Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

In una rara ammissione di colpa, l’esercito del Myanmar ha ammesso la propria responsabilità nella morte di 10 rohingya trovati in una fossa comune lo scorso mese. (TIME)

Ma la verità ha un prezzo: i due giornalisti Reuters che avevano ottenuto immagini della fossa comune sono stati ufficialmente accusati di aver trafugati segreti di stato. U Wa Lone e U Kyaw Soe Oo avrebbero infranto una vecchia legge che risale al periodo coloniale britannico, e potrebbero essere condannati a fino 14 anni di prigione. (the New York Times)

Secondo James Gomez, direttore regionale di Amnesty, la giustificazione fornita dall’esercito “è disgustosa.” Gli ufficiali hanno dichiarato che i corpi sono stati abbandonati perché, a causa di un altro attacco da parte di una milizia, erano necessari altrove. “È un comportamento che rivela un disprezzo verso la vita umana che va oltre ogni comprensione.” (ReliefWeb)

Nel frattempo, i miliziani rohingya dell’ARSA hanno rivendicato un’imboscata contro le forze di sicurezza burmesi, che potrebbe portare a una nuova escalation della guerriglia. È il primo attacco ufficialmente rivendicato dallo scorso ottobre. (CNN)

Il 2018 sarà un anno difficile e cruciale per il Myanmar, sotto pressione da parte della comunità internazionale per la risoluzione della crisi nello stato di Rakhine, per la libertà di stampa e il processo di pace con i numerosi gruppi armati del paese. (the Hindu)

Mondo

La Tunisia è stata scossa dalla terza notte di violente proteste contro l’austerity e l’aumento dei prezzi, nella capitale e in numerose altre città di provincia. (DW)

Il bilancio delle alluvioni e frane di fango che hanno devastato il sud della California si è aggravato: si contano 17 morti, altrettanti dispersi e centinaia di case distrutte. (ABC News)

Effetto Brexit: il numero di cittadini britannici che hanno fatto domanda per ottenere la cittadinanza francese è decuplicato negli ultimi tre anni. (the Guardian)

A proposito, un nuovo report del senato statunitense affronta nel dettaglio la possibilità che la Russia abbia tentato di influenzare il referendum sull’uscita dall’Unione europea. (the Guardian)

La procura di Roma ha disposto il sequestro del computer e del cellulare di Maha Abdelrahman, ex tutor di Giulio Regeni a Cambridge. (Middle East Eye)

Lo stato di degrado delle centrali atomiche belghe è preoccupante(Qualenergia)

Italia

La lotta è fallita: sono stati licenziati in tronco i 497 dipendenti della Embraco di Riva di Chieri. La fabbrica, che produceva componenti meccaniche per frigoriferi e lavastoviglie Whirlpool, ha annunciato gli esuberi: la produzione sarà spostata in altri centri produttivi di Embraco, probabilmente in Slovacchia o in Brasile. (il manifesto)

Alle 4:48 di mattina la terra ha tremato di nuovo ad Amatrice, con un terremoto di magnitudo 3,6. Per ora non ci sono notizie di morti o feriti. (la Stampa)

Mentre Berlusconi spende mezze promesse contro il Jobs act, Salvini cerca di mettere il cappello sul movimento no vax. (Corriere della Sera Roma)

Questioni di genere

Moira Donegan è l’eroina che ha creato la lista “shitty media men,” che esponeva i nomi degli uomini che approfittavano della propria posizione sul lavoro in media company. È lei stessa a rivelarsi in un editoriale per the Cut dopo la notizia che il suo nome sarebbe stato pubblicato in un articolo del prossimo numero di Harper’s. (the Cut)

L’esclusione last minute di Kevin Spacey dall’ultimo film di Ridley Scott, Tutti i soldi del mondo, ha provocato indirettamente un problema di disparità salariale: per le riprese aggiuntive, Mark Wahlberg è stato pagato un milione e mezzo di dollari in più di Michelle Williams. (the New York Times)

A giugno sarà finalmente rimosso il divieto di guida per le donne in Arabia Saudita, e le compagnie di taxi si stanno preparando ad assumere migliaia di nuove guidatrici. (CNN)

Per la prima volta, una modella transgender è sulla copertina di Playboy, sull’ultimo numero dell’edizione tedesca della rivista. (DW)

Internet

Dopo il video girato nella “foresta dei suicidi” in Giappone, YouTube ha interrotto tutti i rapporti commerciali con lo youtuber da 15 milioni di follower Logan Paul. (BBC)

L’ambasciata dell’Ecuador ha chiesto alle autorità britanniche di garantire immunità diplomatica a Julian Assange — che si trova nell’ambasciata ecuadoregna di Londra da 5 anni — ma la richiesta è stata rifiutata. (the Guardian)

La Corea del Sud vuole bandire i bitcoin. (BBC)

Cult

La nuova Coca Cola Light non è più Coca Cola. (BuzzFeed News)

Il CES, la convention di tecnologia e gadget di Las Vegas, quest’anno non ha tregua. Oltre alla pioggia battente, ieri è stato colpito da un blackout di due ore. (the Verge)

Questo gruppo giapponese femminile è dedicato alle criptomonete. (Quartz)

Ambiente

New York fa causa ad Exxon, Chevron, Bp, Royal Dutch Shell e ConocoPhillips, accusate di promuovere i loro prodotti minimizzando l’impatto climalterante. (Rai News)

Otto modi in cui le prove del climate change sono sparite dai siti governativi americani. (BuzzFeed)

L’obsolescenza programmata è dannosissima per l’ambiente, oltre che per il portafogli. (la Stampa)

Giornalismi

Cinque persone, tra cui tre giornalisti Mediaset, andranno a processo per la storia falsa dei festeggiamenti in un bar di Pioltello dopo l’attentato alla Manchester Arena. In seguito alla notizia, diffusasi dal post su Facebook di un cittadino (anche lui tra gli imputati), qualcuno aveva pensato bene di appiccare fuoco al locale. (MilanoToday)

Animali

L’aumento di temperature provocato dal climate change sta spostando il sesso degli embrioni di tartarughe in femmine. (Ecowatch)

In Svizzera non sarà più permesso mettere le aragoste vive direttamente nell’acqua bollente: dovranno essere prima stordite. (the Guardian)

***

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

— FIN —

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi