Questo è Hello, World!, la nostra rassegna mattiniera di attualità, cultura e internet.
Tutte le mattine, un pugno di link da leggere, vedere e ascoltare.

***


La Salvia è una pianta magica: il suo nome vuol dire salvatrice.
La nuova linea profumata Erbaflor

Scopri di più

***

E Renzi che fa?

Il Pd è tutto finito. L’assemblea di domenica non poteva finire peggio: con Renzi che a muso duro chiama le richieste della minoranza “ricatti,” e la minoranza che continua a dire di offrire possibilità di riappacificazione ma poi sembra davvero intenzionata a salutare il partito. (la Repubblica)

L’accordo era reso particolarmente difficile perché nessuno vuole la palla avvelenata della colpa della scissione. Quindi: l’hanno tutti. (Il Fatto Quotidiano)

Renzi chiama il bluff: nessuno sarebbe pronto a seguire gli scissionisti. E a questo punto, meglio per tutti, no? La sinistra italiana si ritira dalla politica, e Renzi può fare del Pd quel che diavolo vuole. Eh. (la Stampa)

La critica dell’opposizione è semplice:

Ma la situazione è oggettivamente complessa: tra le richieste degli scissionisti c’era quella di garantire la stabilità del governo, ma cosa faranno adesso in parlamento, supporteranno il governo del partito da cui sono usciti? E alle elezioni? Si alleano al partito — per allora molto più centrista — del candidato a causa del quale hanno fatto la scissione? E allora, che cosa è servito? Boh.

Mondo

È iniziata l’offensiva finale per la riconquista della parte ovest di Mosul. (Al Jazeera / video)

In tutta risposta alle balle, o fake news che dir si voglia, di Donald Trump è intervenuto lo stesso Primo Ministro svedese toccandola piano.

Anche Chelsea Clinton si è concessa un commento in linea con la presidenza.

A voler pensare bene, Trump potrebbe aver confuso “Sweden” con “Sehwan,” la città pakistana in cui venerdì un attentato a un tempio sufi ha causato più di 80 morti. Ma poi il presidente e la Casa bianca hanno specificato: il riferimento era al tasso di criminalità in crescita (una cosa che tipicamente avviene last night). (the Guardian)

La Kraft Heinz ritira la sua offerta di 143 miliardi di dollari per l’acquisizione della Unilever dichiarando che la notizia era prematura e le due società stavano solo intrattenendo amichevoli rapporti. (the New York Times)

Deluso dalle divisioni fra i governi nazionali, Juncker starebbe pensando di dimettersi da Presidente della Commissione europea entro quattro settimane. Era già nota la sua volontà di non candidarsi per un secondo mandato tra due anni e mezzo. (la Repubblica)

I maltesi protestano contro la norma che obbligherà qualsiasi sito a registrarsi presso il governo del Paese, rendendola di fatto una legge bavaglio. (Reuters)

Sono almeno 66 i corsi all’Università di Ankara rimasti senza docenti, dopo le ultime epurazioni di accademici. (Corriere della Sera / blog)

La Cina ha sospeso tutte le importazioni di carbone dalla Corea del Nord, in risposta allo sviluppo dei suoi programmi missilistici. (Reuters)

Questioni di genere

Ancora non ci siamo: un passeggero di un aeroplano ha chiamato la polizia perché non si sentiva a suo agio stando vicino all’artista queer Mykki Blanco. (Vulture)

Susan Fowler racconta perché ha lasciato il proprio posto di lavoro a Uber. È l’ennesima conferma della cultura misogina, cameratesca e retrograda che permea la società. (Susan Fowler)

Uber è un’azienda particolarmente orribile, ma non raccontiamoci balle: tutta la Silicon Valley è un pessimo posto dove lavorare per le donne. (the Outline)

Ambiente

Il cambiamento climatico danneggia la vostra persona o la vostra attività? Potete segnalarlo al Ministero dell’ambiente compilando un apposito questionario, che resterà attivo fino al 28 febbraio 2017. (Ministero dell’Ambiente)

È stata risolta l’equazione che stima il tasso di incremento con cui le attività antropiche accelerano lo sviluppo del cambiamento climatico. Il risultato è 17000%. (The Guardian)

Uno studio pubblicato su Nature approfondisce il legame tra cambiamento climatico e diminuzione dell’ossigeno disciolto negli oceani. Non si prospetta nulla di buono. (the Washington Post)

Cult

Breve storia del colore rosso. (Il Pd non c’entra) (the Paris Review)

Roger Waters sta prendendo in considerazione la possibilità di mettere in scena il concerto-spettacolo The Wall lungo il confine tra Messico e Stati Uniti. (Consequence of Sound)

Le imperdibili immagini dell’atterraggio del Falcon 9, viste dall’occhio di un drone. (the Verge)

Come ogni anno, con l’avvicinarsi delle premiazioni agli Oscar ci si interroga sulla contorta etica dell’Academy. (the New Yorker)

La Nuova Zelanda potrebbe non essere altro che la piccola punta di un enorme continente. (the Outline)

Perfetto per l’era Trump: all’Università di Washington c’è un corso che insegna a individuare le stronzate. (Recode)

 

Fondo del barile

L’uovo nell’uovo. (Sploid)

Da dove viene lo “shit gibbon.” (Language Jones)

***

Se ti piacciono Hello, World e the Submarine, ricorda di recensire la pagina su Facebook. A domani! 👋

— FIN —

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi