Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

Corea del No

La Corea del Nord ha effettuato un altro test missilistico — oi, ma tutti i week end? Il test è fallito, ma le tensioni con gli Stati Uniti continuano a crescere, soprattutto su Twitter. Bad! (Bloomberg)

Il test arriva a distanza ravvicinata da un’esercitazione militare congiunta di Giappone, Stati Uniti e Francia, che si terrà il prossimo mese nei pressi di Guam. (Reuters)

Nel frattempo, lo studente statunitense Otto Warmbier è prigioniero in Corea del Nord dall’inizio dell’anno scorso, e nessuno sembra pretendere troppo rumorosamente la sua liberazione. (TIME)

Volete avere un’idea di come sia Pyongyang senza fare la fine di Warmbier? Guardate questo video girato dal giornalista finlandese Mika Mäkeläinen. (via Vox)

Mondo

L’NSA ha sospeso la raccolta di posta elettronica da parte di cittadini americani che abbiano usato nelle proprie comunicazioni nomi di target esteri. La ragione per il cambiamento di politiche è tecnica: l’infrastruttura che gli permetteva di raccogliere solo quella posta in realtà indicizzava tutte le comunicazioni statunitensi. (the New York Times)

Il Congresso statunitense intanto è riuscito a fare il minimo possibile con il budget in modo da non far chiudere le strutture del governo federale prima della fine dei 100 giorni di Trump. (Bloomberg)

Dopo 100 giorni, la stampa fa ancora estremamente fatica ad affrontare Trump: normalizzando, quando invece dovrebbero criticare. La copertura nelle ultime settimane è stata migliore, ma la strada è ancora lunga. Ma d’altro canto, di giorni, ce ne sono altri 1362 😩 (the Washington Post)

American Airlines ha alzato gli stipendi dei propri dipendenti e Wall Street si è offesa tantissimo: “Tutto questo è molto frustrante. Stanno dando la precedenza al lavoro… di nuovo. Agli azionisti restano gli avanzi.” ha scritto esasperato un analista di Citi che immaginiamo sia una delle persone più cattive del mondo. (the New York Times)

In Brasile fa caldo. (the Guardian)

Come ostacolare l’ascesa dell’estremismo islamico in Egitto? Tornare al sufismo. (Al Monitor)

Anche Zidane ha fatto appello ai cittadini francesi per evitare a tutti i costi una vittoria di Marine Le Pen. (Eunews)

Italia

“La flessibilità non ha vinto.” Repubblica titola che sarebbe tornata “la richiesta del posto fisso,” vorremmo commentare ma non sappiamo da dove iniziare. (la Repubblica)

Finalmente Pisapia se n’è fatto una ragione: il Pd non li vuole, bisogna fare una forza concorrenziale al partito di Renzi. (la Stampa)

È stata sgominata a La Spezia una cellula di neo-nazisti: organizzavano spedizioni punitive contro gli immigrati, ronde e atti intimidatori. Nota: non erano una Ong. (la Repubblica)

Torna Supernova, il libro di rivelazioni a puntate di ex collaboratori di Gianroberto Casaleggio. Questa volta si parla di una brutta vicenda di furti di dati sensibili ai militanti di un meet up catanese. (la Stampa)

Migrazioni

Yusra Mardini, siriana, 19 anni, atleta alle Olimpiadi di Rio con il team dei rifugiati, è stata nominata Goodwill Ambassador dell’UNHCR.

Milano

Vi ricordate di Anis Amri, il terrorista della strage di Berlino ucciso a Sesto San Giovanni? La sua salma è ancora all’obitorio — nessuno l’ha mai richiesta. (Corriere della Sera)

Cult

DJI, l’azienda leader del mercato in ambito di droni da hobbismo, aveva un problema serio: l’ISIS usava i loro prodotti per costruirsi in casa dei droni–bomba. La soluzione: adesso in Iraq e Siria i droni di DJI non volano più, automaticamente. (Gizmodo)

Calico è l’azienda di Google impegnata nella ricerca contro l’invecchiamento. Ma cosa fa di preciso? Nessuno lo sa, ed è molto grave per la ricerca e per la scienza. (Vox)

Il Fyre Festival doveva essere un evento esclusivo per ricchi viziati disposti a pagare 12 mila dollari per vedere i Blink-182 su un’isola privata delle Bahamas insieme a Kendall Jenner, ma si è trasformato in un disastro. Così imparano. (the Guardian)

Probabilmente la più bella astronave Lego finora. (the Verge)

***

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

— FIN —

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi