in copertina, foto dalla pagina Facebook di Pueblo Sin Fronteras

Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Dopo un mese di viaggio, i migranti della carovana organizzata da Pueblo Sin Fronteras hanno raggiunto il confine tra Messico e Stati Uniti, determinati a rimanere finché non sarà consentito loro di entrare nel paese. (CNN)

La carovana è partita alla fine di marzo dal sud del Messico, formata da un migliaio di persone (ora ridotte a circa 150), soprattutto originarie dell’Honduras. A inizio aprile aveva attirato ovviamente anche le attenzioni di Donald Trump. (the Hill, 2/04)

Trump è tornato a twittare a riguardo anche di recente:

La marcia è stata dura, ma la parte difficile inizia adesso: i tempi perché gli ufficiali di frontiera prendano in esame la domanda d’asilo di tutti potrebbero essere anche molto lunghi. (the New York Times)

Ieri i migranti si sono sentiti dire che nelle strutture d’accoglienza immediatamente al di là del confine non c’era più posto, e sono stati costretti a passare la notte all’aperto, di fronte alla recinzione. (Reuters)

Tuttora non è chiaro quale sarà l’atteggiamento dell’amministrazione nei loro confronti. Le testimonianze dei partecipanti alla marcia parlano di un misto tra eccitazione, nervosismo e incertezza. Ieri pomeriggio, quattro giovani coppie si sono sposate sulla spiaggia. (AZCentral)

Tra le paure maggiori dei richiedenti asilo c’è quella di essere separati dai propri familiari: una prassi che i burocrati della gestione dell’immigrazione seguono sempre più spesso, come deterrente a intraprendere il viaggio. (the Washington Post)

Secondo Trump comunque la soluzione è sempre la stessa: il presidente ha minacciato un nuovo shutdown di governo se il Congresso non approverà abbastanza finanziamenti da consentire la costruzione del suo muro al confine. (Voice of America)

* * *

I muri non ci piacciono, ma le newsletter sì: se ti piace il nostro lavoro, sostienici! Riceverai Hello, World! tutte le mattine direttamente via email, con contenuti extra e specialità.

* * *

Mondo

Per la prima volta dal colpo di stato militare del 2014, i thailandesi sono tornati sulle strade per manifestare contro le politiche del governo, nello specifico contro un progetto che prevede la costruzione di un grande edificio di lusso distruggendo parte della foresta sotto la montagna Doi Suthep. (Reuters)

L’FBI ha interrogato un artista di arti marziali russo, Fedor Emelianenko, per i suoi collegamenti con Donald Trump e il suo avvocato Michael Cohen. (the Guardian)

Dopo l’accordo tra le due Coree la presidente dell’isola di Taiwan, Tsai Ing-wen, ha annunciato di essere disponibile a incontrare Xi Jinping. I rapporti tra Cina e Taiwan si sono ulteriormente deteriorati proprio alla guida di Tsai, neoliberal e indipendentista. (South China Morning Post)

Nel frattempo sono iniziate ufficialmente le operazioni di collaborazione per la demilitarizzazione del confine, a cominciare dalla rimozione degli impianti audio che dalla Corea del Sud trasmettevano ad altissimo volume propaganda contro il regime del Nord. (the Korea Herald)

Amber Rudd, ministra dell’interno del governo May, si è dimessa per aver “inavvertitamente ingannato” il Parlamento riguardo ai suoi obiettivi di deportazione di immigrati illegali nel Regno Unito. (BBC News)

Lo scandalo è scoppiato dopo che il Guardian, ieri, ha pubblicato una lettera riservata di Rudd a Downing Street, in cui la ministra esponeva il proprio “ambizioso ma fattibile” piano di aumentare le deportazioni del 10% nei prossimi anni, obiettivi di cui aveva precedentemente negato l’esistenza. (the Guardian)

Pakistan. Le manifestazioni contro morti e sparizioni di molti Pashtun si stanno trasformando in un vero movimento per la richiesta di maggiori diritti per la minoranza etnica. Il servizio di Obama Bin Javaid. (Al Jazeera)

In seguito agli scontri di ogni venerdì al confine con Gaza, Amnesty International ha rinnovato il proprio invito a imporre un embargo sulla fornitura di armi a Israele. (Jerusalem Post)

Ehi, ma che fine ha fatto l’albero che Macron e Trump hanno piantato insieme nel giardino della Casa bianca? A quanto pare, è già sparito. (NBCNews)

Internet

Un cittadino americano di origini francesi ha fatto causa al governo francese in seguito al sequestro senza preavviso di un dominio che possedeva dal 1994: France.com. (Ars Technica)

Facebook ha avvertito i propri investitori a prepararsi, ci saranno scandali più grandi del furto di dati di Cambridge Analytica. Ma ormai è chiaro che l’azienda del social network non pagherà nessuna conseguenza della propria noncuranza e della propria posizione monopolista. (Boing Boing)

Nel frattempo, si viene a sapere che il ricercatore Aleksandr Kogan ha avuto accesso ai dati anche di utenti Twitter, ma solo dati pubblici e limitati a un periodo di cinque mesi. (Bloomberg)

Italia

L’intervista di Fabio Fazio a Matteo Renzi è stata delirante. Renzi ha parlato da leader indiscusso del Pd, quando è dimissionario, e ha di nuovo strepitato contro un governo di coalizione con il M5S, accusandolo — giustamente — di essere un partito azienda come Forza Italia. (Left)

Dagli archivi. Renzi esordisce da senatore: “Ora starò zitto per due anni.” (ANSA, 23 marzo 2018) (cinque settimane, non male, dài)

Dagli archivi. Patto del Nazareno Renzi-Berlusconi: legge elettorale e via il Senato. Il segretario: mi gioco il tutto per tutto. (la Repubblica, 19 gennaio 2014)

Si tratta di un attacco alla leadership di Martina, unica voce del Partito che ha in mente quanto sarebbe pericoloso un governo su Salvini. Quando Renzi insiste che “chi ha perso non deve governare,” sembra non realizzare che questo dovrebbe valere anche all’interno del suo partito. (il manifesto)

È iniziato lo spoglio dei voti delle regionali in Friuli. In attesa dei risultati, di certo c’è il dato bassissimo dell’affluenza: ha votato meno di un elettore su due. (ANSA)

Mafia

Da inizio anno si è registrato un boom di comuni sciolti per mafia. (Avvenire)

Questioni di genere

Un problema sempre più grosso per la messa al bando del personale transgender nell’esercito statunitense: i fatti. L’editoriale del New York Times

L’attrice giapponese Chino utilizzerà il risarcimento ottenuto da un direttore cinematografico in un caso di molestie sessuali per fondare un gruppo di supporto “MeToo” per garantire sostegno psicologico e legale a tutte le donne dell’industria che abbiano bisogno di supporto in casi simili. (the Japan Times)

Cult

Blue Origin, l’azienda spaziale di Jeff Bezos, ha completato l’ottavo test del proprio razzo riutilizzabile, progettato per trasportare turisti al confine tra atmosfera e spazio. (Quartz)

Paratopic è un gioco horror con una grafica 3D retrò — un esperimento ancora poco diffuso — per farvi paura come quando giocavate a Silent Hill sulla prima PlayStation. (the Verge)

Ambiente

Turisti che danneggiano altri turisti abbandonando stoviglie di plastica sulla spiaggia. Per combattere il fenomeno, il sindaco delle isole Tremiti le ha messe al bando. (Radio Popolare)

Il Parlamento europeo ha rinnovato i target di sostenibilità ambientale nel campo dello smaltimento dei rifiuti. È stato imposto un aumento della quantità di scarti da riciclare e un limite massimo a quelli che possono essere inviati in discarica. (Europarl)

Ad esempio, tutti i modi in cui si possono estrarre materiali ancora utili dagli pneumatici usati.

Perchè la tecnologia del carbon capture & storage potrebbe avere potenziale limitato nella mitigazione del cambiamento climatico
e perchè alla fine potremmo anche farne a meno. (Carbon Brief)

L’Australia ha annunciato un mega investimento da 500 milioni di dollari per la salvaguardia della Grande barriera corallina. (CNN)

Animali

È morto a 43 anni il ragno noto più vecchio del mondo. (the Guardian)

***

Gif di RuPaul’s Drag Race

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. Domani Hello, World! non uscirà per festeggiare il primo maggio, ci vediamo mercoledì! :wave:

— FIN —