Giorno 3

“Sembra inutile dirlo eppure bisogna urlarlo: non ci sono confini nel mar Mediterraneo. La differenza che intercorre tra le acque territoriali italiane, libiche o internazionali è la stessa che separa il salvare un essere umano ferito o un uccello con le ali spezzate, per coloro i quali gli animi volano al di sopra degli orizzonti mentali.”

Unisciti a Ogopogo, il nostro gruppo su Facebook, per discutere con la redazione.
No more articles
Share via