Notice: Trying to access array offset on value of type bool in /home/psjeetox/public_html/wp-content/plugins/seriously-simple-podcasting/php/classes/controllers/class-frontend-controller.php on line 451

123: Spazio: ultima frontiera del privato

https://i0.wp.com/thesubmarine.it/wp-content/uploads/2021/06/5.png?fit=1080%2C1080&ssl=1

Mentre sulla Terra si parla di Guerra fredda è partita una nuova corsa spaziale, in cui però competono anche grandi aziende che vogliono mandare i ricchi in vacanza nello spazio

Bello lo spazio, vero? Peccato che sia a sua volta al centro della rivalità tra gli Stati Uniti e la Cina. L’11 giugno il rover cinese Zhurong ha iniziato a scattare foto dalla superficie di Marte, e ci sono molte immagini bellissime di panorami marziani desolati. La nostra preferita però è questa, che in un blog post la CNSA definisce una “foto di gruppo,” scattata “con l’autoscatto” dal rover Zhurong, a fianco alla propria piattaforma di atterraggio. 

Gli Stati Uniti sono preoccupati dall’attività spaziale cinese. La collaborazione non terrestre tra i due paesi è congelata dal 2011 per volontà del Congresso statunitense, che con l’emendamento Wolf ha deciso di proibire la collaborazione tra la Nasa e Pechino per timori di ingerenze militari e segreti industriali. La Cina è di fatto bandita dalla Stazione spaziale internazionale — unico paese al mondo: un embargo che autorevoli professori di astronomia hanno definito “non etico.”

Ecco perché la Cina, il 17 giugno ha lanciato il razzo Shenzhou-12, che porterà tre astronauti a bordo della sua stazione spaziale Tiangong. Sul Global Times potete vedere il video del lancio. La missione, la prima con esseri umani a bordo da cinque anni per la Cina, è diventata necessaria con l’aumentare delle ambizioni spaziali del paese, che resta escluso dalla Stazione spaziale internazionale dal veto degli Stati Uniti. I tre astronauti effettivamente continueranno i lavori di costruzione della stazione mentre sono in orbita. Nei prossimi mesi sono previsti altri 11 lanci per completarla in ogni sua parte. Si chiamerà Tiangong, o Palazzo celeste.

Negli Stati Uniti invece impazza l’esplorazione spaziale privata, anzi, il turismo spaziale privato: in un’operazione perfettamente egomaniaca, il primo uomo mandato in orbita su un razzo Blue Origin, l’azienda spaziale di Jeff Bezos, sarà Jeff Bezos stesso, che ha annunciato che si porterà dietro il fratello. La vita sentimentale dell’uomo più ricco del mondo è comprensibilmente arida, ipotizziamo. Il volo avverrà il 20 luglio, speriamo che i passeggeri avranno di che chiacchierare.

L’altro grande personaggio coinvolto nell’esplorazione spaziale è Elon Musk, che con la sua SpaceX sta ormai diventando sempre più importante anche per l’attività spaziale pubblica statunitense, che gli sta appaltando numerose missioni. Ma l’attività di turismo spaziale, che interessa molto anche a Musk, potrebbe avere effetti disastrosi sull’ambiente — oltre ad essere eticamente discutibile.

Show notes

Sostieni l’informazione indipendente di the Submarine: abbonati a Hello, World! La prima settimana è gratis

TRAPPIST
TRAPPIST
123: Spazio: ultima frontiera del privato
/
123: Spazio: ultima frontiera del privato

Notice: Trying to access array offset on value of type bool in /home/psjeetox/public_html/wp-content/plugins/seriously-simple-podcasting/php/classes/controllers/class-frontend-controller.php on line 451
logo-footer
TESTATA REGISTRATA AL TRIBUNALE DI MILANO (N. 162 DEL 11/05/2017).
DIRETTORE RESPONSABILE: ALESSANDRO BRAGA
© Undermedia S.r.l.s. 2021. Tutti i testi e le immagini presenti su questo sito web, dove non diversamente indicato, sono coperti da copyright, e ne è vietata la riproduzione anche parziale senza esplicita autorizzazione.
TRAPPIST
TRAPPIST
123: Spazio: ultima frontiera del privato
/
123: Spazio: ultima frontiera del privato

Resta nel nostro radar.

Segui the Submarine su Instagram e Twitter,
iscriviti al nostro canale Telegram
o alla nostra newsletter settimanale gratuita.

Copy link