È uscito ieri il trailer dell’ultimo film del regista francese Luc Besson dal titolo Valerian e la città dei mille pianeti, tratto dal fumetto francese Valérian e Laureline. Il film vedrà come protagonisti Cara Delevingne, modella ormai prestata al mondo del cinema — recentemente vista in Suicide Squad — e il giovane attore Dane DeHaan, diventato famoso grazie al film del 2012 Chronicles.

La pellicola prende spunto dall’opera disegnata da Jean-Claude Mézières e scritta da Pierre Christin. I due artisti, amici sin dall’infanzia, uniscono i propri talenti nel 1967 producendo la serie per il magazine francese Pilot — che dal 1959 al 1989 ha ospitato importantissime firme del fumetto come Hugo Pratt, Robert Crumb e Jean Giraud. Il mondo di fantascienza creato dai due vede come protagonisti, appunto, Valérian e Laureline, due agenti spazio-temporali del XXVIII Secolo alle prese con una serie di avventure galattiche, dopo che un paradosso temporale ha stravolto il sistema solare in cui vivono.

L’opera originale è diventata famosa anche grazie alla scrittura molto netta e ai tratti politici di Christan, che ha fatto di Valérian e Laureline un’opera di riferimento per tutte le produzioni sci-fi della seconda metà del Novecento — tra cui Star Wars, lo stesso The Fifth Element di Luc Besson e le opere di Moebius.

luc_besson_13949213055

Il regista francese torna quindi con impeto dopo una doppietta non troppo riuscita – The Family del 2013 e Lucy del 2014 – che gli era costata molti giudizi negativi da parte della critica. Il nome di Besson è legato piuttosto ai due grandi successi di fine Millennio: Leon, il film francese più famoso a livello internazionale, e The Fifth Element, la space opera che lo consolidò come autore di film dall’immaginario esplosivo. Da allora però, salvo la poco conosciuta trilogia di Arthur, la sua carriera di regista non ha avuto molti picchi.

Con il suo ultimo film Besson sembra voler ridare al pubblico uno stile sci-fi basato sui canoni originari del genere; lontano dal realismo di The Martian e Interstellar e più vicino a universi paralleli, viaggi temporali e alieni multicolore. In questi ultimi anni infatti la fantascienza, fatta eccezione per Star Wars, è stata soppiantata dalle produzioni Marvel e dalle figure dei supereroi, anche a causa di produzioni come Star Trek Beyond o Jupiter – il destino dell’universo, che non sono riuscite a risollevare il genere dalla palude cinematografica in cui si è bloccato.

Il trailer promette bene, anche grazie all’efficacia della canzone Because, che il regista è riuscito a ottenere da Paul McCartney e Ringo Starr in persona. Besson ha inoltre aggiunto che il prossimo trailer, in uscita a gennaio, non avrà neanche una scena di quelle inserite nel primo perché “stufo di vedere trailer che utilizzano le stesse immagini in continuazione.” Il film uscirà invece quest’estate, esattamente il 21 Luglio.

No more articles

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi