Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

La polizia israeliana ha chiesto di incriminare il presidente Benjamin Netanyahu, per due casi di corruzione che lo vedono coinvolto. La decisione ora spetta al procuratore generale. (Al Jazeera)

Netanyahu ha respinto tutte le accuse, dicendosi sicuro non solo di finire il proprio mandato, ma anche di riuscire a vincere le elezioni nel 2019. (Jerusalem Post)

Netanyahu si sente al sicuro anche perché il procuratore generale del paese, Avichai Mandelblit, è stato suo fedelissimo segretario di gabinetto. Isabel Kershner traccia un profilo di Mandelblit, avvocato militare portato alla celebrità proprio da Netanyahu, che sarà uno dei personaggi più importanti di questa vicenda nelle prossime settimane. (the New York Times)

In molti sono convinti comunque che sia iniziato il conto alla rovescia per la sua uscita di scena. (Haaretz)

Il caso della polizia, infatti, sembra essere molto solido, con testimonianze chiave e registrazioni audio di conversazioni che incriminerebbero il primo ministro senza ombra di dubbio. (Associated Press / Chicago Sun Times)

Chiunque raccoglierà il mantello di Netanyahu, in caso, avrà bisogno del supporto dell’ultraconservatore comitato centrale del Likud. (Memo)

Mondo

Secondo l’intelligence statunitense non solo l’influenza russa sul voto del 2016 è una cosa certa, ma il rischio che l’operazione si ripeta per le elezioni di metà mandato è altissimo. (NPR)

Secondo Boris Johnson, invertire la Brexit sarebbe “un errore disastroso” e un “tradimento” nei confronti degli elettori che hanno votato Leave. (the Guardian)

L’avvocato personale di Trump ha detto di aver pagato di tasca propria per l’incontro tra il futuro presidente degli Stati Uniti e la porno-attrice Stormy Daniels. (CNN)

Almeno due contractor russi sarebbero rimasti uccisi in Siria in un attacco aereo statunitense settimana scorsa. Ma sia la Russia sia gli Stati Uniti negano la notizia. (BBC News)

Nel frattempo, continuano senza sosta i bombardamenti di governo e russia sulla zona di Ghouta Est. Solo la scorsa settimana sono state uccise 277 persone. Areeb Ullah ha raccolto la testimonianza di Shams Alkhateeb, una giovane madre che vive con il proprio figlio Alaa, di dieci anni, sotto le bombe. (Middle East Eye)

Anche la stampa nordcoreana è entusiasta dei progressi diplomatici con il Sud della penisola. Secondo lo Choson Sinbo, testata filo-nordcoreana giapponese, l’offerta della Corea del Nord prevederebbe la sospensione dei test nucleari. (Hankyoreh)

La Cina ha fatto sapere cortesemente che non tollererà un intervento unitalerale dell’India nelle Maldive. (the Hindu)

La possibilità di un intervento di Nuova Delhi, che sarebbe ben voluto dall’ex presidente Mohamed Nasheed, è stato escluso anche dal governo di Malè. Ma la crisi politica nell’arcipelago è ancora lontana da una soluzione. (Financial Times)

Il vulcano del monte Agung ha eruttato di nuovo, proiettando una colonna di cenere fino a un chilometro e mezzo nell’aria. L’eruzione non dovrebbe aver causato danni a cose e persone. (the Jakarta Post)

* * *

Vuoi ricevere Hello, World! tutte le mattine direttamente via email? Sostieni the Submarine e abbonati alla newsletter, per 3€ al mese o 20€ all’anno. In cambio, oltre alla tua rassegna stampa preferita direttamente in inbox, riceverai link e contenuti extra, e la nostra eterna gratitudine.

* * *

Italia

Il ritorno dell’ambasciatore italiano al Cairo doveva servire a fare chiarezza sul caso Regeni. Sei mesi dopo, è stato fatto qualcosa? Ovviamente no. La famiglia del ricercatore ucciso torna a dire che è necessario “alzare la voce.” (Corriere della Sera)

Ma chi ha candidato Matteo Salvini al sud? Un’inchiesta dell’Espresso rivela la rete di “trasformisti, fascisti, impresentabili e ras delle clientele” con cui il leghista ha riempito le liste. (l’Espresso)

Questioni di genere

In Malesia, dove le leggi coloniali contro la “sodomia” sono ancora in vigore, l’omosessualità è un crimine punibile con vent’anni di prigione. Ieri un quotidiano nazionale, il Sinar Harian, ha pubblicato una lista per “riconoscere i gay.” (the Guardian)

Cult

Uno studente di Oxford è riuscito a fotografare un singolo atomo, rendendolo visibile a occhio nudo. Come ha fatto? Non abbiamo capito. Ma la foto è incredibile. (Boing Boing)

Omate x Nanoblock è uno smartwatch per bambini che, dobbiamo dire la verità, è buffissimo — ma probabilmente è una pessima idea, scrive Ashley Carman. (the Verge)

Instagram è pieno zeppo di campagne pubblicitarie che promuovono soluzioni contro la depressione. Ma come funziona il targeting pubblicitario sui servizi di Facebook scollegati dal sito blu? (the Outline)

***

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

— FIN —