fbpx
 

Grande Cuore, italo disco o che cosa

https://i0.wp.com/thesubmarine.it/wp-content/uploads/2017/05/grande-cuore-carlo-verdone-e1492778166464.png?fit=800%2C533&ssl=1

Ascoltando Carlo Verdone potreste pensare a un improvviso ritorno in pompa magna sulla scena musicale italiana di Alan Sorrenti, giusto in tempo per festeggiare i quarant’anni appena compiuti dalla sua immortale Figli delle stelle, con tanto di risvoltino e occhialetto hipster calato sul naso ad arte, pronto a cavalcare il ritorno in auge dell’italo disco e a rivendicare il suo contribuito a un genere da molti considerato addirittura di culto (vedi il prossimo album dei Phoenix, Ti Amo). E invece no. Loro/lui (chi lo sa?) si chiama Grande Cuore ed è un progetto nuovissimo e top secret di Bomba Dischi, talmente imbevuto di revival che se il suono non pompasse così tanto lo si confonderebbe con uno di quei viniloni usciti a cavallo tra i ’70 e gli ‘80.

Il tributo a Carlo Verdone, se vi è sfuggito il titolo, viene completato con un riferimento a Un sacco bello (il suo fortunato esordio come regista) nella seconda metà della canzone. — Tu sei Marisol io Carlo Verdone — Al volante di Grande Cuore questa volta non trovate però Enzo (uno dei personaggi interpretati da Verdone nel suo film) bensì un insofferente Maltese(?) con l’occhiale sgargiante. E l’internet esplode. O almeno promette di farlo.

logo-footer
TESTATA REGISTRATA AL TRIBUNALE DI MILANO (N. 162 DEL 11/05/2017).
DIRETTORE RESPONSABILE: ALESSANDRO BRAGA
© Undermedia S.r.l.s. 2021. Tutti i testi e le immagini presenti su questo sito web, dove non diversamente indicato, sono coperti da copyright, e ne è vietata la riproduzione anche parziale senza esplicita autorizzazione.

Resta nel nostro radar.

Segui the Submarine su Instagram e Twitter,
iscriviti al nostro canale Telegram
o alla nostra newsletter settimanale gratuita.

Copy link
Powered by Social Snap