Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Tre procure (Torre Annunziata, Enna, Palermo) indagano sugli incendi che stanno devastando il Sud Italia in questi giorni, per individuare i responsabili degli incendi dolosi ma anche le inadempienze della prevenzione. (Il Fatto Quotidiano)

Sono tutti dolosi gli incendi del Vesuvio — il cui fumo è arrivato fino in Salento — secondo il capo della forestale campana: primi indiziati, gli abusivi. (Corriere della Sera)

Ma perché le organizzazioni criminali avrebbero interessi a dar fuoco al Vesuvio? Lo spiega Roberto Saviano. (la Repubblica)

Sebbene i roghi di questi giorni siano tutti dolosi, la notizia dei gatti cosparsi di benzina che si rincorre per i social network in questi giorni non è in nessun modo confermata, e anzi, la Guardia forestale ha smentito. (Next Quotidiano)

Nel frattempo gli incendi continuano anche in Sicilia, dove ieri circa 600 turisti sono stati evacuati via mare da una spiaggia. (la Repubblica)

Mondo

Il governicchio di Theresa May potrebbe doversi adeguare alle richieste dei Labour, o rischia di andare sotto al voto per “spacchettare” le leggi europee per integrarle nel codice britannico, in vista della Brexit. (the Guardian)

Come sta la democrazia negli Stati Uniti? Sta che il candidato a nuovo direttore dell’FBI ha dichiarato al Senato, sotto giuramento, di non sapere niente dello scandalo delle mail di Donald Trump Jr. perché “non ha avuto tempo per seguire la vicenda.” (Quartz)

Ma adesso è il turno di Jared Kushner. (McClatchy)

Le indagini sul caso di corruzione che coinvolge la famiglia del Primo ministro pakistano Nawaz Sharif hanno preso una piega strana: gli inquirenti hanno dimostrato che dei documenti erano stati falsificati perché scritti in un font che non era ancora stato disegnato nella data in cui dovevano essere stati scritti. (BBC News)

Il team di robotica formato da ragazze afghane è finalmente riuscito ad ottenere il visto per entrare negli Stati Uniti e partecipare a una competizione internazionale. (Al Jazeera)

Nella Striscia di Gaza è buio: l’ultima centrale elettrica ha smesso di funzionare ieri. (Middle East Eye)

Italia

Si va beh ma a sinistra con Pisapia cosa si fa alla fine (il Manifesto)

Sono circa 5000 i professori che sciopereranno a settembre contro il blocco degli scatti di stipendio. (la Stampa)

Migrazioni

Di Maio ha incontrato alcuni rappresentanti di Frontex e ne ha approfittato per sparare un po’ delle sue falsità razziste preferite. (Luca Misculin / Facebook)

Falsità che producono effetti: è riuscita a salpare la nave “anti-Ong” di Generazione Identitaria, dopo aver raccolto più di 70mila euro nonostante il blocco di PayPal. (VICE News)

Intanto, il capo del governo di Tripoli al-Sarraj si sarebbe detto disposto a “bombardare” le navi degli scafisti — speriamo senza persone dentro. (la Stampa)

Cult

Non sono pochi i lavoratori di Uber che hanno cominciato a vivere nelle proprie auto. (KCRW)

Un team di ricercatori di Harvard è riuscito a conservare con successo una Gif nel DNA di un batterio. (BBC)

È ufficiale: il caffè allunga la vita. ☕ (Los Angeles Times)

Scienza

Scienziati cinesi sono riusciti a teletrasportare una cosa fuori da un laboratorio per la prima volta nella Storia — non solo, l’hanno teletrasportata NELLO SPAZIO. Certo, la cosa è un fotone, ma da qualche parte dovremo pur cominciare, no? (Business Insider)

A proposito di fotone nello Spazio: la sonda Juno si è fatta un giro vicino alla Grande macchia rossa di Giove ed è un posto bellissimo vogliamo andarci idea per le vacanze. (Space)

Giornalismi

Tiratura di mezzo milione di copie e 2,4 milioni di lettori: come fa Die Zeit ad avere il successo che ha. (Rivista Studio)

***

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋


Abbiamo lanciato una campagna di crowdfunding su Produzioni dal Basso. Potete sostenerci qui. Grazie ❤️

— FIN —

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi