Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet. Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

La Turchia ha lanciato un attacco aereo che ha ucciso 18 soldati curdi delle YPG. (BBC)

La Turchia considera le YPG collegate al PKK, ma le forze sono tra i più preziosi alleati degli Stati Uniti nella lotta allo Stato Islamico in Siria. (the New York Times)

E gli Stati Uniti infatti si sono detti “profondamente preoccupati” dagli attacchi. (the New Arab)

Tra le vittime anche 5 curdi iracheni. L’Iraq ha chiamato l’operazione militare una “trasgressione ingiustificata.” (CNN)

Mondo

La Corea del Nord ha portato a termine un test di artiglieria a lunga gittata nei pressi del sottomarino statunitense posizionato nella zona. Le armi dimostrano che la Corea del Nord ha la potenza di fuoco per distruggere “una parte importante della capitale sudcoreana.” (the Guardian)

La seconda portaerei cinese — e la prima realizzata interamente “in casa” — è salpata dal porto di Dalian. Tutto a posto nel mondo, insomma. (Xinhuanet)

Il comitato elettorale di Emmanuel Macron ha subito un attacco hacker — phishing e tentativi di installare malware — da parte dello stesso gruppo, Pawn Storm, che aveva già bersagliato il Comitato nazionale del partito democratico statunitense. (Reuters)

Vi ricordate quando all’inizio dell’amministrazione Trump si era sollevato il problema della mancanza di nomine per tantissime — centinaia — di cariche dell’amministrazione? Tre mesi dopo, non è stato fatto praticamente nessun passo avanti, lasciando rami interi dell’esecutivo nel limbo. (the Washington Post)

Solo ore dopo l’inizio del tour europeo di Ivanka Trump un leak dal Dipartimento di stato suggerisce che Trump abbia in programma di tagliare completamente i fondi dedicati alla promozione dei diritti delle donne in tutto il mondo. (the Independent)

Il ministro della ricostruzione giapponese si è dimesso dopo aver detto che “tutto sommato, è stato meglio che il terremoto (del 2011) abbia colpito l’area di Tohoku” — piuttosto che Tokyo. (Bloomberg)

Italia

Sono morti due operai in un incidente sulla ferrovia del Brennero che ha causato anche tre feriti. (la Stampa)

Pisapia lancia un altro “ultimo appello” a Matteo Renzi, chiedendogli di costruire una coalizione con la sinistra. Altrimenti, “sarà una sconfitta epocale.” Ma Renzi non ha mai dato segnali di volerla evitare in nessun modo. (la Repubblica)

Il Movimento 5 Stelle chiede l’introduzione di un “bigino” alla Maturità per gli studenti dello scientifico “per non essere schiavi della memoria.” Una mossa sorprendente, da una partito che sembrava aver lasciato alle spalle ogni forma di empatia. Si vede che si sono immedesimati bene nella causa. (Corriere della Sera)

Milano

Continua la battaglia tra i negozianti di via Foppa e i cantieri della M4. (Corriere della Sera)

Cult

Dopo decadi di ricerca, scienziati sono riusciti per la prima volta a far crescere un cucciolo di pecora in un utero artificiale. Prossima volta proviamo con una persona! (the Verge)

Ci sono un sacco di motivi per essere spaventati dall’intelligenza artificiale, ma i motivi per cui ne abbiamo paura più spesso sono tutti sbagliati. (Quartz)

Google inizierà a trattare le ricerche di Notizie come argomenti delicati, come finanza e salute — il nuovo algoritmo non mira a sconfiggere le notizie false, ma almeno a toglierle dai primi risultati. (Bloomberg)

Volete vedere Ben Ketola, giocatore professionista di bowling, battere il record di tempo per partita da 300 punti — il massimo? Eccola:

Un TED Talk del papa? . (the Guardian)

Animali

Ancora guai per United Airlines, che ora dovrà capire come mai è morto questo coniglio gigante che stavano trasportando in un cargo. (BBC)

Fondo del barile

Bambini al volante, il ritorno: un ragazzino di 12 anni si è fatto una gita di quasi 1300 km prima di essere beccato dalle autorità. (the New York Times)

***


Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

— FIN —

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi