Giorno 4

Abbiamo avuto modo di assistere, nella stessa giornata, a due salvataggi in mare di persone in fuga dai loro Paesi di origine e dalla Libia. L’Aquarius si è riempito di uomini, donne e minori di varia nazionalità. Nigeriani, gambiani, somali, eritrei, bengalesi…
Le loro esperienze di vita le possiamo solo lontanamente immaginare e cercare di ricostruire, in parte. Abbiamo incontrato uomini forti ma provati, donne belle ma fragili, come dei fiori di balloon.
Ci hanno però mostrato una grande verità; è presente nell’uomo la straordinaria capacità di sperare e di ricostruire la propria vita, qualsiasi cosa accada.

Unisciti a Ogopogo, il nostro gruppo su Facebook, per discutere con la redazione.
Share via

 

Ti piace il nostro lavoro? Sostienici!

Abbonati alla newsletter

di Hello, World!

 

Ogni mattina, una rassegna di link da leggere, vedere e ascoltare, direttamente nella tua inbox.