti piace il nostro lavoro e vuoi sostenerci, abbonati alla newsletter di Hello, World!, la nostra rassegna stampa del mattino.

Se invece vuoi discutere con la redazione, ci trovi su Ogopogo, il nostro gruppo Facebook.

Share via

 

Ti piace il nostro lavoro? Sostienici!

Abbonati alla newsletter

di Hello, World!

 

Ogni mattina, una rassegna di link da leggere, vedere e ascoltare, direttamente nella tua inbox.