Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Francia

I media italiani sapevano il nome dell’attentatore di Parigi prima dei media francesi — peccato che non fosse il nome vero, così come non era vera la sua provenienza dal Belgio, e quindi neanche la rivendicazione dell’ISIS, che probabilmente si è servito proprio delle informazioni false che circolavano online per costruirla a tavolino. (Mazzetta)

La polizia nel frattempo ha fermato tre familiari del vero attentatore, di cui hanno rilasciato solo il nome, Karim. (la Repubblica)

L’attentatore era già stato in prigione quattro volte, dal 2001 al 2014, per un totale di 12 anni in detenzione. (the Guardian)

I Decodeurs di le Monde hanno riassunto le posizioni sull’antiterrorismo di tutti i candidati: tante cose brutte. (le Monde)

Mondo

Il signore della guerra Joseph Kony “non è più una minaccia,” e quindi Uganda e Stati Uniti hanno smesso ufficialmente di cercarlo. (NPR)

The Outline anticipa le rivelazioni del nuovo libro dei giornalisti Jonathan Allen e Amie Parnes, che racconta la quotidianità disastrosa del comitato elettorale di Hillary Clinton. (the Outline)

La Stampa intervista Justin Trudeau, che prova timidamente a rilanciare la parola “solidarietà” come chiave per combattere il terrorismo. (la Stampa)

Due città del Baden-Württemberg stanno sperimentando un sistema di voucher da dare a chi fa ore di straordinario, per spenderli in servizi di cura domestica. (BBC)

In un raid segreto in Siria a inizio aprile le forze statunitensi hanno ucciso l’uomo sospettato di essere responsabile dell’attentato a un night club di Istanbul la notte di Capodanno. (the Guardian)

Continuano le indagini di Pamela Brown, Shimon Prokupecz, Jim Sciutto e Marshall Cohen sul rapporto tra Trump e Russia: nuove rivelazioni vicine al FBI sostengono che i soggetti dell’infiltrazione sarebbero stati direttamente i consiglieri dell’ora presidente. (CNN)

Italia

VICE News si è seduta con Silvio Berlusconi per discutere di politiche europee, Putin e le prossime elezioni italiane. Come avranno interpretato il personaggio gli americani?

Anche Beppe Grillo ha rilanciato sul blog le insinuazioni sul presunto “ruolo oscuro” delle Ong che soccorrono i migranti al largo della Libia. Ma il suo collocamento esplicito nell’area della “nuova destra” non è una novità. (la Repubblica)

L’agenzia Fitch ha abbassato il rating dell’italia da BBB+ a BBB, per la crescita bassa e i rischi di instabilità politica. (Corriere della Sera)

Sarà il 22 ottobre il referendum voluto dalla Lega per l’autonomia di Lombardia e Veneto. “Assolutamente inutile” secondo Beppe Sala, che però consiglia di votare sì. (la Repubblica)

Oggi in tutto il mondo gli scienziati (ma non solo loro) marciano per la scienza, in occasione della Giornata mondiale della Terra. Ci saranno manifestazioni anche in varie città italiane.  

Cult

Avete mai sognato di mettere la testa in un acceleratore di particelle? Chi non ci ha mai pensato almeno una volta. Questa è la storia di uno scienziato che l’ha fatto davvero. (Quartz)

McDonald’s ha chiesto al designer Waraire Boswell di disegnare una nuova linea per le proprie divise, pronte per l’imminente distopia. (New York Daily News)

La sonda Cassini sta per lanciarsi tra Saturno e i suoi anelli, prima di dirigersi verso il pianeta per schiantarsi. (the Verge)

Passate le vostre vacanze in Canada: c’è anche la neutralità della rete. (Motherboard)

Continua la guerra tra Uber e il suo competitor Waymo. (TechCrunch)

Fondo del barile

Questo vibratore d’avorio di età vittoriana è all’asta in Irlanda. (the Irish Times)

***

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

— FIN —

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi